Notizie e Bandi

Gennaio 5, 2021
legge-di-bilancio-2021-rafforzamento-patrimoniale-medie-imprese-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato rafforza il patrimonio delle imprese di medie dimensioni presenti sul territorio nazionale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le società per azioni, le società in accomandita per azioni, le società a responsabilità limitata, le società cooperative, con sede legale ed amministrativa in Italia ed in possesso dei seguenti requisiti:

  • ammontare di ricavi relativo al periodo d’imposta 2019, superiore ad € 5.000.000,00 – ovvero € 10.000.000,00 per il Fondo Patrimonio PMI – e fino ad € 50.000.000,00;
  • abbiano subito nei mesi di marzo e aprile 2020, una riduzione dell’ammontare dei ricavi, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente in misura non inferiore al 33%;
  • abbiano deliberato ed eseguito entro il 31/12/2020, ovvero limitatamente all’accesso al credito d’imposta ed al Fondo Patrimonio PMI, entro il 30/06/2021, un aumento di capitale a pagamento e integralmente versato lo stesso;
  • l’aumento di capitale non risulta inferiore ad € 250.000,00.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto investimenti nelle società di medie dimensioni miranti a rafforzare il loro capitale.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la duplice veste di:

  • un credito d’imposta del 20% per i conferimenti in denaro per l’aumento del capitale sociale; l’investimento massimo non può superare € 2.000.000,00;
  • un credito d’imposta pari al 50% delle perdite eccedenti il 10% del patrimonio netto fino a concorrenza del 30% dell’aumento di capitale, entro il limite di € 800.000,00.

Viene prevista un’ulteriore agevolazione che assumerà la forma di un Fondo (Fondo Patrimonio PMI), che sottoscriverà entro il 30/06/2021 obbligazioni o titoli di debito di nuova emissione.

TERMINE

L’acquisto di titoli da parte del Fondo Patrimonio PMI dovrà avvenire entro il 30/06/2021.

In attesa di pubblicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate del provvedimento attuativo della Misura.

I crediti d’imposta potranno essere fruiti fino al 30/06/2021.


Dicembre 4, 2020
sardegna-sostegno-economico-settore-vitivinicolo-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Sardegna adotta misure straordinarie per il contenimento della crisi socio-economica derivata dall’emergenza sanitaria da Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole, medie e grandi imprese, operanti nel settore delle cantine e delle vigne e che svolgano attività di cui al codice ATECO 2007 11.02.

I beneficiari devono avere sede operativa attiva nel territorio della Regione Sardegna e aver mantenuto i livelli occupazionali per i mesi da giugno a dicembre 2020.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di sostegno economico al fine di mantenere inalterato il livello occupazionale.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo parametrato in base al costo effettivo del personale, inquadrato nelle categorie degli operai, degli impiegati e dei quadri, relativamente alle mensilità da giugno a dicembre 2020, per i soli dipendenti che abbiano un contratto di lavoro già esistente al 31/12/2019, non abbiano subito interruzioni, ed al netto delle eventuali indennità percepite a titolo di Cassa Integrazione Guadagni per effetto dell’emergenza Covid-19.

L’intensità massima dell’agevolazione è pari al 15% delle spese ammissibili.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro il 18/12/2020 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Dicembre 3, 2020
provincia-autonoma-di-trento-contributo-a-fondo-perduto-grandi-perdite-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Provincia Autonoma di Trento concede contributi a favore degli operatori economici che occupano non più di venti addetti e che hanno subito danni ingenti in riferimento al volume di attività in conseguenza dell’epidemia di COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono gli operatori economici, in una qualsiasi delle forme giuridiche consentite, che esercitano attività di impresa commerciale, ovvero attività di lavoro autonomo.

INTERVENTI

I beneficiari devono aver subito un danno particolarmente ingente in conseguenza del COVID-19 derivante alternativamente da:

  1. calo del volume di attività di almeno il 75% nel periodo di osservazione (minimo quattro mesi continuativi nel periodo giugno-novembre 2020, anche non decorrente dal primo giorno del mese) rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente;
  2. sede legale o unità operativa nei territori comunali caratterizzati, nel periodo 15/11/2020 – 15/12/2020 e per almeno 10 giorni continuativi, da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto, con i seguenti massimali:

  • per i beneficiari di cui al punto 1. del precedente paragrafo:
  1. € 6.000,00 – da 1 a 3 addetti;
  2. € 10.000,00 – fino a 6 addetti;
  3. € 15.000,00 – fino a 20 addetti;
  4. beneficiari neo costituiti – € 6.000,00;
  • per i beneficiari di cui al punto 2. del precedente paragrafo:
  1. € 3.000,00 – da 1 a 6 addetti;
  2. € 5.000,00 – fino a 20 addetti;
  3. beneficiari neo costituiti – € 3.000,00.

L’agevolazione è cumulabile con altri incentivi, anche finanziari, nel rispetto delle disposizioni in materia di cumulo previste dalle pertinenti normative dell’Unione europea.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 15:00 dell’11/02/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 24, 2020
comune-di-bergamo-spese-inderogabili-flash-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Comune di Bergamo tramite il “Programma Rinascimento” concede agevolazioni a favore delle attività d’impresa.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro imprese con sede operativa nel Comune di Bergamo.

INTERVENTI

Il beneficiario deve rientrare nel novero delle attività chiuse dal DPCM del 03/11/2020 e sostenere le spese inderogabili per la propria attività economica.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese maturate tra lo 03/11/2020 e lo 03/12/2020 e sostenute per:

  • affitto o rate di mutuo;
  • telefonia, internet, canoni di assistenza ICT, noleggio hardware;
  • spese condominiali;
  • energia, acqua e riscaldamento;
  • imposte e tasse locali;
  • servizi e quote associative;
  • assicurazioni su immobili, attrezzature, mezzi, responsabilità civile;
  • contratti continuativi di servizi o forniture;
  • pulizia e sanificazione locali, se funzionale alla riapertura dell’impresa;
  • automezzi utilizzati nell’impresa.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di € 1.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 30/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 16, 2020
contributo-attivita-economiche-commerciali-centri-storici-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo stato sostiene le attività economiche che operano nei centri storici delle città metropolitane ed in quelle capoluogo di provincia colpite dall’emergenza Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono i soggetti esercenti attività di impresa di vendita di beni o servizi al pubblico, poste nei centri storici o equipollenti dei comuni capoluogo di provincia o di città metropolitana che abbiano registrato presenze turistiche di cittadini residenti in Paesi esteri:

  • per i comuni capoluogo di provincia, in numero almeno tre volte superiore a quello dei residenti negli stessi comuni;
  • per i comuni capoluogo di città metropolitana, in numero pari o superiore a quello dei residenti negli stessi comuni.

L’ammontare del fatturato e dei corrispettivi riferiti al mese di giugno 2020 degli esercizi deve risultare inferiore ai 2/3 dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi realizzati nel corrispondente mese del 2019.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di sostegno da parte dei beneficiari colpiti dall’emergenza epidemiologica Covid-19.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi riferito al mese di giugno 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del corrispondente mese del 2019, nelle seguenti misure:

  • 15% per i soggetti con ricavi non superiori ad € 400.000,00 nel periodo d’imposta 2019;
  • 10% per i soggetti con ricavi superiori ad € 400.000,00 e fino ad € 1.000.000,00 nel periodo d’imposta 2019;
  • 5% per i soggetti con ricavi superiori ad € 1.000.000,00 nel periodo d’imposta 2019.

Il contributo non potrà essere inferiore ad € 1.000,00 per le persone fisiche e ad € 2.000,00 per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

L’ammontare del contributo non può superare € 150.000,00.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata fino al 14/01/2021.


Novembre 11, 2020
contributo-a-fondo-perduto-partite-iva-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Governo sostiene gli operatori IVA dei settori economici interessati dalle nuove restrizioni fissate nel DPCM del 03/11/2020.

BENEFICIARI

I beneficiari devono:

  • avere la partita IVA attiva al 25/10/2020;
  • avere il domicilio fiscale o la sede operativa nelle aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio grave;
  • esercitare la propria attività economica in uno dei settori individuati dai seguenti codici ATECO: 49.32.10, 49.32.20, 49.39.01, 55.10.00, 55.20.10, 55.20.20, 55.20.30, 55.20.40, 55.20.51, 55.20.52, 55.30.00, 55.90.20, 56.10.11, 56.10.12, 56.10.30, 56.10.41, 56.10.42, 56.10.50, 56.21.00, 56.30.00, 59.13.00, 59.14.00, 74.90.94, 77.39.94, 79.90.11, 79.90.1, 79.90.20, 82.30.00, 85.52.09, 90.01.01, 90.01.09, 90.02.01, 90.02.09, 90.03.09, 90.04.00, 92.00.09, 93.11.10, 93.11.20, 93.11.30, 93.11.90, 93.12.00, 93.13.00, 93.19.10, 93.19.99, 93.21.00, 93.29.10, 93.29.30, 93.29.90, 94.99.20, 94.99.90, 96.04.10, 96.04.20, 96.09.05;
  • avere un fatturato nel mese di aprile 2020 inferiore ai 2/3 del fatturato del mese di aprile 2019 oppure, aver iniziato l’attività dallo 01/01/2019.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di sostegno da parte dei beneficiari colpiti dall’emergenza epidemiologica Covid-19.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto, il cui importo sarà determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019, come segue:

  • 20% per i beneficiari con ricavi/compensi fino a € 400.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso (2020);
  • 15% per i beneficiari con ricavi/compensi da € 400.000,00 a € 1.000.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso (2020);
  • 10% per i beneficiari con ricavi/compensi da € 1.000.000,00 a € 5.000.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso (2020);
  • 10% per i beneficiari con ricavi/compensi superiori ad € 5.000.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso (2020);
  • quota del contributo già incassato con la misura del fondo perduto prevista dall’art. 25 della L.n. 77/2020 per i beneficiari che avevano presentato la domanda.

L’importo minimo del contributo è di € 1.000,00 per le persone fisiche e di € 2.000,00 per le imprese.

In ogni caso l’importo del contributo non può superare € 150.000,00.

Le percentuali sopra indicate sono ulteriormente differenziate per settore economico, come riportato nella sottostante tabella.

CODICE ATECO %
47.19.10 200%
47.19.90 200%
47.51.10 200%
47.51.20 200%
47.53.11 200%
47.53.12 200%
47.53.20 200%
47.54.00 200%
47.64.20 200%
47.78.34 200%
47.59.10 200%
47.59.20 200%
47.59.40 200%
47.59.60 200%
47.59.91 200%
47.59.99 200%
47.63.00 200%
47.71.10 200%
47.71.40 200%
47.71.50 200%
47.72.20 200%
47.77.00 200%
47.78.10 200%
47.78.31 200%
47.78.32 200%
47.78.33 200%
47.78.35 200%
47.78.36 200%
47.78.37 200%
47.78.50 200%
47.78.91 200%
47.78.92 200%
47.78.94 200%
47.78.99 200%
47.79.10 200%
47.79.20 200%
47.79.30 200%
47.79.40 200%
47.81.01 200%
47.81.02 200%
47.81.03 200%
47.81.09 200%
47.82.01 200%
47.82.02 200%
47.89.01 200%
47.89.02 200%
47.89.03 200%
47.89.04 200%
47.89.05 200%
47.89.09 200%
47.99.10 200%
96.02.02 200%
96.02.03 200%
96.09.02 200%
96.09.03 200%
96.09.04 200%
96.09.09 200%

TERMINE

In attesa di pubblicazione del provvedimento attuativo da parte dell’Agenzia delle Entrate.


Novembre 9, 2020
unione-europea-inno4cov-19-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’Open Call di INNO4COV-19 fornisce sostegno finanziario alle aziende con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo e la commercializzazione di soluzioni innovative per affrontare l’epidemia da COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono imprese e consorzi di aziende dotati di personalità giuridica, anche in partenariato.

Le imprese devono avere la sede legale negli Stati membri dell’Unione Europea, inclusi i loro dipartimenti d’oltremare o in uno dei Paesi associati al programma Horizon 2020, ovvero: Islanda, Norvegia, Albania, Bosnia Erzegovina, l’ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia, Turchia, Israele, Moldavia, Svizzera, Isole Faroe, Ucraina, Tunisia, Georgia ed Armenia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto tecnologie con un grado di sviluppo compreso tra TRL6 e TRL7 o superiore, rientranti in una delle seguenti aree:

  • campionamento, screening, diagnostica e prognostica veloce, facilmente implementabile dai sistemi;
  • sorveglianza ambientale;
  • sensori a basso costo, dispositivi intelligenti indossabili e robotica/AI per la telemedicina;
  • protezione degli operatori sanitari e del pubblico, attraverso il miglioramento delle proprietà bagnanti e filtranti dei tessuti utilizzati per le mascherine facciali;
  • sistemi di sensori, sistemi per la sterilizzazione, comprese soluzioni di robotica e di intelligenza artificiale.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • personale necessario per l’attuazione del progetto;
  • materiali di consumo, componenti e materiali per lo sviluppo di prodotti e tecnologia;
  • viaggio, alloggio e soggiorno necessari per le riunioni e convalide;
  • servizi di supporto, per lo sviluppo o validazione del prodotto o della tecnologia;
  • spese generali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un finanziamento fino al 100% delle spese ammissibili, entro il limite di € 100.000,00.

TERMINE

La domanda può essere presentata entro uno dei seguenti termini:

  • 1° cut off: 30/11/2020;
  • 2° cut off: 31/03/2021;
  • 3° cut off: 31/05/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


Novembre 4, 2020
cciaa-foggia-turismo-anno-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Foggia promuove la filiera turistica contribuendo allo sviluppo del sistema economico locale, nel contesto di crisi dovuto alla pandemia Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale iscritte nel Registro delle Imprese della CCIAA di Foggia ed esercitanti la propria attività economica in uno dei seguenti settori: 55, 56, 79, 93.21.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

Misura 1 – Messa in sicurezza delle strutture turistiche fornendo assistenza sui temi della pulizia e sanificazione, degli aspetti logistici e del personale:

  • Piano di Azione Covid-19 che formalizzi le procedure da seguire nonché i materiali e le risorse necessari alla sua esecuzione.
  • Interventi di messa in sicurezza delle strutture come ad esempio:
    • acquisto di attrezzature, dotazioni e kit medici;
    • adeguamento della logistica per rispettare il distanziamento sociale;
    • pulizia e sanificazione degli ambienti;
    • monitoraggio di ospiti con sintomi;
    • disponibilità di materiali e protezioni per lo staff;
    • modalità di gestione dei casi di contagi sia con riferimento al personale che alla clientela;
    • gestione delle forniture di beni e servizi.
  • Azioni di riorganizzazione aziendale e servizi di consulenza.

Misura 2 – Formazione del personale addetto ai servizi turistici.:

  • Definizione del piano formativo. I contenuti devono garantire che il personale sia informato sul Covid-19 in modo che possa svolgere l’attività lavorativa secondo le prescrizioni imposte e, allo stesso tempo, prevenire ogni possibile diffusione di Covid-19 all’interno delle strutture turistico-ricettive.
  • Definizione del calendario formativo: il servizio di consulenza comprende la calendarizzazione dei momenti formativi per garantire che tutto il personale abbia le conoscenze essenziali alla riapertura delle attività.
  • Sessioni formative e definizione delle modalità di realizzazione delle stesse.

Misura 3 – Gestione delle strategie di comunicazione e commercializzazione rafforzando l’elemento reputazionale della “destinazione Italia”:

  • Strategie di comunicazione adatte alla gestione della crisi.
  • Strategie di commercializzazione per individuare azioni specifiche a sostegno della distribuzione e vendita del prodotto turistico.

Misura 4 – Incentivazione del turismo in Italia, l’undertourism, il turismo culturale e quello enogastronomico:

  • Azioni per l’incentivazione e promozione dell’undertourism in Italia tramite il finanziamento di uno specifico servizio di consulenza che si occupi di definire azioni di promozione dell’offerta delle singole imprese non disgiunta dalle destinazioni turistiche e dai prodotti turistici del territorio in cui operano.
  • Campagna social per le imprese per riposizionarsi rispetto alle “nuove” esigenze poste al turismo dal Covid-19.
  • Contributi per le imprese turistiche che adottano comportamenti “slow” e sostenibili.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • servizi di consulenza, formazione e promozione;
  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi strumenti, attrezzature, dispositivi e spese di connessione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 5.000,00.

Viene riconosciuta una premialità alle imprese in possesso del rating di legalità e alle imprese femminili.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti di cui al Quadro temporaneo e aiuti di cui ai regolamenti de minimis.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 07/12/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Novembre 3, 2020
sicilia-bonus-sicilia-covid-19-valore-consulting-1280x853.jpg

FINALITÀ

La Regione Sicilia sostiene le microimprese artigianali, commerciali, industriali e di servizi appartenenti ai settori colpiti dall’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro imprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi, alberghiere, con sede legale nella Regione Sicilia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta da parte dei beneficiari di un contributo per far fronte alla mancanza di liquidità e a sostenere la riduzione di fatturato verificatasi durante la Fase 1.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura massima di € 3.500,00.

La presente agevolazione è cumulabile con eventuali altre misure di aiuto erogate ai sensi del regime de minimis.

TERMINE

Le domande già compilate, firmate digitalmente e caricate sulla piattaforma SiciliaPei il 04/10/2020 devono essere integrate entro le ore 12:00 del 16/11/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura automatica. Non sarà un Click Day.


Settembre 29, 2020
cciaa-benevento-voucher-digitali-2020-valore-consulting-1.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Benevento sviluppa nuovi modelli di business 4.0 e favorisce interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Benevento.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto almeno una delle tecnologie di seguito elencate:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, ecc);
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga;
  • sistemi di prenotazione e pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech (financial technology);
  • sistemi EDI, electronic data interchange; geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR).

Gli interventi ammissibili devono avere un valore complessivo pari o superiore a € 3.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per:

  • acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
  • servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste al paragrafo “Interventi”;
  • abbattimento degli oneri finanziari relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 5.000,00.

Viene stabilita una premialità di € 250,00 alle imprese in possesso del rating di legalità.

L’agevolazione è cumulabile, per gli stessi costi, con aiuti di cui al Quadro Temporaneo e con aiuti in esenzione o autorizzati dalla Commissione, nei limiti previsti.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 24:00 del 30/11/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification