Notizie e Bandi

Febbraio 26, 2021
cciaa-cosenza-adozione-di-attestati-soa-2021-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Cosenza incentiva l’introduzione del sistema di certificazione SOA.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese appartenenti al comparto Costruzioni aventi la sede legale e operativa iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA di Cosenza.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare l’adozione del sistema di certificazione SOA in ciascuna impresa.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  1. realizzazione e implementazione dei sistemi di qualità riconducibili all’attestazione SOA;
  2. assistenza esterna per l’attuazione di sistemi di gestione in conformità alle normativa SOA;
  3. formazione del personale sostenute nell’ambito di attuazione di sistemi di gestione in conformità alle normative SOA;
  4. software appositi dedicati ai sistemi di gestione SOA.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di contributo nella misura massima del 50% delle spese ammissibili.

Tale contributo è maggiorato al 60% nel caso di imprenditore (ditta individuale) oppure di socio (nel caso di società) diversamente abile.

L’importo unitario massimo concesso è di € 5.000,00.

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro € 250,00.

TERMINE

La domanda dovrà essere presentata entro il 30/06/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Febbraio 10, 2021
lazio-bando-apea-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lazio sostiene gli  investimenti finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti dei processi produttivi delle imprese.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole, medie imprese e liberi professionisti aderenti all’APEA.

Le grandi imprese possono presentare domanda solo per gli investimenti per l’efficienza energetica, per la produzione di energia da fonti rinnovabili destinata all’autoconsumo e per la riduzione delle emissioni inquinanti.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono rientrare in una o più delle seguenti tipologie:

  • A. Investimenti per l’efficienza energetica, ovvero quelli che riducono i consumi di energia, inclusi gli impianti di cogenerazione destinati all’autoconsumo.
  • B. Investimenti per la produzione di energia da fonti rinnovabili destinata all’autoconsumo.
  • C. Investimenti per la riduzione di emissioni inquinanti in atmosfera di PM10 o di NO2 a parità di capacità produttiva.
  • D. Investimenti per il risparmio, il riciclo dell’acqua all’interno del ciclo produttivo o per il riutilizzo delle acque reflue industriali.
  • E. Investimenti per rendere i propri residui di lavorazione prodotti o sottoprodotti.
  • F. Investimenti per utilizzare sottoprodotti di altre imprese o materiale riutilizzato o riciclato nel proprio ciclo produttivo in luogo di materie prime convenzionali.
  • G. Investimenti per la preparazione al riutilizzo o il riciclaggio di determinati rifiuti speciali.
  • H. Investimenti per la riduzione di altri impatti ambientali dei sistemi produttivi.
  • I. Altri Investimenti non compresi nelle tipologie d’intervento precedenti, ma strumentali a uno o più di essi.
  • J. Spese preparatorie per le relazioni da allegare alla domanda, che qualificano gli impatti ambientali degli interventi previsti e dimostrano la loro cantierabilità entro giugno 2021.
  • K. Altri studi ambientali di natura non ordinaria e routinaria compresi i servizi relativi all’ottenimento di certificazioni energetiche o ambientali e quelli riguardanti l’implementazione dei sistemi di gestione finalizzati a tale ottenimento.
  • L. Fabbisogno finanziario per l’avviamento di iniziative imprenditoriali dedicate a perseguire gli obiettivi dell’APEA.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili non possono essere inferiori ad € 50.000,00 e devono essere riconducibili alle seguenti voci:

  1. opere murarie e assimilate, acquisto e installazione di reti, impianti, apparecchiature, strumenti e materiali;
  2. investimenti in attivi materiali e immateriali relativi alla creazione di una nuova attività produttiva, all’ampliamento di una unità produttiva esistente, alla diversificazione della produzione;
  3. acquisizione di brevetti, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale;
  4. servizi di consulenza e assistenza tecnico-specialistica;
  5. servizi per l’adozione di sistemi di gestione e ambientale;
  6. spese preparatorie per le relazioni da allegare alla domanda;
  7. studi preliminari e di fattibilità quali business plan, analisi ambientali iniziali, valutazioni di impatto ambientale, rilievi e accertamenti;
  8. direzione lavori, collaudo, redazione dei piani della sicurezza in fase di cantiere;
  9. fidejussione a garanzia dell’anticipo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata fino al 30/04/2021.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Dicembre 2, 2020
veneto-innovazione-tecnologica-organizzativa-commerciale-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto sostiene le attività di innovazione e di trasferimento delle conoscenze presso le imprese, favorendo i processi di progettazione e sperimentazione delle soluzioni innovative, incentivando la brevettazione e il trasferimento dei risultati della ricerca.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA competente.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

Innovazione tecnologica: interventi di innovazione di prodotto e di servizio dalla fase di generazione delle idee alla progettazione, sperimentazione e prototipazione.

Sono compresi:

  • A1. Innovazione nella fase di concetto: generazione di nuove idee di prodotto e servizio, esplorazione delle alternative tecnologiche e di design, previsione di migliorare il prodotto esistente;
  • A2. Innovazione nelle fasi di progettazione e sperimentazione: servizi orientati alla progettazione dettagliata di prodotti e di processi produttivi o alle fasi successive nelle;
  • A3. Assistenza alla gestione della proprietà intellettuale finalizzata:
    • all’ottenimento o all’estensione di brevetti a livello europeo o internazionale, alla loro convalida e difesa;
    • all’ottenimento e al deposito di altri attivi immateriali quali marchi, licenze, know-how esclusivi, disegni e modelli di utilità.

Innovazione strategica: interventi di miglioramento del posizionamento competitivo dell’impresa attraverso una migliore offerta di valore al cliente o una maggiore efficienza nella gestione degli investimenti.

Sono compresi:

  • B1. Innovazione strategica per l’introduzione di nuovi prodotti/servizi: servizi finalizzati alla riduzione del rischio derivante dall’introduzione di nuovi prodotti/servizi, al fine di accrescere le probabilità di successo sul mercato;
  • B2. Innovazione del modello di business: servizi finalizzati alla riprogettazione dell’offerta per massimizzare il valore delle risorse e delle competenze limitando gli investimenti.

Innovazione organizzativa: predisposizione di un nuovo metodo organizzativo che preveda l’adozione di nuove procedure gestionali o il cambiamento delle strutture organizzative.

Sono compresi:

  • C1. Up-Grading organizzativo: servizi di consulenza e affiancamento volti ad orientare le imprese nel cambiamento organizzativo;
  • C2. Efficientamento produttivo: servizi di misurazione dell’efficienza operativa aziendale in riferimento all’attività manifatturiera, logistica o terziaria;
  • C3. Processi di innovazione aziendale: servizi propedeutici all’implementazione dei sistemi di gestione aziendali con l’obiettivo di ottenerne la certificazione;
  • C4. Innovazione organizzativa mediante gestione temporanea di impresa: servizi strategici di gestione completa e temporanea di un’azienda finalizzatii ad affrontare situazioni di criticità o di sviluppo e a garantire l’accrescimento delle competenze manageriali in azienda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione coerenti con l’intervento ammissibile.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo in conto capitale nelle misure riportate in tabella.

TIPOLOGIA DI SERVIZIO SPECIALISTICO % DI SOSTEGNO
A1. Innovazione nella fase di concetto 40%
A2. Innovazione nelle fasi di progettazione e sperimentazione 40%
A3. Assistenza alla gestione della proprietà intellettuale 40%
B1. Innovazione strategica per l’introduzione di nuovi prodotti/servizi 40%
B2. Innovazione del modello di business 40%
C1. Up-Grading organizzativo 30%
C2. Efficientamento produttivo 30%
C3. Processi di innovazione aziendale 30%
C4. Innovazione organizzativa mediante gestione temporanea di impresa 30%

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 10:00 del 16/02/2021 alle ore 17:00 del 23/02/2021.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Novembre 20, 2020
cciaa-arezzo-siena-gestione-certificati-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Arezzo e Siena contribuisce al miglioramento dell’efficienza e della competitività delle imprese e favorisce lo sviluppo del sistema economico locale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale in provincia di Siena.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’adozione, per la prima volta nel 2020, di sistemi di gestione certificati tra quelli riportati di seguito:

  • sistema di gestione per la Qualità secondo la norma UNI EN ISO 9001;
  • sistema di gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori secondo le norme ISO 45001;
  • sistema di gestione ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001;
  • attestazione SOA per le Imprese che appartengano al settore delle costruzioni (sezione F).

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle sostenute per l’ottenimento della prima certificazione rilasciata nell’anno 2020.

Le fatture attestanti le relative spese dovranno essere emesse da Organismi accreditati secondo la ISO/IEC 17021-1 e riconosciuti da Accredia.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili, fino aD un massimo di € 2.500,00.

Viene riconosciuta una premialità di € 250,00 alle imprese in possesso del rating di legalità.

TERMINE

Le domande devono essere inviate entro il 15/12/2020 e saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Luglio 31, 2020
mise-marchi-3-valore-consulting.jpeg

FINALITÀ

Il Bando supporta le imprese nella tutela dei marchi all’estero attraverso le due seguenti Misure:

  • Misura A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO attraverso l’acquisto di servizi specialistici;
  • Misura B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

BENEFICIARI

Sono ammissibili alle agevolazioni le Micro, Piccole e Medie Imprese che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede legale e operativa in Italia;
  • regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese, attive e in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • titolari del marchio oggetto della domanda di agevolazione;
  • hanno ottenuto, a decorrere dal 01/06/2016, la pubblicazione della domanda di registrazione sul Bollettino dell’EUIPO per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI (Romarin) per la Misura B e di hanno ottemperato al pagamento delle relative tasse di deposito.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili, a decorrere dal 01/06/2016, devono avere ad oggetto almeno una delle seguenti attività:

Misura A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO attraverso l’acquisto di servizi specialistici:

  • deposito domanda di registrazione presso EUIPO di un marchio e pagamento delle tasse di deposito.

Misura B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI attraverso l’acquisto di servizi specialistici:

  • deposito domanda di registrazione presso OMPI di un marchio registrato a livello nazionale presso UIBM o di un marchio dell’Unione Europea registrato presso EUIPO e pagamento delle tasse di deposito;
  • deposito domanda di registrazione presso OMPI di un marchio per il quale è già stata depositata domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO e pagamento delle tasse di deposito;
  • deposito domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI e pagamento delle tasse di deposito.

La pubblicazione della domanda di registrazione del marchio sul Bollettino dell’EUIPO per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI (Romarin) per la Misura B deve essere avvenuta a decorrere dal 01/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

SPESE AMMISSIBILI

Misura A

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. progettazione del marchio (ideazione elemento verbale – ad esclusione dell’ideazione di un elemento verbale coincidente con la denominazione dell’impresa stessa – e/o progettazione elemento grafico) effettuata da un professionista grafico titolare di partita IVA relativa all’attività in oggetto o da un’azienda di progettazione grafica/comunicazione;
  2. assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library;
  3. ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare, effettuate da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library;
  4. assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati. L’agevolazione per tale servizio potrà essere richiesta – nel rispetto dei limiti previsti per singolo marchio – anche a fronte di un’agevolazione già concessa a valere sul presente Bando presentando, entro i termini di vigenza dello stesso, una nuova successiva domanda di agevolazione;
  5. tasse di deposito presso EUIPO.

Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese (comprese le tasse di deposito) devono essere state sostenute a decorrere dal 1o/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione. Le spese devono fare riferimento a fatture emesse e a pagamenti effettuati a partire dal 01/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Misura B

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. progettazione del marchio nazionale/EUIPO (ideazione elemento verbale – ad esclusione dell’ideazione di un elemento verbale coincidente con la denominazione dell’impresa stessa – e/o progettazione elemento grafico) utilizzato come base per la domanda internazionale, a condizione che quest’ultima venga depositata entro 6 mesi dal deposito della domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO. L’attività di progettazione del marchio deve essere effettuata da un professionista grafico titolare di partita IVA relativa all’attività in oggetto o da un’azienda di progettazione grafica/comunicazione;
  2. assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library;
  3. ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare, effettuate da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library;
  4. assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati. L’agevolazione per tale servizio potrà essere richiesta – nel rispetto dei limiti previsti per singolo marchio – anche a fronte di un’agevolazione già concessa a valere sul presente Bando presentando, entro i termini di vigenza dello stesso, una nuova successiva domanda di agevolazione;
  5. tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale.

Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese, devono essere state sostenute a decorrere dal 1o/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione. Le spese devono fare riferimento a fatture emesse e a pagamenti effettuati a partire dal 01/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Ai fini dell’estensione e delle ricerche di anteriorità l’Unione Europea è considerata come un singolo Paese. Per uno stesso marchio è possibile cumulare le agevolazioni previste per le misure A e B (qualora nella misura B non si indichi l’Unione Europea come Paese designato) nel rispetto degli importi massimi indicati per marchio e per impresa.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, potrà arrivare fino all’80% delle spese ammissibili.

Misura A – L’importo massimo complessivo dell’agevolazione è pari a € 6.000,00 per domanda relativa ad un marchio depositato presso l’EUIPO.

Misura B – Per le domande di registrazione internazionale depositate dal 1° giugno 2016 l’importo massimo dell’agevolazione è pari a:

  • € 6.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi un solo Paese;
  • € 7.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi due o più Paesi.

Nel caso in cui la designazione interessi i Paesi USA e/o Cina l’agevolazione sarà pari al 90% delle spese ammissibili sostenute sempre nei limiti previsti per l’acquisto dei servizi riportati nel prospetto sopra indicato.

In tal caso, l’importo massimo dell’agevolazione è pari a:

  • € 7.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi USA o Cina;
  • € 8.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi USA e/o Cina e uno o più Paesi.

Sempre in relazione alle domande depositate dal 1 giugno 2016 per uno stesso marchio è possibile effettuare delle designazioni successive di ulteriori Paesi; in tal caso le agevolazioni saranno cumulabili fino all’importo massimo di € 7.000,00. Nel caso in cui la designazione successiva interessi i Paesi USA e/o Cina, senza che nessuno dei due Paesi sia stato designato in precedenti richieste di agevolazione, le agevolazioni saranno cumulabili fino all’importo massimo di € 8.000,00. Per domande di registrazione internazionale depositate prima del 1° giugno 2016 è possibile richiedere agevolazioni solo per le designazioni successive effettuate dopo il 1° giugno 2016; in tal caso l’importo massimo delle agevolazioni è pari a:

  • € 2.000,00 per domanda di designazione successiva di un solo Paese depositata presso l’OMPI;
  • € 3.000,00 per domande di designazione successiva di due o più Paesi depositate presso l’OMPI. Resta inteso che nel caso di designazioni di due o più Paesi effettuate in momenti diversi l’importo massimo cumulabile delle agevolazioni sarà di € 3.000,00. Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione, sia per la Misura A sia per la Misura B, fino al raggiungimento del valore complessivo di € 20.000,00.

TERMINE

Il bando ha chiuso per esaurimento risorse.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Luglio 23, 2020
sardegna-sostegno-adesione-regimi-di-qualità-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Sardegna incentiva la nuova adesione di agricoltori ai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari, attraverso la concessione di contributi per la copertura dei costi delle certificazioni e delle analisi eseguite per l’attività di controllo di parte terza.

BENEFICIARI

I beneficiari sono gli agricoltori in attività, che partecipano per la prima volta ai regimi di qualità nonchè gli agricoltori e le associazioni di agricoltori che intendono permanere negli stessi, aventi sede legale e/o unità operativa in Regione.

Sono ammesse le associazioni di agricoltori che comprendono imprenditori agricoli in attività che intendono partecipare per la prima volta ai regimi di qualità ammessi, quali:

  • consorzi di tutela dei prodotti DOP/IGP;
  • consorzi di tutela dei vini DOP/IGP;
  • organizzazioni di produttori e loro associazioni, riconosciute dalla normativa nazionale e iscritte agli elenchi regionali della Regione Sardegna;
  • consorzi e cooperative agricole.

Sia l’associazione che i singoli agricoltori hanno l’obbligo di costituire o aggiornare il fascicolo aziendale.

Gli organismi di certificazione privati devono essere accreditati per la certificazione nel territorio italiano dall’Ente Italiano di Accreditamento – Accredia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • prima adesione (1^annualità): è ammissibile l’intervento relativo alla prima adesione, nell’annualità 2020, ad un regime di qualità, tra quelli sotto elencati;
  • permanenza nel regime di qualità successiva alla prima adesione (2^, 3^, 4^, 5^ annualità): è ammissibile l’intervento relativo alla permanenza, nell’annualità 2020, in un regime di qualità al quale si è aderito per la prima volta nelle annualità precedenti al 2020, ma non precedentemente al 2016.

Regimi di qualità ammissibili:

  • denominazioni d’origine protetta (DOP), indicazioni geografiche protette (IGP) iscritte nell’apposito registro comunitario;
  • prodotti biologici;
  • vini a denominazione di origine protetta;
  • indicazioni geografiche delle bevande spiritose iscritte nello specifico registro comunitario;
  • vini aromatizzati, bevande aromatizzate a base di vino e cocktail aromatizzati di prodotti vitivinicoli, iscritti nello specifico registro comunitario;
  • regimi di qualità riconosciuti dallo Stato italiano, compresi i regimi di certificazione delle aziende agricole, dei prodotti agricoli, del cotone e dei prodotti alimentari;
  • regimi facoltativi di certificazione dei prodotti agricoli, riconosciuti dallo Stato italiano in quanto conformi agli orientamenti dell’Unione sulle migliori pratiche riguardo ai regimi facoltativi di certificazione per i prodotti agricoli e alimentari.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti spese:

  • quota di iscrizione per l’adesione al sistema di controllo;
  • quota annua fissa per l’attività di certificazione;
  • quota annua variabile per tutta l’attività di controllo e per l’attività di certificazione dell’organismo di certificazione;
  • analisi aggiuntive e verifiche supplementari richieste dall’organismo di controllo, tranne quelle di carattere sanzionatorio;
  • attività di verifica documentale e ispettiva dell’organismo di certificazione sostenute prima dell’iscrizione al sistema di controllo e successive al 26/03/2020;
  • partecipazione al sistema di qualità tra la data di emanazione del bando e la presentazione della domanda, qualora tali spese siano propedeutiche alla domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un incentivo per la prima partecipazione ai regimi di qualità, sotto forma di pagamento annuale, per un periodo massimo di 5 anni.

L’aiuto è concesso per un importo pari al 100% delle spese ammissibili.

Il sostegno è erogato fino ad un importo massimo di € 3.000,00 all’anno solare per singolo beneficiario, indipendentemente dal numero di regimi di qualità ai quali esso partecipa e dall’entità complessiva della spesa dichiarata.

Nel caso di beneficiario associato il massimale è riferito ad ogni singola azienda agricola partecipante all’associazione e per la quale è richiesto il sostegno.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata fino alle ore 13:00 del 14/09/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Luglio 14, 2020
puglia-innoprocess-supporto-soluzioni-ict-valore-consulting-1280x720.jpg

FINALITÀ

La Regione Puglia agevola la realizzazione di progetti di investimento volti alla diffusione delle ICT nelle imprese, attraverso aiuti mirati alla diffusione di servizi digitali innovativi.

Il Bando sarà incentrato sulle seguenti Aree di Innovazione:

  • Manifattura sostenibile
  • Salute dell’uomo e dell’ambiente
  • Comunità digitali, creative e inclusive

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, in forma singola o associata, sotto forma di Consorzi, ATI o Reti di Imprese aventi sede legale e/o unità locale iscritte nel Registro delle Imprese della CCIAA della Puglia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto lo sviluppo e il rafforzamento tecnologico, attraverso l’acquisizione dei seguenti servizi per l’innovazione dei processi e dell’organizzazione:

1. supporto dei processi produttivi basati su tecnologie e dispositivi comunicanti fra loro:

  • soluzioni di big data analytics;
  • tecnologie Industrial Internet of Things;
  • network di sensori e trasmettitori di radiofrequenze;
  • cloud manufacturing;
  • soluzioni di machine learning a supporto di robot dotati di capacità ergonomiche, di apprendimento e problem solving;
  • tecnologie industriali di Additive Manufacturing;
  • nuove configurazioni di macchine e sistemi eco-sostenibili per ottimizzare efficienza energetica ed impatto ambientale dei sistemi di produzione.

2. supporto dell’innovazione dei processi di gestione aziendale:

  • interventi per la riduzione dei tempi di lavorazione;
  • implementazione di sistemi per la riduzione dei costi di erogazione;
  • adozione di metodologie e standard per lo sviluppo di sistemi di produzione lean e green;
  • soluzioni in grado di gestire lavorazioni on demand e just in time;
  • architetture di automazione distribuite e riconfigurabili;
  • strumenti evoluti a supporto delle fasi di progettazione.

3. supporto dell’innovazione dei processi di fornitura e distribuzione:

  • implementazione di tecnologie di comparazione del ciclo di vita e delle caratteristiche di prodotto;
  • strumenti di business e market intelligence;
  • sistemi intelligenti con lenti a realtà aumentata per il supporto alla gestione dei centri di distribuzione;
  • supply chain management;
  • customer relationship management;
  • sistemi di community building virtuali per la condivisione di esperienze e conoscenze.

4. sviluppo e adozione di soluzione e-commerce:

  • adozione di servizi per l’implementazione e la diffusione di soluzioni innovative on−line;
  • e−commerce per l’ampliamento del mercato e dei canali commerciali;
  • negozio on−line funzionale ad un progetto di sviluppo di innovazione;
  • soluzioni e−commerce per l’agevolazione delle transazioni.

5. supporto al cambiamento organizzativo:

  • analisi e mappatura dei processi organizzativi;
  • realizzazione di benchmarking analysis;
  • ridisegno dei processi delle strutture organizzative;
  • supporto all’implementazione di nuove strutture e procedure organizzative;
  • analisi e controllo dei costi aziendali e determinazione del pricing;
  • supporto al management nella gestione del cambiamento organizzativo;
  • supporto all’implementazione di asset organizzativi volti all’ottimizzazione e all’efficacia della struttura finanziaria e della gestione del credito.

6. supporto all’implementazione di sistemi di gestione per la sicurezza delle informazioni:

  • identificazione fattori di rischio e attuazione di specifiche strategie di gestione;
  • consolidamento dei sistemi di sicurezza delle informazioni;
  • protezione dei dati da accessi non autorizzati e da virus informatici;
  • riduzione dei danni che comportano responsabilità legali e contrattuali;
  • prevenzione del rischio di business interruption;
  • gestione sicurezza informatica;
  • analisi delle minacce e verifiche vulnerabilità associate agli asset informatici.

7. supporto ai processi di certificazione aziendale:

  • certificazione dei processi organizzativi, di produzione e distribuzione;
  • supporto tecnico alla certificazione;
  • analisi e redazione di piani d’azione;
  • per audit e audit di certificazione.

La durata dell’intervento non può essere superiore a 12 mesi più un’ulteriore proroga massima di 3 mesi.

L’intervento deve avere un valore complessivo ammissibile compreso tra € 10.000,00 e € 270.000,00 per MPMI in forma singola e compreso tra € 10.000,00 e € 400.000,00 per i raggruppamenti.

Nello specifico ogni singolo servizio, tra quelli sopra elencati, assume le seguenti misure:

TIPOLOGIA SERVIZIO INTERVENTO MINIMO AMMISSIBILE INTERVENTO MASSIMO AMMISSIBILE INTERVENTO MASSIMO AMMISSIBILE PER RAGGRUPPAMENTI
1 € 15.000,00 € 100.000,00 € 140.000,00
2 € 10.000,00 € 70.000,00 € 120.000,00
3 € 10.000,00 € 70.000,00 € 120.000,00
4 € 10.000,00 € 60.000,00 € 110.000,00
5 € 10.000,00 € 70.000,00 € 120.000,00
6 € 15.000,00 € 100.000,00 € 140.000,00
7 € 10.000,00 € 60.000,00 € 110.000,00

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle relative a:

  • personale;
  • strumentazione ed attrezzature;
  • ricerca contrattuale, competenze e brevetti acquisiti;
  • spese generali e altri costi di esercizio;
  • ottenimento, convalida e difesa dei brevetti e di altri attivi materiali;
  • servizi di consulenza a sostegno dell’innovazione.

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

Nel caso di interventi presentati da raggruppamenti di imprese, nessuna delle MPMI aderenti deve sostenere spese superiori al 50% di quelle ammissibili.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di una sovvenzione diretta nella misura del 46% delle spese complessive ammissibili.

Vengono stabilite delle premialità, fino ad un massimo del 4%, nelle seguenti misure:

REQUISITO VALUTAZIONE INCREMENTO % INTENSITA’ AIUTO
R1 – Responsabilità sociale d’impresa e certificazione etica Possesso alla data di candidatura della certificazione etica SA8000 1%
R2 – Sostenibilità ambientale Candidatura che prevede un impatto ambientale positivo; possesso alla data di candidatura di sistemi di gestione ambientale certificati (ISO 14001-EMAS II,..) 1%
R3 – Rating di legalità Possesso del Rating di legalità 1%
R4 – Principio di parità e non discriminazione Candidatura che prevede la responsabilità del progetto a personale femminile o giovanile (età compresa tra i 18/40 anni); progetto di imprese che hanno realizzato nell’ultimo biennio un progetto di azioni positive o se hanno realizzato almeno una iniziativa di conciliazione vita-lavoro; progetti attivati da imprese a partecipazione maggioritaria/titolarità femminile o giovanile (età compresa tra i 18/40 anni). 1%

TERMINE

La domanda deve essere presentata a partire dalle ore 12:00 del 27/07/2020. La misura rimarrà aperta fino ad esaurimento risorse.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Luglio 2, 2020
cciaa-cuneo-contributi-certificazioni-volontarie-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Cuneo favorisce le imprese che sostengono le spese relative alle certificazioni volontarie di prodotto e di processo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese attive, aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Cuneo.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto le seguenti certificazioni volontarie di prodotto e di processo:

  1. certificazioni di sistemi di gestione qualità: certificazione UNI EN ISO 9001;
  2. certificazioni ambientali: marchio EMAS o certificazione UNI EN ISO 14001;
  3. certificazioni sistemi gestione salute e sicurezza: certificazione OHSAS 18001;
  4. linee guida UNI-INAIL o modello organizzativo e gestionale;
  5. responsabilità sociale ed etica: certificazione SA8000;
  6. certificazioni FSC – PEFC: gestione responsabile delle foreste e catena di custodia dei prodotti;
  7. sicurezza alimentare: certificazioni UNI EN ISO 22000:2005, UNI EN ISO 22005/2008, schema di certificazione FSSC 22000, BRC e IFS, Standard GlobalGAP, certificazioni volontarie carni CE 653/2014;
  8. certificazioni Halal, certificazioni Kosher;
  9. sicurezza delle informazioni: certificazione UNI CEI ISO 27001:2006;
  10. sistemi di gestione dell’energia – Energy Management System: certificazione UNI CEI EN ISO 50001/2011; la consulenza per la redazione di diagnosi energetica condotta da società di servizi energetici, esperti in gestione dell’energia o auditor energetici e da ISPRA relativamente allo schema volontario EMAS;
  11. implementazione del sistema di valutazione sul legno e derivati;
  12. certificazione EN1176 per attrezzature ludiche ad uso pubblico;
  13. schemi di qualificazione del sistema camerale (TF Traceability & Fashion, Edilizia sostenibile, Affidabilità & Efficienza, GreenCare);
  14. certificazione del sistema gestione per la salute e sicurezza sul lavoro ISO 45001:2018;
  15. convalida dell’asserzione ambientale autodichiarata UNI EN ISO 14021, su diversi aspetti ambientali di prodotto come il contenuto di materiale riciclato;
  16. marchio di qualità ecologica Ecolabel per prodotti con un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita, con particolare riferimento ai prodotti edilizi per coperture e rivestimenti, vernici e pitture (2010/18/CE30,2009/607/CE31, 2009/967/CE32, secondo il Regolamento CE n 66/2010);
  17. Certificazione Ambientale di Prodotto ReMade in Italy per materiali e manufatti a base di materiale riciclato, con riferimento alle percentuali di riciclato UNI EN ISO 14021;
  18. Certificazione Ambientale di Prodotto PSV per materiali e manufatti a base di plastica riciclata, con riferimento alle percentuali di riciclato UNI EN ISO 14021;
  19. Dichiarazione Ambientale di Prodotto EPD UNI EN ISO 14025 e UNI EN 15804, analizza e quantifica le prestazioni ambientali di prodotto sulla base dell’Analisi del Ciclo di Vita (LCA-ISO 14040) del processo produttivo;
  20. Certificazione UCI – Unione ciclistica internazionale;
  21. Modelli organizzativi e di gestione previsti dalla disciplina sulla responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche.

L’intervento ammissibile deve avere un valore complessivo pari o superiore a € 700,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono:

  • conseguimento o mantenimento delle certificazioni mediante l’intervento di un Organismo Notificato;
  • consulenza necessaria al superamento dell’audit di conformità.

Le spese devono essere sostenute tra lo 01/01/2020 e il 31/12/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo nella misura del 30% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 2.000,00.

L’agevolazione è cumulabile con altre agevolazioni concesse per la medesima spesa.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/07/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Maggio 20, 2020
sardegna-microincentivi-innovazione-2020-valore-consulting-1280x644.jpg

FINALITÀ

L’intervento incrementa la capacità innovativa e la competitività delle imprese operanti in Sardegna per generare crescita e occupazione mediante il sostegno a progetti rivolti all’introduzione di innovazioni di prodotto o di processo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, aventi la sede operativa principale in Sardegna ed iscritti nel registro delle imprese, nei casi previsti dalla legge, ovvero in albi, collegi, registri ed elenchi pubblici tenuti da altri enti e/o soggetti della pubblica amministrazione.

Non rientrano tra i beneficiari le imprese che operano nei seguenti settori: pesca, acquacoltura, produzione primaria di prodotti agricoli, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti che prevedono lo sviluppo di nuovi prodotti o processi produttivi, o il significativo miglioramento di prodotti o processi esistenti.

I progetti devono prevedere ricadute economiche nel territorio della Sardegna ed essere riferibili ad una delle traiettorie tecnologiche della Strategia di Specializzazione intelligente regionale (S3).

Nell’ambito della Misura sono state individuate due tematiche per le quali è prevista l’attribuzione di un maggiore beneficio:

  • valorizzazione di titoli di proprietà industriale (brevetti, design e marchi);
  • interventi rivolti ad affrontare e gestire i rischi connessi all’infezione da Coronavirus.

I beneficiari potranno usufruire inoltre dei seguenti servizi di consulenza in materia di innovazione e servizi di supporto all’innovazione;

  • A.1 Servizi tecnici di progettazione e implementazione di innovazione di prodotto o di processo produttivo;
  • A.2 Servizi tecnici di sperimentazione;
  • A.3 Certificazione di prodotto (rilasciate da Organismi accreditati Accredia);
  • A.4 Servizi per l’individuazione e l’adeguamento dei prodotti a normative tecniche estere;
  • A.5 Servizi di assistenza e informazione in tema di Proprietà intellettuale.

La durata del progetto è di 8 mesi a partire dalla data di comunicazione del provvedimento di concessione provvisoria dell’agevolazione.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SIGLA PROGETTO PROGETTO DESCRIZIONE TOPILOGIA DEI SERVIZI COSTO MASSIMO TOTALE DEL PROGETTO INTENSITA’ DELL’AGEVOLAZIONE
PS Standard Sviluppo di nuovi prodotti/processi nei vari settori di interesse delle imprese operanti in Sardegna A1, A2, A3, A4 € 18.750,00 80%
IC Interventi Covid-19 Sviluppo di soluzioni e tecnologie in grado di rispondere alle nuove esigenze, individuali e collettive, derivate dall’emergenza epidemiologica. A1, A2, A3, A4 € 15.000,00 100%
PI PI-1 Valorizzazione di titoli di prorpeità industriale Sviluppo o miglioramento di prodotti/processi innovativi, basati su un’invenzione brevettata, o su design o marchio registrato, A1, A2, A3, A4 € 15.000,00 100%
PI-2 Servizi di assistenza ed informazione in tema di proprietà intellettuale Servizi di assistenza e informazione in tema di Proprietà intellettuale. A5 Importo massimo dell’aiuto pari a € 15.000 (costi amministrativi inclusi) 100% (costi di consulenza)
Costi amministrativi relativi ai servizi di cui sopra (tasse di deposito e d’esame) A5 Importo massimo dell’aiuto pari a € 15.000 (costi amministrativi inclusi) 50% (costi amministrativi)

SPESE AMMISSIBILI

Le spese devono essere sostenute tra la data di concessione provvisoria dell’agevolazione e la data di conclusione del progetto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto, il cui valore massimo è pari ad € 15.000,00.

L’ intensità massima è pari al 100%, a condizione che l’importo totale degli aiuti per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione non superi il limite di € 200.000,00 nei tre anni.

Le intensità ed i massimali sono indicati nella sottostante tabella.

SIGLA PROGETTO PROGETTO COSTO MASSIMO TOTALE DEL PROGETTO INTENSITA’ DELL’AIUTO
PS Standard € 18.750,00 80%
IC Interventi Covid 19 € 15.000,00 100%
PI PI -1 Valorizzazione di titoli PI € 15.000,00 100%
PI -2 Assistenza ed informazione PI Importo massimo dell’aiuto pari a € 15.000 (Costi amministravi inclusi) 100% (costi di consulenza)
50% (costi amministrativi)

TERMINE

La domanda potrà essere presentata fino al 31/12/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Marzo 25, 2020
lombardia-innodriver-misura-c.jpeg

FINALITÀ

L’iniziativa sostiene le MPMI lombarde o liberi professionisti nell’ottenimento di nuovi brevetti europei e internazionali o nell’estensione degli stessi a livello europeo o internazionale relativamente a invenzioni industriali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese nonché i liberi professionisti in possesso dei seguenti requisiti:

Imprese:

  • regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese; le imprese non residenti nel territorio italiano devono essere costituite secondo le norme del diritto civile e commerciale vigenti nello Stato di residenza dell’Unione Europea e iscritte nel relativo Registro delle imprese.

Professionisti:

  • in forma singola, associata o societaria la cui professione è organizzata in albi, ordini o collegi professionali, dotati di partita IVA e che svolgono l’attività professionale presso uno studio con sede nel territorio lombardo;
  • non regolamentati, anche in forma associata, dotati di partita IVA e che svolgono l’attività professionale presso uno studio con sede nel territorio lombardo.

I liberi professionisti iscritti al registro delle imprese dovranno partecipare in qualità di PMI.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto le attività funzionali al deposito di domande di brevetto di un’invenzione industriale a livello europeo o internazionale o estensione di domande precedentemente depositata presso l’UiBM e successivamente estesa a EPO/WIPO fino all’ottenimento di un rapporto di ricerca da parte dell’organo competente (EPO o WIPO).

Gli interventi ammissibili devono avere ricadute economiche nel territorio lombardo. I progetti devono essere riferibili a una delle Aree di Specializzazione della “Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione” S3, ovvero:

  1. Aerospazio
  2. Agroalimentare
  3. Eco‐industria
  4. Industrie creative e culturali
  5. Industria della Salute
  6. Manifatturiero Avanzato
  7. Mobilità sostenibile

oppure all’area trasversale di sviluppo Smart cities and communities.

Il processo di brevettazione, finalizzato all’ottenimento da parte del soggetto proponente (impresa o libero professionista) di un rapporto di ricerca relativo ad un’invenzione industriale per la quale ha depositato domanda di brevetto, si articola, sia nel caso europeo sia in quello internazionale, nelle seguenti fasi:

  • presentazione della domanda di brevetto da parte del soggetto proponente;
  • valutazione formale da parte dell’organo competente;
  • pubblicazione del rapporto di ricerca da parte dell’organo competente.

Con riferimento alla presentazione della domanda di brevetto:

  • Nel caso del processo di brevettazione europea, la presentazione della domanda di brevetto da parte del proponente può avvenire tramite due diverse procedure:
  1. Presentazione della domanda direttamente presso EPO;
  2. Presentazione della domanda presso UiBM e successiva estensione della domanda presso EPO.
  • Nel caso del processo di brevettazione internazionale, la presentazione della domanda di brevetto da parte del proponente può avvenire tramite due diverse procedure:
  1. Presentazione della domanda, in linea con il Patent Cooperation Treaty, direttamente presso il Receiving Office (WIPO, EPO o UiBM);
  2. Presentazione della domanda presso UiBM e successiva estensione della domanda presso WIPO.

In seguito alle fasi sopra descritte, e successivamente alla valutazione formale da parte dell’organo, avviene la pubblicazione del rapporto di ricerca da parte dell’organo competente.

I progetti ammissibili devono rispettare le seguenti previsioni:

  • Domanda diretta presso EPO o Receiving Office (EPO, WIPO o UiBM).
  1. La presentazione della domanda di brevetto presso l’organo competente deve avvenire nel periodo compreso tra il 23/10/2019 e i 365 giorni successivi alla data di pubblicazione sul BURL del decreto di concessione (data di realizzazione del progetto).
  • Estensione della domanda di brevetto.
  1. La presentazione della domanda all’UiBM può avvenire a partire dai 12 mesi precedenti il 23/10/2019.
  2. La successiva estensione presso l’organo competente, invece, deve avvenire nel periodo compreso tra la suddetta data del 23/10/2019 e i 365 giorni successivi alla data di pubblicazione sul BURL del decreto di concessione (data realizzazione del progetto). In entrambi i casi i beneficiari devono presentare il rapporto di ricerca emesso dall’organo competente entro 2 mesi dal ricevimento dello stesso e comunque non oltre il 31/07/2022.

Le nuove domande di brevetto e le domande di estensione di brevetti ammissibili al Bando non possono essere già state finanziate nell’ambito del Bando Innodriver Misura C edizione 2017.

Ogni beneficiario potrà presentare una sola richiesta di contributo.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono essere sostenute tra il 23/10/2019 e la data di pubblicazione del rapporto di ricerca da parte dell’organo competente.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto secondo le percentuali indicate nella sottostante tabella.

TIPOLOGIA DI BREVETTO SOMMA FORFETTARIA CONTRIBUTO CONCEDIBILE % DI CONTRIBUTO CONCEDIBILE
1) Nuovo brevetto europeo € 7.100,00 € 4.250,00 60%
2) Estensione brevetto europeo € 7.100,00 € 3.550,00 50%
3) Nuovo brevetto internazionale € 9.000,00 € 5.400,00 60%
4) Estensione brevetto internazionale € 9.000,00 € 4.500,00 50%

TERMINE

La domanda può essere presentata fino alle ore 15:00 del 30/06/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification