Notizie e Bandi

Dicembre 29, 2020
cciaa-riviere-di-liguria-fiere-e-internazionalizzazione-2021-valore-consulting-1.jpg

FINALITÀ

La CCIAA Riviere di Liguria favorisce i processi di internazionalizzazione incentivando la partecipazione a fiere nazionali ed estere.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, nonché i loro i consorzi e le reti aventi soggettività giuridica, con sede legale o unità locale nelle province di Imperia, La Spezia e Savona.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la partecipazione a manifestazioni fieristiche ed eventi svolti sia con partecipazione in presenza che in modalità virtuale nel periodo tra lo 01/01/2021 e il 31/12/2021, quali:

  • fiere all’estero;
  • fiere con qualifica internazionale in Italia, approvate dalla conferenza delle Regioni e Province Autonome;
  • fiere e azioni per l’internazionalizzazione organizzate in Italia dalla CCIAA Riviere di Liguria e, all’estero, in collaborazione con I.C.E.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute per:

  1. affitto dello spazio espositivo;
  2. quota obbligatoria di iscrizione alla fiera;
  3. pulizia stand, noleggio attrezzature espositive;
  4. allacciamenti e consumi elettrici e idrici, connessione web;
  5. iscrizione o inserzioni pubblicitarie sul catalogo ufficiale o sul sito internet della fiera;
  6. servizi di interpretariato in fiera resi da personale qualificato;
  7. spese per servizi doganali;
  8. ricerca e individuazione di potenziali partners;
  9. organizzazione di incontri con potenziali partners;
  10. servizi di supporto organizzativo e assistenza qualificata;
  11. quota iscrizione, inserzioni pubblicitarie, interpretariato, traduzioni, spese di organizzazione di incontri con potenziali partners per la partecipazione in modalità virtuale.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo, la cui intensità è pari al 60% delle spese ammissibili, entro i seguenti limiti:

  • € 2.000,00 per partecipazioni in presenza in Italia;
  • € 3.500,00 per partecipazioni in presenza all’estero in Paesi appartenenti all’Unione Europea;
  • € 5.000,00 per partecipazioni in presenza all’estero in Paesi extraeuropei;
  • € 1.000,00 per la partecipazione alle fiere in modalità virtuale.

TERMINE

Le domande possono essere presentate dallo 01/01/2021 e verranno esaminate sulla base di una procedura a sportello.


Dicembre 14, 2020
lombardia-linea-internazionalizzazione-plus-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia supporta la realizzazione di progetti di internazionalizzazione complessi da parte di PMI tramite la realizzazione di programmi integrati atti a sviluppare o consolidare la presenza e la capacità di azione nei mercati esteri.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese iscritte al Registro delle Imprese da almeno 2 anni ed aventi una sede operativa in Lombardia.

Non rientrano tra i beneficiari le imprese con codice ATECO 2007 primario di cui alle sezioni A, L e K.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto programmi integrati di sviluppo internazionale per la promozione dell’export in Paesi esteri attraverso lo sviluppo e il consolidamento della presenza e della capacità d’azione delle PMI.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi a collegati quali workshop, eventi B2B e seminari, nonchè le spese per la partecipazione a fiere virtuali e per l’utilizzo di piattaforme di matching;
  2. istituzione temporanea all’estero per un massimo di 6 mesi di showroom o spazi espositivi per la promozione dei prodotti e brand sui mercati esteri. Sono inoltre ammissibili le spese per vetrine ed esposizioni virtuali;
  3. azioni di comunicazione e advertising per la promozione di prodotti o brand su mercati esteri;
  4. spese relative allo sviluppo o adeguamento di siti web o l’accesso a piattaforme cross border (B2B e B2C) per consolidare la propria posizione sui mercati esteri;
  5. consulenze in relazione al progetto e al programma di internazionalizzazione;
  6. spese per il conseguimento di certificazioni estere per prodotti da promuovere nei Paesi target;
  7. commissioni per eventuali garanzie fidejussorie;
  8. spese per il personale dipendente impiegato nel progetto di internazionalizzazione;
  9. spese generali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, a copertura fino al 100% delle spese ammissibili, assumerà la duplice veste di:

  • un finanziamento a tasso agevolato, per l’80% delle spese ammissibili, compreso tra i 3 e i 6 anni, con un periodo di preammortamento massimo pari a 24 mesi;
  • un contributo a fondo perduto, per il 20% delle spese ammissibili.

L’agevolazione andrà da un minimo di € 40.000,00 ad un massimo di € 500.000,00 ed è cumulabile con altre agevolazioni concesse per le medesime spese, qualificabili come aiuti di Stato.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del Bando da parte di Finlombarda Spa.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Dicembre 3, 2020
simest-patrimonializzazione-enti-fieristici-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’intervento supporta i processi di internazionalizzazione degli enti fieristici italiani, costituiti in forma di società di capitali e delle imprese per accrescere la loro competitività sui mercati esteri.

BENEFICIARI

I beneficiari devono:

  • essere un ente fieristico o una società che organizza eventi fieristici di rilievo internazionale;
  • essere costituiti in forma di società di capitali;
  • avere organizzato o ospitato, nei 4 anni precedenti la presentazione della domanda, almeno un evento/fiera di respiro internazionale, presente nel calendario AEFI.

INTERVENTI

L’intervento si articola in due fasi:

  • prima fase: dalla data di erogazione del finanziamento alla fine del secondo esercizio intero del beneficiario;
  • seconda fase:
  1. i beneficiari che al termine della prima fase non mantengono il livello di solidità patrimoniale di ingresso o non incrementano, almeno in un anno del periodo di preammortamento, il numero di eventi/fiere di respiro internazionale rispetto all’anno precedente alla presentazione della domanda, rimborsano il finanziamento ottenuto in un periodo massimo di 4 anni al tasso di riferimento. In tal caso è necessaria la proroga della garanzia acquisita o l’acquisizione di idonea garanzia per l’intera durata del finanziamento;
  2. i beneficiari che al termine della prima fase dell’intervento mantengono o migliorano il livello di solidità patrimoniale di ingresso e incrementano, almeno in un anno del periodo di preammortamento, il numero di eventi/fiere di respiro internazionale rispetto all’anno precedente alla presentazione della domanda, rimborsano il finanziamento ottenuto in un periodo massimo di 4 anni al tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa europea vigente alla data della delibera di concessione del finanziamento.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un finanziamento agevolato il cui importo massimo è pari a € 10.000.000,00, garantito da:

  • garanzia autonoma rilasciata da una banca, da una compagnia di assicurazioni o da un intermediario finanziario affidato da SIMEST;
  • pegno su saldo di conto corrente;
  • altre tipologie di garanzie deliberate da SIMEST.

Fino al 31/12/2020 il beneficiario potrà richiedere il finanziamento senza dover presentare alcuna garanzia.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dal 09/12/2020 fino ad esaurimento risorse.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


Novembre 18, 2020
cciaa-sondrio-export-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Sondrio sostiene le imprese che operano sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business su nuovi o primi mercati di sbocco.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o operativa in provincia di Sondrio.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, quali ad esempio:

  • progetti di sviluppo della presenza sui mercati esteri e inserimento in azienda di un temporary export manager (TEM) in affiancamento al personale aziendale;
  • piani aziendali volti a rafforzare la presenza all’estero dell’impresa, individuando nuove opportunità di business nei mercati già serviti o in nuovi mercati di sbocco;
  • servizi di analisi e orientamento per facilitare l’accesso sui mercati esteri e individuare nuovi canali;
  • analisi e ricerche di mercato per la predisposizione di studi di fattibilità inerenti a specifici mercati di sbocco;
  • ricerca di clienti e partner, per stipulare contratti commerciali, accordi di collaborazione, programmare attività di outgoing o incoming;
  • formazione imprenditoriale e del personale addetto;
  • potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera, compresa la predisposizione e traduzione dei contenuti di brochure e presentazioni;
  • ottenimento o rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri;
  • protezione del marchio dell’impresa all’estero;
  • servizi di assistenza specialistica sul versante legale, organizzativo, contrattuale o fiscale legato all’estero, con specifico riferimento alle necessità legate all’emergenza da Covid-19.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per servizi di consulenza o assistenza tecnica nonchè quelle di formazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo la cui intensità massima è pari al 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 3.500,00. L’importo minimo è di € 1.400,00.

L’agevolazione è cumulabile, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti di cui al “Quadro Temporaneo” e con aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento GBER a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme relative al cumulo.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro le ore 12:00 del 18/12/2020 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Ottobre 20, 2020
cciaa-sassari-fiere-e-mostre-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Sassari favorisce la partecipazione a fiere e mostre in Italia e all’estero.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese aventi sede legale o unità operativa nel territorio di competenza della CCIAA di Sassari, comprese le cooperative, le imprese artigiane, i consorzi, le reti di imprese e le O.P.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la partecipazione a manifestazioni, fiere, mostre, BtoB e attività affini svolte in Italia e all’estero alle quali le imprese partecipano con un proprio spazio.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • affitto dello spazio espositivo e servizi fieristici di supporto;
  • iscrizione al catalogo ufficiale;
  • trasporto dei prodotti da esporre;
  • interpretariato;
  • viaggio effettuato in classe economica con vettori aerei, navali ed altri mezzi pubblici;
  • pernottamento in hotel classificati con massimo 4 stelle;
  • materiale promozionale dedicato;
  • servizi resi da Camere di Commercio italiane all’estero.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto che non potrà essere superiore al 50% delle spese ammissibili, fino alla concorrenza massima di:

  • € 2.500,00 per le manifestazioni in Italia;
  • € 3.000,00 per le manifestazioni nei Paesi europei;
  • € 3.500,00 per le manifestazioni nei Paesi extraeuropei.

Nel caso in cui la domanda venga presentata da un’aggregazione composta da almeno tre imprese, l’entità del contributo, è pari all’80% delle spese ammissibili per ciascuna impresa aderente all’aggregazione.

Il contributo massimo concedibile per ciascuna impresa è pari ad € 5.000,00 per anno solare.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/12/2020.


Ottobre 19, 2020
cciaa-brescia-fiere-in-italia-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Brescia sostiene la partecipazione delle MPMI del proprio territorio in qualità di espositori a fiere e mostre con qualifica nazionale o internazionale ed incontri d’affari.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, loro consorzi e cooperative, appartenenti ai settori dell’industria, dell’agricoltura, del commercio, del turismo e dei servizi nonchè dell’artigianato con sede legale o unità locale operativa nella provincia di Brescia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la partecipazione, in qualità di espositori, a:

  • fiere e mostre con qualifica nazionale o internazionale;
  • fiere e mostre organizzate dagli organismi partecipati dall’Ente camerale bresciano;
  • incontri di affari quali “matching” o workshop aventi valenza nazionale o internazionale.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese aventi ad oggetto i costi per il noleggio dell’area espositiva ed i costi di allestimento dello stand.

Le spese devono essere sostenute dallo 01/01/2020 al 31/12/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo pari al 50% della spesa ammissibile ed il cui valore massimo sarà pari ad € 3.500,00 ed è cumulabile con altre forme di beneficio dello Stato o di altri Enti pubblici, nell’ambito del Quadro Temporaneo.

E’ prevista una premialità nei confronti dei beneficiari in possesso del rating di legalità, così determinata:

  • possesso di 1 stella di rating: € 150,00;
  • possesso di 2 stelle di rating: € 300,00;
  • possesso di 3 stelle di rating: € 500,00.

TERMINE

La domanda può essere presentata dalle ore 09:00 del 19/01/2021 alle ore 16:00 del 25/01/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Ottobre 19, 2020
cciaa-brescia-fiere-in-lombardia-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Brescia sostiene la partecipazione delle imprese del territorio a fiere, mostre e incontri d’affari che si terranno in Lombardia.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, loro consorzi e cooperative, appartenenti ai settori dell’industria, agricoltura, commercio, turismo e servizi o artigianato ed aventi sede legale o unità locale operativa nella provincia di Brescia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la partecipazione, in qualità di espositori, ai seguenti eventi tenutisi in Lombardia dallo 01/08/2020 al 31/12/2020:

  • fiere e mostre con qualifica nazionale o internazionale;
  • fiere e mostre organizzate o promosse dagli organismi partecipati dall’Ente camerale bresciano;
  • incontri d’affari quali “matching” o workshop aventi valenza nazionale o internazionale;

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per il noleggio dell’area espositiva ed i costi di allestimento dello stand.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo pari al 50% delle spese ammissibili entro il limite massimo di € 3.500,00 ed è cumulabile con altre forme di beneficio dello Stato o di altri Enti pubblici, nell’ambito del Quadro Temporaneo.

Alle imprese in possesso del rating di legalità è riconosciuta una premialità, nelle seguenti misure:

  • possesso di 1 stella di rating: € 150,00;
  • possesso di 2 stelle di rating: € 300,00;
  • possesso di 3 stelle di rating: € 500,00.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 09:00 del 26/01/2021 alle ore 16:00 del 01/02/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Ottobre 6, 2020
cciaa-lucca-digitalizzazione-sostenibilita-internazionalizzazione-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Lucca supporta le imprese al fine di favorire il rilancio produttivo tramite introduzione di tecnologie conformi ad economia 4.0 e/o l’acquisizione di competenze strategiche e/o trasversali da parte dei dipendenti e supportando l’internazionalizzazione intesa sia come rafforzamento della presenza sui mercati esteri che come sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro e piccole imprese con sede legale o unità locale nella provincia di Lucca.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

Digitalizzazione e competitività:

  • progetti di innovazione di processo o di prodotto attraverso l’adozione di sistemi digitali o conformi alla transizione 4.0 quali:
    • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
    • sistemi di e-commerce interconnessi con marketplace o gestionali aziendali;
    • sistemi di cybersecurity e business continuity;
    • connettività a Banda Ultralarga;
    • internet delle cose e delle macchine;
    • big data analytics;
    • intelligenza artificiale;
    • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
    • prototipazione rapida;
    • sistemi tecnologici applicati alla logistica di magazzino;
    • stampa 3D e additive manufacturing;
    • tecnologie per l’instore customer experience;
    • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività.
  • miglioramento o certificazione delle competenze strategiche o trasversali ottenute dai propri dipendenti, comprese quelle linguistiche.

Sostenibilità ambientale delle attività economiche:

Interventi finalizzati all’ottenimento di una delle seguenti certificazioni/etichette:

  • Certificazioni di sistemi di gestione ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001: 2015;
  • Ecoetichette di tipo I (norma di riferimento ISO 14024), come, ad esempio Ecolabel;
  • Certificazioni di sistema di gestione ambientale emas;
  • Certificazioni di sistemi di gestione energetica secondo la norma ISO 50001;
  • Certificazione PEFC;
  • Certificazione FSC;
  • Certificazione EPD Italy e EPD International;
  • Altri sistemi di certificazioni ambientali che prevedono l’applicazione della metodologia LCA;
  • Certificazione remade italy;
  • Certificazione di sostenibilità eventi ai sensi SO 20121:2012.

Internazionalizzazione:

  • percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, quali:
    • servizi di analisi e orientamento specialistico per facilitare l’accesso e il radicamento sui mercati esteri nonchè per individuare nuovi canali esteri;
    • potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera, compresa la predisposizione, revisione, traduzione dei contenuti di brochure, sito internet;
    • ottenimento o rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri o a sfruttare determinati canali commerciali;
    • protezione del marchio dell’impresa all’estero.
  • sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero quali:
    • realizzazione di “virtual matchmaking”, ovvero lo sviluppo di percorsi di incontri d’affari e B2B virtuali tra buyer internazionali e operatori nazionalia;
    • avvio e sviluppo della gestione di business on line, attraverso l’utilizzo e il corretto posizionamento su piattaforme, marketplace e sistemi di smart payment internazionali;
    • realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • acquisto proprietà o acquisto in leasing di beni strumentali materiali ed immateriali;
  • canoni, licenze d’uso e noleggio attrezzature;
  • acquisto di servizi di consulenza e di formazione;
  • presentazione della pratica;
  • rilascio della certificazione, esecuzione di test o prove di laboratorio, acquisizione di consulenze;
  • formazione non obbligatoria.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 5.000,00.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti di cui al Quadro Temporaneo e aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento di esenzione.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino al 30/11/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Settembre 30, 2020
cciaa-reggio-emilia-voucher-internazionalizzazione-mpmi-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Reggio Emilia sostiene l’acquisizione di servizi per favorire l’avvio e lo sviluppo del commercio internazionale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, anche in forma cooperativa, aventi sede legale o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia.

Rientrano tra i beneficiari anche i consorzi di imprese costituiti da PMI nonchè le MPMI che appartengono al settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli primari.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

A. Percorsi di rafforzamento della presenza all’estero consistenti in:

  • ottenimento o rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi Esteri o a sfruttare determinati canali commerciali;
  • sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo in impresa di Temporary Export Manager e di Digital Export Manager in affiancamento al personale aziendale.

B. Sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero consistenti in:

  • realizzazione di “virtual matchmaking” ovvero di incontri d’affari B2B virtuali fra buyer internazionali e operatori nazionali;
  • avvio e sviluppo della gestione di business on line attraverso l’utilizzo ed il corretto posizionamento su piattaforme, marketplace e sistemi di smart payment internazionali;
  • realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce;
  • partecipazione a fiere internazionali all’estero.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute tra lo 01/09/2020 ed il 30/11/2021. Sono altresì ammissibili le spese sostenute in data antecedente relative ad acconti per affitto dell’area espositiva o quota d’iscrizione purché riferite ad una manifestazione che si svolga nel periodo di ammissibilità delle spese sopra richiamato.

Rientrano tra le spese ammissibili le seguenti voci:

  1. servizi di consulenza o fornitura di servizi relativi a uno o più ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale;
  2. acquisto o noleggio di beni strumentali;
  3. realizzazione di spazi espositivi compreso il noleggio e l’allestimento, nonché interpretariato e il servizio hostess e incontri d’affari.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto la cui intensità sarà pari al 50% delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di € 5.000,00.

E’ prevista una premialità di € 250,00 per le imprese in possesso del rating di legalità.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dal 19/10/2020 al 16/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Agosto 20, 2020
simest-temporary-export-manager-paesi-extra-ue-valore-consulting-1280x617.jpg

FINALITÀ

Il MISE definisce le modalità di concessione da parte di SACE-SIMEST dei finanziamenti agevolati per l’inserimento temporaneo in azienda del Temporary Export Manager per la realizzazione di progetti di internazionalizzazione.

BENEFICIARI

I beneficiari sono imprese, di qualsiasi dimensione, costituiti in forma di Società di capitali, che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.

In caso di imprese aggregate le stesse dovranno costituire una Rete Soggetto con autonoma soggettività giuridica mediante la sottoscrizione di un contratto di Rete.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare il settore di attività del beneficiario o del suo gruppo e coinvolgere una società di servizi che fornisca il servizio professionale di accompagnamento ai processi di internazionalizzazione d’impresa attraverso il TEM.

La Società di Servizi deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere attiva e risultare iscritta al Registro delle imprese;
  • essere costituita nella forma di società di capitali;
  • non essere destinataria di sanzioni interdittive;
  • aver realizzato almeno 5 progetti di internazionalizzazione tramite TEM negli ultimi due anni precedenti la richiesta. Sono escluse le semplici attività di consulenza;
  • avere nell’oggetto sociale l’attività di consulenza per l’internazionalizzazione delle imprese;
  • non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria nè sottoposta a procedure concorsuali.

Il beneficiario e la società di servizi dovranno stipulare un contratto che deve prevedere:

  • i dati che identificano la/e figure professionali individuate (TEM);
  • l’oggetto della prestazione professionale;
  • il calendario degli interventi da effettuarsi nel periodo di realizzazione del progetto;
  • l’indicazione dei Paesi di destinazione;
  • una durata minima almeno pari a 6 mesi;
  • il corrispettivo economico pattuito tra le parti, compresi viaggi e soggiorni;
  • altre eventuali informazioni necessarie alla gestione del rapporto.

La domanda di finanziamento agevolato dovrà riguardare al massimo tre Paesi esteri.

SPESE AMMISSIBILI

Possono essere oggetto di finanziamento agevolato:

  • spese relative alle prestazioni di figure professionali specializzate (TEM), almeno pari al 60% del finanziamento concesso;
  • spese connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l’assistenza del TEM, ovvero:
  1. attività promozionali;
  2. certificazioni di prodotti e/o servizi, deposito di marchi o altre forme di tutela del made in Italy;
  3. formazione interna/esterna del personale amministrativo o tecnico; spese di viaggio e soggiorno da parte degli amministratori e/o titolari dell’impresa richiedente; spese di viaggio e soggiorno (incoming) di potenziali partner locali (esclusa la clientela);
  4. spese legali per la costituzione di società controllate locali o filiali gestite direttamente.

Le spese devono essere sostenute nel periodo di realizzazione del progetto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assume la veste di un finanziamento agevolato, il cui importo massimo non potrà superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

Il limite minimo del finanziamento è pari ad € 25.000,00, mentre quello massimo è pari ad € 150.000,00. In caso di pluralità di domande di finanziamento l’esposizione massima dell’impresa non potrà essere superiore al 35% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci approvati e depositati.

Il finanziamento può essere garantito da:

  • garanzia autonoma a prima richiesta, senza eccezioni, rilasciata da: o banca o compagnia di assicurazioni; o confidi/intermediario finanziario convenzionato con SIMEST; o intermediario finanziario affidato da SIMEST;
  • pegno su saldo di conto corrente;
  • altre eventuali tipologie di garanzie.

La durata complessiva del finanziamento è di 4 anni, di cui 2 di preammortamento e 2 di ammortamento, a decorrere dalla Data di Perfezionamento.

Il finanziamento verrà erogato secondo le seguenti duplici modalità:

  1. prima erogazione a titolo di anticipo di importo pari al 50% del finanziamento deliberato è effettuata entro 30 giorni dalla data di adempimento delle condizioni sospensive;
  2. seconda erogazione a saldo dell’importo delle spese rendicontate e documentabili è effettuata a condizione che vengano rispettati gli adempimenti fissati nella sottostante tabella.

Fino al 31/12/2020 il beneficiario può richiedere fino al 40% del finanziamento come finanziamento a fondo perduto, entro il limite di € 100.000,00.

ADEMPIMENTI TERMINI CONDIZIONI
Rendicontazione puntuale delle spese sostenute sottoscritta digitalmente dal legale rappresentate usando il portale di SIMEST. Relazione finale firmata dal rappresentante legale dell’impresa e dal TEM sull’attività svolta nell’ambito del progetto e sui risultati conseguiti 25 mesi dalla data di perfezionamento Le spese sostenute, rendicontate e ritenute ammissibili superino l’importo della prima erogazione
Presentazione delle garanzie richieste 28 mesi dalla data di perfezionamento

TERMINE

Il bando ha chiuso per esaurimento risorse.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification