Notizie e Bandi

Dicembre 2, 2020
sardegna-gal-anglona-romangia-ricettivita-extra-alberghiera-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Sardegna migliora l’offerta ricettiva relativa all’ospitalità extra alberghiera finanziando attività legate allo sviluppo del turismo in ambito rurale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro e piccole imprese non agricole e le persone fisiche con sede legale o unità operativa nel territorio di uno dei Comuni che compongono il Gal Anglona Romangia, ovvero: Bulzi, Cargeghe, Chiaramonti, Codrongianos, Erula, Florinas, Ittiri, Laerru, Martis, Muros, Nulvi, Osilo, Perfugas, Ploaghe, Santa Maria Coghinas, Sedini, Tergu.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la ristrutturazione e l’adeguamento di immobili destinati all’esercizio di attività ricettive di piccole dimensioni non classificate come strutture alberghiere, finalizzate all’incremento o alla riqualificazione dell’offerta dei servizi di piccola ricettività.

Gli interventi possono riguardare esclusivamente B&B, Domo, Residence e CAV.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. lavori edili, infissi e impianti;
  2. acquisto di nuovi macchinari, attrezzature e arredi;
  3. corredi e materiale minuto;
  4. spese generali come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi studi di fattibilità;
  5. acquisizione o sviluppo di programmi informatici e di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo in conto capitale, la cui intensità non potrà superare il 50% della spesa ammissibile, fino ad un massimo di € 50.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 05/02/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


Novembre 4, 2020
cciaa-foggia-turismo-anno-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Foggia promuove la filiera turistica contribuendo allo sviluppo del sistema economico locale, nel contesto di crisi dovuto alla pandemia Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale iscritte nel Registro delle Imprese della CCIAA di Foggia ed esercitanti la propria attività economica in uno dei seguenti settori: 55, 56, 79, 93.21.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

Misura 1 – Messa in sicurezza delle strutture turistiche fornendo assistenza sui temi della pulizia e sanificazione, degli aspetti logistici e del personale:

  • Piano di Azione Covid-19 che formalizzi le procedure da seguire nonché i materiali e le risorse necessari alla sua esecuzione.
  • Interventi di messa in sicurezza delle strutture come ad esempio:
    • acquisto di attrezzature, dotazioni e kit medici;
    • adeguamento della logistica per rispettare il distanziamento sociale;
    • pulizia e sanificazione degli ambienti;
    • monitoraggio di ospiti con sintomi;
    • disponibilità di materiali e protezioni per lo staff;
    • modalità di gestione dei casi di contagi sia con riferimento al personale che alla clientela;
    • gestione delle forniture di beni e servizi.
  • Azioni di riorganizzazione aziendale e servizi di consulenza.

Misura 2 – Formazione del personale addetto ai servizi turistici.:

  • Definizione del piano formativo. I contenuti devono garantire che il personale sia informato sul Covid-19 in modo che possa svolgere l’attività lavorativa secondo le prescrizioni imposte e, allo stesso tempo, prevenire ogni possibile diffusione di Covid-19 all’interno delle strutture turistico-ricettive.
  • Definizione del calendario formativo: il servizio di consulenza comprende la calendarizzazione dei momenti formativi per garantire che tutto il personale abbia le conoscenze essenziali alla riapertura delle attività.
  • Sessioni formative e definizione delle modalità di realizzazione delle stesse.

Misura 3 – Gestione delle strategie di comunicazione e commercializzazione rafforzando l’elemento reputazionale della “destinazione Italia”:

  • Strategie di comunicazione adatte alla gestione della crisi.
  • Strategie di commercializzazione per individuare azioni specifiche a sostegno della distribuzione e vendita del prodotto turistico.

Misura 4 – Incentivazione del turismo in Italia, l’undertourism, il turismo culturale e quello enogastronomico:

  • Azioni per l’incentivazione e promozione dell’undertourism in Italia tramite il finanziamento di uno specifico servizio di consulenza che si occupi di definire azioni di promozione dell’offerta delle singole imprese non disgiunta dalle destinazioni turistiche e dai prodotti turistici del territorio in cui operano.
  • Campagna social per le imprese per riposizionarsi rispetto alle “nuove” esigenze poste al turismo dal Covid-19.
  • Contributi per le imprese turistiche che adottano comportamenti “slow” e sostenibili.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • servizi di consulenza, formazione e promozione;
  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi strumenti, attrezzature, dispositivi e spese di connessione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 5.000,00.

Viene riconosciuta una premialità alle imprese in possesso del rating di legalità e alle imprese femminili.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti di cui al Quadro temporaneo e aiuti di cui ai regolamenti de minimis.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 07/12/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Ottobre 14, 2020
provincia-autonoma-di-trento-qualita-in-trentino-strutture-ricettive-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Provincia Autonoma di Trento sostiene le imprese ricettive tramite un contributo a fondo perduto per effettuare investimenti di riqualificazione, ristrutturazione, ammodernamento e rinnovo delle unità destinate all’alloggio dell’ospite, degli spazi comuni, nonché interventi di adeguamento di strutture funzionali all’attività ricettiva turistica.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese, con sede legale o unità operativa nella provincia di Trento e che esercitano una delle seguenti attività economiche:

  • esercizi alberghieri;
  • esercizi extralberghieri con servizio colazione e con unità anche prive di servizio autonomo di cucina;
  • rifugi escursionistici;
  • strutture ricettive all’aperto.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. miglioramento degli spazi esistenti destinati all’alloggio dell’ospite;
  2. miglioramento degli spazi esistenti destinati a zone comuni di permanenza dell’ospite o spazi ad esse funzionali;
  3. adeguamento delle strutture in funzione dell’offerta turistica tramite il cambio di destinazione d’uso di strutture funzionali all’attività d’impresa.
INTERVENTI AMMISSIBILI LIMITE MINIMO VALORE INTERVENTO LIMITE MASSIMO VALORE INTERVENTO
1. miglioramento dei locali di alloggio € 30.000,00 € 300.000,00
2. miglioramento degli spazi comuni € 50.000,00 € 600.000,00
3. completamento e adeguamento della struttura ricettiva € 70.000,00 € 600.000,00

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

A) Investimenti immobiliari:

  • opere edili, murarie e impiantistiche inerenti la ristrutturazione, l’ammodernamento o il cambio di destinazione d’uso degli immobili, nonché spese per acquisto o costruzione di parcheggi;
  • spese tecniche di progettazione, direzione lavori, sicurezza, certificazione e collaudo statico.

Sono, inoltre, ammissibili operazioni di leasing che abbiano per oggetto le spese elencate sopra.
Per gli interventi di importo fino ad € 300.000,00 è ammessa anche la sola disponibilità, da parte del beneficiario, dell’immobile oggetto delle opere di ristrutturazione/ampliamento. Resta comunque fermo il vincolo decennale di utilizzo.

B) Investimenti mobiliari:

  • acquisto di mobili, arredi e attrezzature destinati all’alloggio agli spazi comuni o alla fornitura di servizi aggiuntivi alla clientela, inclusi sistemi informatici hardware e software.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto in conto capitale delle seguenti intensità:

  • 30% delle spese ammissibili, in regime de minimis;
  • 20% delle spese ammissibili per le piccole imprese, secondo il Regolamento GBER;
  • 10% delle spese ammissibili per le medie imprese, secondo il Regolamento GBER.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/03/2021.


Settembre 21, 2020
veneto-investimenti-innovativi-digitali-settore-turistico-ricettivo-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto promuove investimenti innovativi in ambito digitale nel sistema ricettivo-turistico, che favoriscano l’innovazione e la differenziazione dell’offerta e dei prodotti turistici dell’impresa in modo da consentirne la rigenerazione e il riposizionamento.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese le quali gestiscono o sono proprietarie di strutture ricettive attive, la cui sede operativa sia localizzata nei comuni della Regione Veneto aderenti ad una Organizzazione di Gestione della Destinazione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

Interventi innovativi per attività di acquisto/consulenza relativi a:

  • hardware/software per videoconferenze;
  • sistemi e soluzioni per lo smartworking e il telelavoro;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security, risk management e business continuity;
  • intelligenza artificiale e machine learning;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendal;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • soluzioni tecnologiche digitali per favorire forme di distanziamento sociale dettate daL Covid-19;

Interventi volti a favorire la connettività a banda ultra larga per l’impresa ricettiva:

  • aggiornamento del sito web e/o adeguamento a standard di sicurezza, interoperabilità e accessibilità;
  • assistenza tecnica per l’utilizzo dei software o per l’utilizzo del Destination Management System regionale

Intervento obbligatorio per software di performance su occupazione posti letto/camere, ADR, REVPAR

Intervento obbligatorio per software per la di trasmissione contestuale dei dati relativi alla statistica turistica, ai dati di PS relativi agli ospiti della struttura ricettiva e i dati relativi all’imposta di soggiorno ove applicata, per le strutture ricettive complementari e per strutture ricettive in ambienti naturali.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute dopo il 01/03/2020 pagate dal beneficiario entro la data di chiusura del piano di interventi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo in conto capitale nella misura massima del 100% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 6.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 10:00 del 20/10/2020 alle ore 17:00 del 05/11/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a graduatoria.


Settembre 14, 2020
valle-di-aosta-bonus-bed-breakfast-valore-consulting-1280x720.jpg

FINALITÀ

La Regione autonoma della Valle d’Aosta sostiene le strutture ricettive a conduzione familiare in conseguenza dei danni derivanti dalla riduzione o dalla limitazione delle attività e degli spostamenti individuali conseguenti ai provvedimenti restrittivi per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole, medie e grandi imprese, titolari della gestione delle strutture ricettive a conduzione familiare con sede legale e/o unità operativa nel territorio della Regione Valle d’Aosta.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di un sostegno economico in seguito all’emergenza Covid-19.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo forfettario a fondo perduto nella misura di € 2.000,00 ed è cumulabile con aiuti concessi per le medesime finalità.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/10/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Agosto 26, 2020
sardegna-gal-nuorese-baronia-potenziamento-imprese-turismo-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il GAL Nuorese Baronia finanzia le imprese turistiche, le imprese agricole multifunzionali e le imprese operanti nel settore dei servizi complementari al turismo, sostenendo la riqualificazione in termini di sostenibilità ambientale e l’innovazione di prodotto/processo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro e piccole imprese, singole o associate, operanti nel settore del turismo e dei servizi al turismo sostenibile iscritte alla CCIAA di Nuoro e le micro e piccole imprese agricole, singole o associate, iscritte alla CCIAA di Nuoro nonchè nei rispettivi albi regionali.

I beneficiari devono avere sede operativa in uno dei seguenti comuni dell’area GAL Nuorese Baronia: Bitti, Loculi, Lodè, Lula, Onanì, Onifai, Orune, Osidda, Posada e Torpè.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti destinati ad incrementare la gamma di servizi offerti alla domanda turistica fidelizzata o attualmente intercettabile, compresa la realizzazione di aree attrezzate di sosta per camper e campeggio.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti categorie di spesa:

  • realizzazione del progetto ovvero interventi di ristrutturazione di immobili e acquisto di arredi, attrezzature e mezzi di trasporto;
  • spese generali quali progettazione, consulenze, garanzie fideiussorie;
  • investimenti immateriali quali sito web, software gestionali, brevetti, licenze.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo in conto capitale, la cui intensità è pari al 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 50.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 20/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


Luglio 30, 2020
umbria-sostegno-capitale-circolante-imprese-ricettive-valore-consulting-1280x853.jpg

FINALITÀ

La Regione Umbria sostiene la ripresa delle imprese ricettive colpite dal crollo delle presenze e del fatturato in conseguenza dell’emergenza sanitaria Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese delle CCIAA di Perugia o Terni, le quali esercitano la propria attività economica in uno dei settori del Codice Ateco 55, ovvero:

    • imprese ricettive alberghiere: alberghi, alberghi diffusi, villaggi-albergo;
    • imprese ricettive extra alberghiere: country house, case e appartamenti vacanze, affittacamere, bed and breakfast, case religiose di ospitalità, ostelli per la gioventù, centri di vacanza per ragazzi, rifugi escursionistici;
    • imprese ricettive all’aria aperta: campeggi, villaggi turistici, camping village;
    • residenze d’epoca.

Le imprese devono aver avuto una diminuzione del fatturato di almeno il 30% relativamente al periodo che va dal 01/03/2020 al 30/06/2020, rispetto al medesimo periodo dell’esercizio 2019 o dell’esercizio 2018, nel caso in cui nel 2019 l’impresa sia stata interessata da un periodo di sospensione dell’attività.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di contributi per sostenere la ripartenza delle attività, entro il 31/12/2020.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle sostenute dal 01/02/2020 al 31/12/2020 e identificabili come costi di produzione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 100% delle spese ammissibili.

I contributi variano secondo la tipologia di attività, nei seguenti modi:

  • imprese ricettive alberghiere e le residenze d’epoca, fino al 25% del fatturato relativo all’esercizio 2019 nel limite di € 30.000,00;
  • imprese ricettive extra alberghiere € 2.500,00.
  • per le imprese ricettive all’aria aperta  € 7.000,00.

Viene concessa una premialità del 15% sui contributi, ottenibile a fronte dell’applicazione di sconti documentati di pari importo, applicati al soggiorno dei clienti nella struttura ricettiva.

TIPOLOGIA DI STRUTTURA CONTRIBUTI A CAMERA E/O UNITA’ ABITATIVA
Strutture alberghiere 4, 5 stelle e Residenze d’epoca € 350,00
Strutture alberghiere 3 stelle € 300,00
Strutture alberghiere 1, 2 stelle € 250,00

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 10:00 del 24/08/2020 alle ore 12:00 del 04/09/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Luglio 29, 2020
cciaa-frosinone-restart-turismo-valore-consulting-1280x854.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Frosinone sostiene la ripresa delle imprese del settore turistico il quale ha particolarmente risentito della crisi economica collegata al Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA di Frosinone e che esercitano la propria attività economica in uno dei settori del Codice Ateco I “Attività di servizi di alloggio e ristorazione”.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’applicazione, da parte dei beneficiari, di sconti alla clientela non residente in Provincia di Frosinone, che permetta loro di essere più competitivi nell’offerta turistica regionale ed internazionale, al termine dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19.

Viene, inoltre, riconosciuto dai beneficiari un ulteriore sconto sull’importo totale del soggiorno nel caso in cui i clienti abbiano acquistato un titolo di viaggio Trenitalia valido su treni Frecciarossa.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • pernottamento;
  • pernottamento e prima colazione;
  • mezza pensione;
  • pensione completa;
  • pasto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo forfettario a fondo perduto nella misura del 100% della scontistica applicata alle spese ammissibili.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino alle ore 24:00 del 10/03/2021.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Luglio 27, 2020
sardegna-sostegno-occupazione-filiera-turistica-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Sardegna sostiene le imprese e gli addetti della filiera turistica, intesa come l’insieme delle unità locali site nel territorio regionale che offrono beni o servizi in prevalenza ai turisti o che svolgono attività legate alla produzione e alla commercializzazione di servizi turistici.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese aventi unità locale nel territorio della Regione Sardegna e censite presso il registro delle Imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto assunzioni di giovani di età inferiore ai 35 anni, disoccupati di età superiore ai 35 anni e donne di età superiore ai 35 anni.

Le assunzioni devono avvenire con contratto a tempo determinato della durata di almeno un mese, o a tempo indeterminato a tempo pieno o parziale.

Le assunzioni devono essere effettuate dallo 01/02/2020 al 01/12/2020.

Potrà essere presentata da ciascun beneficiario una domanda per ogni azione prevista dall’Avviso.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo la cui intensità sarà diversificata in base alle fasce della retribuzione lorda.

L’aiuto potrà essere riconosciuto per un numero di mensilità compreso da 1 ad 11 continuative, in funzione della data di assunzione, nel periodo ricompreso tra il mese di febbraio e il mese di dicembre.

X= RETRIBUZIONE LORDA MENSILE IMPORTO DELL’AGEVOLAZIONE
500,00 EUR < X ≤ 1000,00 EUR 400,00 EUR
1000,00 EUR = X ≤ 1500,00 EUR 900,00 EUR
1500,00 EUR < X ≤ 2000,00 EUR 1.300,00 EUR
> 2000 EUR 1.700,00 EUR

TERMINE

La domanda dovrà essere presentata entro il 10/09/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Luglio 20, 2020
calabria-accogli-calabria-2020-valore-consulting-1280x670.jpg

FINALITÀ

La Regione Calabria sostiene le imprese appartenenti al comparto ricettivo regionale che ha subito i danni causati dall’epidemia da COVID-19 mediante la concessione di un aiuto per la ricostituzione del capitale circolante.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese che esercitano la propria attività economica in uno dei seguenti settori 55.10.00, 55.20.10, 55.30.00,55.20.20, 55.20.30, 55.20.40, 55.20.51, 55.20.52, 55.90.20.

Le imprese inoltre devono avere una o più unità produttive operative nel territorio della Regione Calabria che si configuri come struttura ricettiva operativa e funzionante.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di capitale circolante da parte dei beneficiari che hanno subito danni a causa dell’epidemia Covid-19.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda riferita anche a più strutture ricettive.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto determinato con riferimento alle presenze turistiche 2018 registrate dal beneficiario.

Per le sole imprese che hanno avviato la loro attività nel 2019, ai fini del calcolo del contributo si farà riferimento alle presenze registrate nell’annualità 2019.

Il valore del contributo unitario per presenza turistica, variabile in relazione alla tipologia della struttura è determinato secondo quanto indicato nelle tabelle in calce al paragrafo.

L’importo massimo di contributo concedibile è pari ad € 160.000,00.

L’importo dell’aiuto non eccede in ogni caso l’importo delle reali perdite di fatturato riconducibile al periodo tra lo 01/01/2020 ed il 31/12/2020 certificate da un professionista abilitato.

Gli aiuti possono essere cumulati con gli aiuti previsti dai regolamenti de minimis o dai regolamenti di esenzione per categoria applicabili.

ALBERGO/VILLAGGIO ALBERGO/MOTEL per categoria. Calabria anno 2019
Classificazione Contributo unitario
1 stella € 1,00
2 stelle € 2,00
3 stelle € 3,00
4 stelle € 4,00
5 stelle € 4,00
RTA per categoria. Calabria anno 2019
Classificazione Contributo unitario
2 stelle € 1,00
3 stelle € 3,00
4 stelle € 4,00
STRUTTURE RICETTIVE EXTRA ALBERGHIERE. Regione Calabria anno 2019
Classificazione Contributo unitario
Case/App. vacanze e affittacamere € 1,00
Case per ferie € 1,00
Ostelli € 1,00
Altri esercizi € 1,00
Bed&Breakfast € 2,00
VILLAGGI TURISTICI per categoria. Regione Calabria anno 2019
Classificazione Contributo unitario
2 stelle € 1,00
3 stelle € 1,00
4 stelle € 2,00
CAMPEGGI E VILLAGGI per categoria. Regione Calabria anno 2019
Classificazione Contributo unitario
1 stella € 1,00
2 stelle € 1,00
3 stelle € 1,00
4 stelle € 3,00
CAMPEGGI per categoria. Regione Calabria anno 2019
Classificazione Contributo unitario
1 stella € 1,00
2 stelle € 1,00
3 stelle € 2,00

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 18:00 del 07/08/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification