Notizie e Bandi

Novembre 20, 2020
cciaa-brescia-formazione-professionale-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Brescia favorisce lo sviluppo economico, sociale e produttivo disponendo contributi a sostegno della formazione e dell’aggiornamento professionale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, con sede legale o unità operativa in Provincia di Brescia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la partecipazione a corsi di formazione o di aggiornamento professionale, tenutisi dal 02/01/2020 al 31/12/2020.

Tali corsi devono essere attinenti all’attività e all’oggetto sociale dell’impresa e devono essere stati seguiti dal titolare dell’azienda, dal legale rappresentante, dall’amministratore, dal socio lavorante d’impresa artigiana, dai dirigenti d’azienda, dai quadri, dai dipendenti e dai collaboratori familiari aziendali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo, la cui massima intensità sarà pari al 50% delle spese ammissibili, entro il limite di € 5.000,00.

Ai beneficiari in possesso del rating di legalità sarà riconosciuta una seguenti premialità fino ad € 500,00.

TERMINE

Le domande possono essere presentate dalle ore 09:00 del 09/02/2021 alle ore 16:00 del 16/02/2021 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 18, 2020
cciaa-sondrio-export-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Sondrio sostiene le imprese che operano sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business su nuovi o primi mercati di sbocco.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o operativa in provincia di Sondrio.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, quali ad esempio:

  • progetti di sviluppo della presenza sui mercati esteri e inserimento in azienda di un temporary export manager (TEM) in affiancamento al personale aziendale;
  • piani aziendali volti a rafforzare la presenza all’estero dell’impresa, individuando nuove opportunità di business nei mercati già serviti o in nuovi mercati di sbocco;
  • servizi di analisi e orientamento per facilitare l’accesso sui mercati esteri e individuare nuovi canali;
  • analisi e ricerche di mercato per la predisposizione di studi di fattibilità inerenti a specifici mercati di sbocco;
  • ricerca di clienti e partner, per stipulare contratti commerciali, accordi di collaborazione, programmare attività di outgoing o incoming;
  • formazione imprenditoriale e del personale addetto;
  • potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera, compresa la predisposizione e traduzione dei contenuti di brochure e presentazioni;
  • ottenimento o rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri;
  • protezione del marchio dell’impresa all’estero;
  • servizi di assistenza specialistica sul versante legale, organizzativo, contrattuale o fiscale legato all’estero, con specifico riferimento alle necessità legate all’emergenza da Covid-19.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per servizi di consulenza o assistenza tecnica nonchè quelle di formazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo la cui intensità massima è pari al 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 3.500,00. L’importo minimo è di € 1.400,00.

L’agevolazione è cumulabile, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti di cui al “Quadro Temporaneo” e con aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento GBER a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme relative al cumulo.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro le ore 12:00 del 18/12/2020 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 9, 2020
anpal-fondo-nuove-competenze-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato, tramite ANPAL, offre ai lavoratori l’opportunità di acquisire nuove o maggiori competenze e di dotarsi degli strumenti utili per adattarsi alle nuove condizioni del mercato del lavoro determinate dall’emergenza Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono i datori di lavoro privati che hanno stipulato gli accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili prevedono gli accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro, stipulati entro il 31/12/2020 per mutate esigenze organizzative e produttive dell’impresa o per favorire percorsi di ricollocazione dei lavoratori, i quali devono:

  • prevedere i progetti formativi finalizzati allo sviluppo delle competenze, il numero dei lavoratori coinvolti e il numero di ore dell’orario di lavoro da destinare ai percorsi stessi;
  • avere un limite massimo di ore da destinare allo sviluppo delle competenze per ogni lavoratore pari a 250;
  • individuare i fabbisogni del datore di lavoro in termini di nuove competenze, in ragione dell’introduzione di innovazioni organizzative, tecnologiche, di processo o di prodotto.

Gli accordi infine possono prevedere lo sviluppo di competenze finalizzate a incrementare l’occupabilità del lavoratore, anche al fine di promuovere processi di ricollocazione in altre realtà lavorative.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono le ore di lavoro in riduzione, comprensive dei contributi previdenziali e assistenziali, destinate alla frequenza dei percorsi di sviluppo delle competenze da parte dei lavoratori.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo suddiviso in 2 tranche: anticipazione del 70% delle spese ammissibili e saldo.

TERMINE

La misura rimarrà aperta fino a esaurimento risorse.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Ottobre 29, 2020
marche-riconversione-area-crisi-industriale-fermo-macerata-valore-consulting-1.jpg

FINALITÀ

La Regione Marche sostiene la riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi industriale complessa del Distretto delle Pelli-Calzature Fermano-Maceratese.

BENEFICIARI

I beneficiari sono piccole, medie e grandi imprese sotto forma di società di capitali, società cooperative, società consortili o reti di imprese.

I beneficiari devono avere la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Fermo o di Macerata ed esercitare la propria attività economica in uno dei seguenti settori: 37.00.00, 38, 39, 52, 53, 56.29, 58.12, 58.2, 61, 62, 63.1, 69, 70, 71, 72, 73, 74, 82.20.00, 82.92, 95.1, 96.01.10, 55, 96.04.

La loro sede legale e/o unità operativa può essere posta solo nel territorio dei Comuni dell’Area di Crisi Industriale Complessa Fermano-Maceratese, ovvero:

  • SLL Civitanova Marche:
    • Civitanova Marche, Montecosaro, Morrovalle, Potenza Picena;
  • SLL Fermo:
    • Altidona, Campofilone, Carassai, Fermo, Lapedona, Monte Urano, Monte Vidon Combatte, Monterubbiano, Moresco, Pedaso, Petritoli, Porto San Giorgio;
  • SLL Montegiorgio:
    • Belmonte Piceno, Falerone, Francavilla d’Ete, Grottazzolina, Magliano di Tenna, Massa Fermana, Monsampietro Morico, Montappone, Monte Giberto, Monte San Martino, Monte San Pietrangeli, Monte Vidon Corrado, Montegiorgio, Monteleone di Fermo, Montottone, Penna San Giovanni, Ponzano di Fermo, Rapagnano, Servigliano, Torre San Patrizio;
  • SLL Montegranaro:
    • Monte San Giusto, Montegranaro;
  • SLL Porto Sant’Elpidio:
    • Porto Sant’Elpidio, Sant’Elpidio a Mare;
  • Comuni:
    • Corridonia e Tolentino.

INTERVENTI

Gli interventi produttivi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. programmi di investimento produttivo e per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione e formazione del personale;
  2. incremento degli addetti dell’unità produttiva oggetto del programma di investimento.

Sono ammissibili gli interventi per la tutela ambientale diretti a:

  • innalzare il livello di tutela ambientale;
  • consentire l’adeguamento anticipato a nuove norme dell’Unione europea;
  • ottenere una maggiore efficienza energetica;
  • favorire la cogenerazione ad alto rendimento;
  • promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • risanare i siti contaminati;
  • riciclare e riutilizzare i rifiuti.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  1. suolo aziendale e sue sistemazioni;
  2. opere murarie e infrastrutture specifiche;
  3. macchinari, impianti ed attrezzature;
  4. programmi informatici;
  5. immobilizzazioni immateriali;
  6. beni strumentali, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale;
  7. consulenze connesse all’intervento.

Le spese ammissibili, per l’innovazione dell’organizzazione, sono relative a:

  1. personale dipendente limitatamente a tecnici, ricercatori e altro personale ausiliario;
  2. strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione;
  3. ricerca contrattuale, quali conoscenze e brevetti;
  4. servizi di consulenza;
  5. spese generali;
  6. materiali.

Le spese ammissibili, per la formazione del personale, sono:

  1. spese di personale interno relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;
  2. spese di personale interno relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume le seguenti forme:

  • finanziamento agevolato, nella misura compresa tra il 30% e il 50% delle spese ammissibili, con durata massima di 10 anni oltre un periodo di pre-ammortamento di 3 anni;
  • contributo in conto impianti, nella misura pari o superiore al 3% delle spese ammissibili;
  • contributo diretto alla spesa, nella misura pari o superiore al 3% delle spese ammissibili;

TERMINE

La domanda può essere presentata dalle ore 12:00 del 06/11/2020 alle ore 12:00 del 13/03/2021.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a graduatoria.


Ottobre 6, 2020
cciaa-lucca-digitalizzazione-sostenibilita-internazionalizzazione-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Lucca supporta le imprese al fine di favorire il rilancio produttivo tramite introduzione di tecnologie conformi ad economia 4.0 e/o l’acquisizione di competenze strategiche e/o trasversali da parte dei dipendenti e supportando l’internazionalizzazione intesa sia come rafforzamento della presenza sui mercati esteri che come sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro e piccole imprese con sede legale o unità locale nella provincia di Lucca.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

Digitalizzazione e competitività:

  • progetti di innovazione di processo o di prodotto attraverso l’adozione di sistemi digitali o conformi alla transizione 4.0 quali:
    • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
    • sistemi di e-commerce interconnessi con marketplace o gestionali aziendali;
    • sistemi di cybersecurity e business continuity;
    • connettività a Banda Ultralarga;
    • internet delle cose e delle macchine;
    • big data analytics;
    • intelligenza artificiale;
    • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
    • prototipazione rapida;
    • sistemi tecnologici applicati alla logistica di magazzino;
    • stampa 3D e additive manufacturing;
    • tecnologie per l’instore customer experience;
    • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività.
  • miglioramento o certificazione delle competenze strategiche o trasversali ottenute dai propri dipendenti, comprese quelle linguistiche.

Sostenibilità ambientale delle attività economiche:

Interventi finalizzati all’ottenimento di una delle seguenti certificazioni/etichette:

  • Certificazioni di sistemi di gestione ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001: 2015;
  • Ecoetichette di tipo I (norma di riferimento ISO 14024), come, ad esempio Ecolabel;
  • Certificazioni di sistema di gestione ambientale emas;
  • Certificazioni di sistemi di gestione energetica secondo la norma ISO 50001;
  • Certificazione PEFC;
  • Certificazione FSC;
  • Certificazione EPD Italy e EPD International;
  • Altri sistemi di certificazioni ambientali che prevedono l’applicazione della metodologia LCA;
  • Certificazione remade italy;
  • Certificazione di sostenibilità eventi ai sensi SO 20121:2012.

Internazionalizzazione:

  • percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, quali:
    • servizi di analisi e orientamento specialistico per facilitare l’accesso e il radicamento sui mercati esteri nonchè per individuare nuovi canali esteri;
    • potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera, compresa la predisposizione, revisione, traduzione dei contenuti di brochure, sito internet;
    • ottenimento o rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri o a sfruttare determinati canali commerciali;
    • protezione del marchio dell’impresa all’estero.
  • sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero quali:
    • realizzazione di “virtual matchmaking”, ovvero lo sviluppo di percorsi di incontri d’affari e B2B virtuali tra buyer internazionali e operatori nazionalia;
    • avvio e sviluppo della gestione di business on line, attraverso l’utilizzo e il corretto posizionamento su piattaforme, marketplace e sistemi di smart payment internazionali;
    • realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • acquisto proprietà o acquisto in leasing di beni strumentali materiali ed immateriali;
  • canoni, licenze d’uso e noleggio attrezzature;
  • acquisto di servizi di consulenza e di formazione;
  • presentazione della pratica;
  • rilascio della certificazione, esecuzione di test o prove di laboratorio, acquisizione di consulenze;
  • formazione non obbligatoria.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 5.000,00.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti di cui al Quadro Temporaneo e aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento di esenzione.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino al 30/11/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Settembre 18, 2020
cciaa-torino-voucher-formazione-mpmi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Torino sostiene le imprese mediante l’erogazione di un contributo a fondo perduto per la formazione delle competenze e la gestione dell’emergenza.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, con sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della CCIAA di Torino.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto iniziative formative in specifici ambiti al fine di sostenere il cambiamento dei modelli di business e conseguentemente dei modelli organizzativi, imposto dal COVID-19, supportare la domanda di sicurezza sul lavoro e utilizzare appieno le potenzialità delle tecnologie ICT.

In particolare, gli interventi devono vertere su questi temi specifici:

  1. Sicurezza. Azioni di formazione finalizzate alla crescita delle competenze in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro;
  2. Smart working. Azioni di formazione per la crescita delle competenze in tema di smart working;
  3. Competenze strategiche. Azioni di formazione per la crescita delle competenze strategiche quali marketing digitale, canali commerciali on line e strumenti di gestione finanziaria;
  4. Formazione e certificazione delle competenze digitali. Azioni di formazione per la crescita e la certificazione di alcune competenze digitali.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per servizi di formazione erogati dall’1/1/2020 al 31/3/2021.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto (voucher), la cui intensità massima non potrà superare il 70% delle spese ammissibili ed avrà un importo unitario massimo di € 3.000,00.

Ai beneficiari in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di € 250,00.

Gli aiuti sono cumulabili con altri aiuti in regime de minimis e con aiuti in esenzione.

TERMINE

Il bando ha chiuso per esaurimento risorse.


Settembre 17, 2020
cciaa-bergamo-voucher-sostegno-occupazione-valore-consulting-1280x616.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Bergamo sostiene le imprese nella ricerca di risorse umane, di collegamento scuola-lavoro e università-lavoro, oltre che di formazione e certificazione delle competenze, incentivando lo sviluppo occupazionale e la ripartenza dell’economia locale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o almeno un’unità locale nella provincia di Bergamo.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’inserimento in azienda di figure professionali a seguito della sottoscrizione di contratti di:

  • Linea 1: tirocinio extracurriculare, della durata di almeno 3 mesi;
  • Linea 2: assunzione a tempo determinato, della durata di almeno 6 mesi;
  • Linea 3: apprendistato;
  • Linea 4: assunzione a tempo indeterminato e trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato.

Sono ammissibili i contratti che prevedono l’attivazione dell’attività lavorativa dallo 01/09/2020 al 31/12/2020.

Sono esclusi i contratti di lavoro intermittente (c.d. a chiamata) e di somministrazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo a fondo perduto (voucher), con importo massimo di:

  • Linea 1€ 1.000,00;
  • Linea 2€ 2.000,00;
  • Linea 3€ 2.500,00;
  • Linea 4€ 4.000,00.

Ai beneficiari in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di € 250,00.

In relazione alle Linee 2 e 4, in caso di assunzione o di trasformazione di un lavoratore di età inferiore ai 30 anni verrà riconosciuta una premialità di € 1.000,00.

Gli aiuti sono cumulabili con altri aiuti in regime de minimis e con aiuti in esenzione o autorizzati dalla Commissione nel rispetto dei massimali previsti.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 31/12/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Agosto 26, 2020
cciaa-sud-est-sicilia-voucher-formazione-lavoro-2020-valore-consulting-1280x648.jpg

FINALITÀ

La CCIAA del Sud Est Sicilia promuove l‘orientamento al lavoro, anche attraverso il collegamento scuola-lavoro e università-lavoro, oltre che al sostegno della formazione e della certificazione delle competenze.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale e/o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA del Sud Est Sicilia.

Quanto ai destinatari finali della Misura, ovvero i lavoratori, questi non devono essere stati o venire riassunti dallo stesso datore di lavoro nei 6 mesi successivi al licenziamento.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l‘inserimento in azienda di risorse umane funzionali al rilancio produttivo, nei seguenti ambiti:

A. Progetti per l’inserimento di figure professionali nei settori in emergenza di rilievo territoriale colpiti in modo particolare dall’emergenza Covid-19:

  • contributi per tirocini extracurriculari della durata di almeno 3 mesi;
  • contratti di apprendistato o assunzioni a tempo determinato/indeterminato volti a sostenere le imprese e i lavoratori maggiormente colpiti dall’emergenza.

B. Progetti per l’inserimento di figure professionali con l’obiettivo di innovare l’organizzazione d’impresa e del lavoro:

  • contributi per tirocini extracurriculari della durata di almeno 3 mesi;
  • contratti di apprendistato o assunzioni a tempo determinato/indeterminato con l’obiettivo di innovare la gestione del lavoro e gli stessi processi aziendali attraverso l’inserimento di nuove competenze e nuove figure per l’innovazione (es. export manager, digital manager).

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • tirocini extracurriculari;
  • contratti di apprendistato;
  • assunzioni a tempo determinato o indeterminato.

Sono ammissibili le spese sostenute dal 31/01/2020 e fino al 120° giorno successivo alla data della comunicazione all’impresa del provvedimento di concessione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di:

  • € 5.000,00, per l’inserimento di figure professionali con contratti a tempo indeterminato o con contratti di apprendistato di 2° livello;
  • € 3.000,00, per l’inserimento di figure professionali con contratti a tempo determinato o con contratti di apprendistato di 1° e 3° livello;
  • € 1.500,00, per tirocini extracurriculari della durata di almeno 3 mesi.

La domanda di contributo potrà riguardare fino ad un massimo di 3 unità.

Viene riconosciuta una premialità di € 250,00 alle imprese in possesso del rating di legalità.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti in regime de minims, aiuti in esenzione e aiuti concessi ai sensi del Quadro temporaneo.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 21:00 del 31/10/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Luglio 29, 2020
veneto-occupabilità-contratti-di-lavoro-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto concede bonus occupazionali mirati a sostenere l’occupazione dei giovani, incentivando le assunzioni e le trasformazioni dei rapporti di lavoro delle donne al fine di ridurre il divario di genere in tema di partecipazione attiva al mercato del lavoro.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, di qualsiasi settore di attività, con sede legale e almeno un’unità produttiva in Veneto nonchè i lavoratori autonomi, iscritti all’Albo professionale, la cui unità produttiva è localizzata in Veneto.

I beneficiari devono aver proceduto all’assunzione o alla trasformazione di rapporti di lavoro riguardanti i lavoratori, dal 01/02/2020 al 31/10/2020, presso unità produttive ubicate in Veneto, in qualità di dipendenti, o in qualità di soci lavoratori dipendenti di cooperative o loro consorzi.

I destinatari sono i giovani, residenti o domiciliati nel territorio del Veneto, che al momento della stipula del contratto abbiano età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto rapporti di lavoro stipulati tra l’1 febbraio ed il 31 ottobre 2020, quali:

  • nuovi contratti di lavoro a tempo indeterminato e determinato della durata minima di 12 mesi, full time, anche di somministrazione e di apprendistato professionalizzante;
  • contratti di lavoro oggetto di trasformazione a tempo indeterminato full time.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo, il cui valore complessivo non potrà essere superiore ad € 30.000,00.

Il bonus è distinto a seconda della tipologia di contratto stipulato e del destinatario, come riportato nella tabella.

L’agevolazione può essere combinata con altre misure di sostegno all’occupazione, purché il sostegno combinato non comporti una sovra compensazione dei costi salariali del personale interessato. Il contributo può essere combinato con i differimenti delle imposte e i differimenti dei pagamenti dei contributi previdenziali previsti dalla normativa. In ogni caso, gli aiuti richiesti non possono superare i massimali previsti dal Quadro Temporaneo.

TIPOLOGIA DI DESTINATARIO TIPOLOGIA DI RAPPORTO DI LAVORO STIPULATO IMPORTO
Donne subordinato a tempo indeterminato full time oppure trasformazione contrattuale a tempo indeterminato full time € 6.000,00
subordinato a tempo determinato full time di durata pari a almeno 12 mesi € 4.000,00
Uomini subordinato a tempo indeterminato full time oppure trasformazione contrattuale a tempo indeterminato full time € 5.000,00
subordinato a tempo determinato full time di durata pari a almeno 12 mesi € 3.000,00

TERMINE

La domanda potrà essere presentata entro una delle seguenti finestre:

  • Entro le ore 13.00 del 10/08/2020
  • Dal 01/09/2020 alle ore 13:00 del 30/09/2020
  • Dal 01/10/2020 alle ore 13:00 del 31/10/2020

Luglio 23, 2020
cciaa-trento-formazione-e-lavoro-2020-valore-consulting-1280x914.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Trento promuove l’orientamento al lavoro, il supporto nella ricerca di risorse umane, il collegamento scuola-lavoro e università-lavoro oltre che la formazione e la certificazione delle competenze, per lo sviluppo del sistema economico locale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale e/o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Trento.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

Linea A: Inserimento in azienda di risorse umane finalizzate al rilancio produttivo

  • progetti per l’inserimento di figure professionali nelle imprese colpite dall’emergenza Covid-19
  • progetti per l’inserimento di figure professionali con l’obiettivo di innovare l’organizzazione d’impresa e del lavoro

Linea B: Formazione delle competenze per le imprese per gestire l’emergenza e il rilancio produttivo

  • formazione sicurezza
  • formazione smart working
  • formazione competenze strategiche

Si precisa che il percorso formativo (Linea B) può essere articolato in più moduli e rivolto esclusivamente a:

  • titolari/rappresentanti legali dell’impresa;
  • soci delle società di persone;
  • collaboratori familiari iscritti alla gestione Inps commercianti/artigiani;
  • dipendenti.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda di contributo alternativa tra la Linea A e la Linea B.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • tirocini per persone a rischio disoccupazione o sospese e di specializzazione, contratti di apprendistato, assunzioni a tempo determinato/ indeterminato;
  • servizi di consulenza e/o formazione coerente con le finalità del bando;
  • attività del personale interno (tutor aziendale, docente interno..) coinvolto nello sviluppo dell’azione della Linea A o B.

Sono ammissibili le spese sostenute dal 01/01/2020 al 120° giorno successivo alla data di ricezione della PEC di ammissione della domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di:

  • € 5.000,00 per la Linea A;
  • € 3.000,00 per la Linea B.

L’agevolazione è cumulabile, per gli stessi costi ammissibili, con aiuti di cui al Quadro Temporaneo e con aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento di esenzione, entro i limiti previsti.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 24:00 del 16/10/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification