Notizie e Bandi

Novembre 6, 2020
piemonte-ocm-vino-2020-2021-promozione-mercati-paesi-terzi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Piemonte sostiene la promozione sui mercati dei Paesi Terzi delle produzioni vinicole piemontesi.

BENEFICIARI

I beneficiari aventi sede legale o unità operativa in Piemonte sono:

  1. organizzazioni professionali;
  2. organizzazioni di produttori di vino;
  3. associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  4. organizzazioni interprofessionali;
  5. consorzi di tutela riconosciuti e le loro associazioni e federazioni;
  6. produttori di vino;
  7. soggetti pubblici, con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli;
  8. associazioni temporanee di impresa e di scopo;
  9. consorzi, associazioni, federazioni e società cooperative;
  10. reti di impresa.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto azioni di promozione basate su:

  1. relazioni pubbliche, promozione e pubblicità che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in termini di qualità, sicurezza alimentare o ambiente;
  2. partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale;
  3. campagna d’informazione delle indicazioni geografiche DOP e IGP e della produzione biologica vigenti nell’Unione;
  4. studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e di promozione.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono rientrare nella seguente elencazione:

  1. consulenza di marketing;
  2. organizzazione di degustazioni promozionali;
  3. materiale promozionale;
  4. incontri con operatori B2B e incoming;
  5. media advertising;
  6. partecipazione a fiere;
  7. degustazioni guidate e partecipazioni ad eventi di degustazione organizzati da terzi;
  8. materiale promozionale da distribuire ad eventi;
  9. incontri operatori B2B in ambito fieristico;
  10. gala dinner;
  11. wine tasting;
  12. promozione presso punti vendita, GDO, HO.RE.CA;
  13. comunicazione e promozione svolte attraverso la rete internet o di digital marketing.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo la cui entità massima è pari al 60% delle spese ammissibili.

Il contributo minimo richiedibile non può essere inferiore ad € 120.000,00 per Paese terzo o mercato del Paese terzo e ad € 240.000,00 qualora il progetto sia destinato ad un solo Paese terzo o mercato del Paese terzo.

Nel caso in cui il beneficiario sia una media o grande impresa il contributo massimo richiedibile è pari al 5% del valore del fatturato globale riportato nell’ultimo bilancio; nel caso in cui, invece, sia una micro o piccola impresa, il contributo massimo richiedibile è pari al 10% del valore del fatturato globale riportato nell’ultimo bilancio.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 30/11/2020 per gli interventi multiregionali ed entro il 02/12/2020 per gli interventi regionali.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


Settembre 18, 2020
cciaa-torino-voucher-formazione-mpmi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Torino sostiene le imprese mediante l’erogazione di un contributo a fondo perduto per la formazione delle competenze e la gestione dell’emergenza.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, con sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della CCIAA di Torino.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto iniziative formative in specifici ambiti al fine di sostenere il cambiamento dei modelli di business e conseguentemente dei modelli organizzativi, imposto dal COVID-19, supportare la domanda di sicurezza sul lavoro e utilizzare appieno le potenzialità delle tecnologie ICT.

In particolare, gli interventi devono vertere su questi temi specifici:

  1. Sicurezza. Azioni di formazione finalizzate alla crescita delle competenze in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro;
  2. Smart working. Azioni di formazione per la crescita delle competenze in tema di smart working;
  3. Competenze strategiche. Azioni di formazione per la crescita delle competenze strategiche quali marketing digitale, canali commerciali on line e strumenti di gestione finanziaria;
  4. Formazione e certificazione delle competenze digitali. Azioni di formazione per la crescita e la certificazione di alcune competenze digitali.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per servizi di formazione erogati dall’1/1/2020 al 31/3/2021.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto (voucher), la cui intensità massima non potrà superare il 70% delle spese ammissibili ed avrà un importo unitario massimo di € 3.000,00.

Ai beneficiari in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di € 250,00.

Gli aiuti sono cumulabili con altri aiuti in regime de minimis e con aiuti in esenzione.

TERMINE

Il bando ha chiuso per esaurimento risorse.


Settembre 4, 2020
piemonte-ocm-vino-investimenti-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Misura concede un sostegno per investimenti materiali o immateriali per la realizzazione di punti vendita aziendali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  • gli imprenditori agricoli professionali (IAP), titolari di azienda agricola con Orientamento Tecnico Economico Prevalente e con codice 351 o 352 o 354;
  • le persone fisiche o giuridiche cui compete l’onere finanziario degli investimenti nell’ambito di imprese agroindustriali.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la realizzazione di punti vendita aziendali adibiti prevalentemente alla commercializzazione dei prodotti vitivinicoli, localizzati all’interno o all’esterno delle unità produttive di trasformazione e conservazione, comprensivi di sale di degustazione.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • opere di natura edilizia, acquisto di attrezzature e impianti, attrezzature informatiche e relativi programmi e piattaforme per punti vendita aziendali, comprensivi di sale di degustazione
  • acquisizioni di immobili
  • spese generali, inclusa la consulenza e lo studio di fattibilità
  • realizzazione di un sito internet o del punto vendita

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo concesso nel limite massimo del 40% della spesa sostenuta.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 15/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


Agosto 18, 2020
cciaa-novara-restart-2020-valore-consulting-1280x791.jpeg

FINALITÀ

La Camera di commercio di Novara sostiene le imprese del territorio nell’affrontare la situazione di crisi economica causata dall’emergenza COVID-19, favorendo la continuità delle attività e la ripresa delle stesse al termine del periodo di lockdown.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese aventi sede legale e/o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Novara, attive e iscritte al Registro delle Imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la realizzazione di progetti in uno dei seguenti ambiti:

  • innovazione digitale;
  • sicurezza sanitaria, dei dipendenti e sul posto di lavoro;
  • internazionalizzazione;
  • formazione del personale.

L’intervento deve avere un valore complessivo compreso tra € 1.000,00 ed € 10.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • Innovazione PID:
  1. notebook, tablet e altri device finalizzati al lavoro a distanza; tecnologie e servizi in cloud; acquisto e installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup e sicurezza di rete;
  2. software per servizi alla clientela nazionale ed estera (siti web, app, integrazioni con provider, piattaforme di e-commerce e sistemi di delivery);
  3. strumentazione per la connettività (smartphone, modem e router Wi-Fi, switch, antenne);
  4. consulenza connessa agli investimenti precedenti.
  • Covid-19:
  1. consulenza per la messa in sicurezza delle strutture aziendali;
  2. materiale per delimitare spazi e marcare distanze di sicurezza;
  3. strumenti per la misurazione della temperatura corporea e sistemi di controllo accessi;
  4. strumenti per la sanificazione degli ambienti e delle attrezzature di lavoro, costi di adeguamento degli impianti di climatizzazione e interventi di sanificazione straordinaria;
  5. materiale segnaletico e informativo.
  • Internazionalizzazione:
  1. servizi di orientamento per facilitare l’accesso ai mercati esteri;
  2. potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera;
  3. ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri;
  4. assistenza specialistica sul versante legale o contrattuale legato all’estero.
  • Formazione:
  1. formazione dei dipendenti o dei titolari/soci in materia di innovazione organizzativa, sicurezza e internazionalizzazione.

Sono ammissibili le spese sostenute dallo 01/02/2020 al 31/07/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo a fondo perduto a copertura del 50% delle spese ammissibili, con un importo massimo pari ad € 3.000,00.

Gli aiuti sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti di cui al Quadro Temporaneo e con aiuti di cui ai regolamenti de minimis.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 21:00 del 15/10/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Luglio 27, 2020
piemonte-sviluppo-di-un-approccio-ambientale-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Piemonte supporta le imprese in un percorso di miglioramento del proprio approccio ambientale e di innovazione organizzativa.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, aventi unità locale operativa attiva in Piemonte.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono essere realizzati entro tre distinte linee d’azione:

LINEA A – VEICOLI

Sono ammissibili investimenti per l’acquisto di veicoli aziendali (M1, M2, M3, N1, N2, N31 ), anche tramite leasing, utilizzati per il trasporto di persone o di merci:

  1. elettrico puro,
  2. ibrido (benzina/elettrico o diesel/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In1 );
  3. metano esclusivo;
  4. GPL esclusivo;
  5. GNL esclusivo;
  6. EURO 6 Dtemp benzina, metano o GPL bifuel (benzina/metano e benzina/GPL);
  7. EURO 6D diesel

L’acquisto è ammissibile a fronte di una contestuale rottamazione di un veicolo aziendale (M1, M2, M3, N1, N2, N3) per il trasporto di persone o merci benzina fino a Euro 3/III incluso, ibridi benzina (benzina/metano o benzina/GPL) fino a Euro 3/III incluso e diesel fino ad Euro 5/V incluso.

Ciascuna impresa può presentare fino a dieci domande di contributo, corrispondenti a 10 veicoli acquistati a fronte di dieci veicoli aziendali rottamati.

LINEA B – VELOCIPEDI

L’intervento deve avere ad oggetto l’acquisto di velocipedi delle seguenti tipologie:

  • bicicletta a pedalata assistita;
  • bicicletta cargo o triciclo da carico, assimilabile ad un velocipide;
  • bicicletta cargo o triciclo da carico a pedalata assistita, assimilabile ad un velocipide.

Ciascuna impresa può presentare fino a dieci domande di contributo, corrispondenti all’acquisto di 10 velocipedi.

LINEA C – SMART WORKING

Sono ammissibili investimenti per l’acquisto di beni o servizi utili per l’implementazione dello smart working per il personale dipendente.

SPESE AMMISSIBILI

LINEA A

I veicoli acquistati devono essere nuovi di fabbrica, omologati dal costruttore e immatricolati per prima ed unica volta in Italia. Non sono ammissibili gli acquisti di veicoli già immatricolati cosiddetti “a KM 0”. La data di acquisto e la data di immatricolazione devono essere successive al 30/11/2019.

LINEA B

I veicoli acquistati devono essere nuovi. La data di acquisto rilevabile dalla fattura deve essere successiva al 01/02/2020.

LINEA C

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. notebook, tablet e altri device purché finalizzati al lavoro a distanza;
  2. tecnologie e servizi in cloud in grado di garantire forme di collaborazione a distanza;
  3. VPN, VoiP, sistemi di Backup e ripristino dei dati Sicurezza di rete;
  4. software per servizi all’utenza (es. siti web, app, piattaforme di e-commerce e sistemi di delivery..);
  5. strumentazione e servizi per la connettività (es. smartphone, modem e router Wi-Fi, switch, antenne..).

La data di acquisto deve essere successiva al 01/02/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

LINEA A

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto proporzionale alla massa (a pieno carico), alla tipologia, all’alimentazione e alle emissioni del veicolo, secondo le sottostanti tabelle.

LINEA B

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto così determinato:

  • € 500,00 bicicletta a pedalata assistita;
  • € 750,00 bicicletta cargo o triciclo da carico assimilabile ad un velocipede;
  • € 1.000,00 bicicletta cargo o triciclo da carico a pedalata assistita assimilabile ad un velocipede.

LINEA C

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 5.000,00, per unità locale per ciascuna provincia piemontese.

É prevista la cumulabilità con altri aiuti pubblici concessi per gli stessi costi ammissibili, fermo restando il non superamento dell’importo rendicontato.

VEICOLI ELETTRICI N1 N2 >3,5 – <7t N2 =>7 – <12 t N3 M1 M2 M3
ELETTRICO PURO € 11.000,00 € 14.000,00 € 20.000,00 € 11.000,00 € 20.000,00
VEICOLI CLASSE EURO 6 N1 N2 >3,5 – <7t N2 =>7 – <12 t N3 M1 M2 M3
IBRIDO (Full Hybrid o Hybrid Plug In) METANO (Mono e Bifuel) GPL (Mono e Bifuel) GNL € 8.000,00 € 10.000,00 € 16.000,00 € 8.000,00 € 16.000,00
Benzina € 5.000,00 € 6.000,00 € 8.000,00 € 5.000,00 € 8.000,00
Diesel € 3.000,00 € 4.000,00 € 5.000,00 € 3.000,00 € 4.000,00
Veicoli di categoria M1 EURO 6: PM10< 4,5 mg/km Emissioni CO2 Ciclo NEDC Emissioni NOX Ciclo RDE Incentivi
0 0 (elettrico) € 10.000,00
≤60 g/km ≤ 85.8 mg/km (Euro 6D benzina e altre motorizzazioni) € 7.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6Dtemp benzina e altre motorizzazioni) € 5.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6D diesel) € 2.500,00
60<CO2≤95 g/km ≤ 85.8 mg/km (Euro 6D benzina e altre motorizzazioni) € 4.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6Dtemp benzina e altre motorizzazioni) € 3.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6D diesel) € 2.000,00
95<CO2≤130 g/km ≤ 85.8 mg/km (Euro 6D benzina e altre motorizzazioni) € 3.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6Dtemp benzina e altre motorizzazioni € 2.500,00
≤ 126 mg/km (Euro 6D diesel) € 1.000,00
veicoli di categoria N1 EURO 6 di classe I (massa ≤ 1305 kg), di classe II (1305 kg < massa ≤ 1760 kg) e di classe III (massa > 1760 kg): PM10< 4,5 mg/km Emissioni CO2 Ciclo NEDC Emissioni NOX Ciclo RDE Incentivi
0 0 (elettrico) € 10.000,00
≤60 g/km ≤ 85.8 mg/km (Euro 6D benzina e altre motorizzazioni) € 7.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6Dtemp benzina e altre motorizzazioni) € 5.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6D diesel) € 2.500,00
60<CO2≤95 g/km ≤ 85.8 mg/km (Euro 6D benzina e altre motorizzazioni) € 4.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6Dtemp benzina e altre motorizzazioni) € 3.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6D diesel) € 2.000,00
95<CO2≤130 g/km ≤ 85.8 mg/km (Euro 6D benzina e altre motorizzazioni) € 3.000,00
≤ 126 mg/km (Euro 6Dtemp benzina e altre motorizzazioni) € 2.500,00
≤ 126 mg/km (Euro 6D diesel) € 1.000,00

TERMINE

In attesa di pubblicazione del Bando da parte della Regione.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Luglio 2, 2020
cciaa-cuneo-contributi-certificazioni-volontarie-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Cuneo favorisce le imprese che sostengono le spese relative alle certificazioni volontarie di prodotto e di processo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese attive, aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Cuneo.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto le seguenti certificazioni volontarie di prodotto e di processo:

  1. certificazioni di sistemi di gestione qualità: certificazione UNI EN ISO 9001;
  2. certificazioni ambientali: marchio EMAS o certificazione UNI EN ISO 14001;
  3. certificazioni sistemi gestione salute e sicurezza: certificazione OHSAS 18001;
  4. linee guida UNI-INAIL o modello organizzativo e gestionale;
  5. responsabilità sociale ed etica: certificazione SA8000;
  6. certificazioni FSC – PEFC: gestione responsabile delle foreste e catena di custodia dei prodotti;
  7. sicurezza alimentare: certificazioni UNI EN ISO 22000:2005, UNI EN ISO 22005/2008, schema di certificazione FSSC 22000, BRC e IFS, Standard GlobalGAP, certificazioni volontarie carni CE 653/2014;
  8. certificazioni Halal, certificazioni Kosher;
  9. sicurezza delle informazioni: certificazione UNI CEI ISO 27001:2006;
  10. sistemi di gestione dell’energia – Energy Management System: certificazione UNI CEI EN ISO 50001/2011; la consulenza per la redazione di diagnosi energetica condotta da società di servizi energetici, esperti in gestione dell’energia o auditor energetici e da ISPRA relativamente allo schema volontario EMAS;
  11. implementazione del sistema di valutazione sul legno e derivati;
  12. certificazione EN1176 per attrezzature ludiche ad uso pubblico;
  13. schemi di qualificazione del sistema camerale (TF Traceability & Fashion, Edilizia sostenibile, Affidabilità & Efficienza, GreenCare);
  14. certificazione del sistema gestione per la salute e sicurezza sul lavoro ISO 45001:2018;
  15. convalida dell’asserzione ambientale autodichiarata UNI EN ISO 14021, su diversi aspetti ambientali di prodotto come il contenuto di materiale riciclato;
  16. marchio di qualità ecologica Ecolabel per prodotti con un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita, con particolare riferimento ai prodotti edilizi per coperture e rivestimenti, vernici e pitture (2010/18/CE30,2009/607/CE31, 2009/967/CE32, secondo il Regolamento CE n 66/2010);
  17. Certificazione Ambientale di Prodotto ReMade in Italy per materiali e manufatti a base di materiale riciclato, con riferimento alle percentuali di riciclato UNI EN ISO 14021;
  18. Certificazione Ambientale di Prodotto PSV per materiali e manufatti a base di plastica riciclata, con riferimento alle percentuali di riciclato UNI EN ISO 14021;
  19. Dichiarazione Ambientale di Prodotto EPD UNI EN ISO 14025 e UNI EN 15804, analizza e quantifica le prestazioni ambientali di prodotto sulla base dell’Analisi del Ciclo di Vita (LCA-ISO 14040) del processo produttivo;
  20. Certificazione UCI – Unione ciclistica internazionale;
  21. Modelli organizzativi e di gestione previsti dalla disciplina sulla responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche.

L’intervento ammissibile deve avere un valore complessivo pari o superiore a € 700,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono:

  • conseguimento o mantenimento delle certificazioni mediante l’intervento di un Organismo Notificato;
  • consulenza necessaria al superamento dell’audit di conformità.

Le spese devono essere sostenute tra lo 01/01/2020 e il 31/12/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo nella misura del 30% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 2.000,00.

L’agevolazione è cumulabile con altre agevolazioni concesse per la medesima spesa.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/07/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Luglio 2, 2020
cciaa-cuneo-voucher-digitali-2020-misura-b-valore-consulting.png

FINALITÀ

La CCIAA di Cuneo promuove l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale e/o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Cuneo.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto i progetti di innovazione tecnologica presentati da singole imprese.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 dovranno riguardare almeno una delle seguenti tecnologie:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • programmi e strumenti di comunicazione, digital marketing.
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR).

L’intervento ammissibile deve avere un valore complessivo pari o superiore a € 2.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie;
  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
  • campagne di web marketing e geomarketing, produzione di filmati, vetrine digitali.

Le spese possono essere sostenute dallo 01/02/2020 al 31/12/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (voucher) nella misura massima del 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 5.000,00.

Viene stabilita una premialità di € 250,00 ai beneficiari in possesso del rating di legalità.

L’agevolazione è cumulabile, per gli stessi costi ammissibili, con aiuti di cui al Quadro temporaneo e aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento di esenzione.

TERMINE

Il Bando in oggetto ha chiuso in data 15/07/2020 per esaurimento risorse.

La CCIAA di Cuneo chiarisce che è ancora possibile inviare domande di contributo in quanto potranno essere accolte in caso di rifinanziamento.


Giugno 17, 2020
città-metropolitana-di-torino-innometro-2020-valore-consulting-1280x720.jpg

FINALITÀ

L’iniziativa favorisce l’incontro fra la domanda e l’offerta di processi innovativi fra i diversi attori pubblici e privati, facilitando la strutturazione di rapporti di collaborazione con lo scopo di sviluppare servizi innovativi, re-ingegnerizzare i processi produttivi, innovare e diversificare i prodotti, implementare le innovazioni tecnologiche.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro imprese iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio competente per territorio ed aventi sede operativa nel territorio della Città Metropolitana di Torino.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto i seguenti ambiti:

  • innovazione di processo: dalla ricerca di una migliore efficienza dei fattori produttivi ad una migliore qualità dell’output del processo, consentendo un aumento della produttività e/o un miglioramento del rapporto qualità/prezzo;
  • innovazione tecnologica: miglioramento in termini di attrezzature, strumentazioni, soluzioni informatiche e misurabile attraverso l’incremento delle attività svolte, sul piano delle conoscenze possedute e attraverso la dinamica dei costi. L’attività innovativa può comprendere anche attività destinate alla definizione concettuale e/o pianificazione di nuovi prodotti, processi e servizi.

Gli interventi devono avere un valore complessivo compreso tra € 5.000,00 ed € 50.000,00.

Gli interventi devono concludersi entro 12 mesi dalla data di concessione dell’agevolazione e, comunque, entro il 30/09/2022.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. progettazione, consulenza, prototipazione del prodotto o dell’innovazione di processo;
  2. sperimentazione di prodotti o processi innovativi;
  3. licenze, brevetti, know how;
  4. software, applicazioni digitali, sistemi informativi;
  5. attività di ricerca e sviluppo;
  6. formazione finalizzata all’acquisizione di competenze necessarie alla gestione dell’innovazione, sostenute da Università degli Studi di Torino o da Politecnico di Torino, nonchè da Enti pubblici di ricerca, start-up innovative o imprese innovative.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la duplice veste di:

  • un contributo in conto interessi, erogato a seguito di un finanziamento bancario, mediante corresponsione degli interessi calcolati sul finanziamento stesso e attualizzati al momento dell’erogazione; il finanziamento a favore delle imprese è a tasso zero, con pre-ammortamento di un 1 anno e durata massima complessiva di 60 mesi;
  • un contributo a fondo perduto pari al massimo al 20% delle spese ammissibili. L’importo massimo concedibile è pari ad € 10.000,00

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 09:00 del 29/06/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Giugno 10, 2020
alessandria-contributi-spese-fisse-covid-19-valore-consulting-1280x853.jpg

FINALITÀ

La Camera di commercio di Alessandria, in considerazione dell’emergenza sanitaria da COVID-19, concede contributi a fondo perduto alle imprese, allo scopo di provvedere all’abbattimento dei costi fissi sostenuti durante il periodo di sospensione dell’attività nella Fase 1.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese che abbiano dovuto sospendere la propria attività durante la Fase 1.

I beneficiari dovranno avere la sede legale o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Alessandria.

INTERVENTI

L’intervento deve avere un valore complessivo pari o superiore ad € 500,00.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili dovranno essere riferite ad utenze intestate all’impresa quali energia elettrica, gas, acqua, linea telefonica e/o internet in scadenza dal 01/03/2020 e fino al 31/05/2020, nonché a canoni di locazione dei locali dell’esercizio, esclusi quelli per i quali l’impresa intende beneficiare di crediti d’imposta, relativi ai mesi di marzo, aprile e maggio 2020, pagati entro la data di presentazione della domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto la cui intensità è pari al 100% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 2.000,00.

Alle imprese in possesso del rating di legalità è riconosciuta una premialità di € 500,00.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata fino alle ore 21:00 del 15/01/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Giugno 10, 2020
alessandria-sicurezza-sanitaria-imprese-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di commercio di Alessandria, in considerazione dell’emergenza sanitaria da COVID-19, concede contributi a fondo perduto alle imprese della provincia, allo scopo di provvedere all’abbattimento dei costi per consulenza in tema di sicurezza aziendale, sanificazione degli ambienti di lavoro, acquisto di dispositivi per la protezione individuale, di divisori, di segnaletica e di altre attrezzature atte al contrasto del contagio, ad esclusione di quelli per i quali l’impresa intenda beneficiare di un credito d’imposta.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, piccole e medie imprese, con sede legale o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Alessandria ed iscritte come attive nel Registro delle imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acquisto di tutti i beni ed i mezzi necessari per contenere il contagio da Covid-19 in azienda.

Vi rientrano anche le consulenze richieste in materia.

Gli interventi devono essere realizzati dal 31/01/2020 al 31/12/2020.

Gli interventi devono avere un valore complessivo superiore ad € 500,00.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili i costi sostenuti per il contenimento dei contagi da COVID-19 per consulenza in tema di sicurezza aziendale, sanificazione degli ambienti di lavoro, acquisto di dispositivi per la protezione individuale, di divisori, di segnaletica e di altre attrezzature atte al contrasto del contagio, ad esclusione di quelli per i quali l’impresa intenda beneficiare di un credito d’imposta.

Nello specifico:

  1. mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  2. guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  3. dispositivi per protezione oculare;
  4. indumenti di protezione, quali tute e/o camici, calzari e/o sovra-scarpe, cuffie e/o copricapi;
  5. soluzioni e gel disinfettanti/antisettici;
  6. dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  7. apprestamenti ed attrezzature per il contrasto del contagio (quali sistemi di controllo degli accessi, ecc.).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 100% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 2.000,00.

E’ riconosciuta, alle imprese in possesso del rating di legalità, una premilità pari ad € 500,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 21:00 del 15/01/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification