Notizie e Bandi

Dicembre 30, 2020
lombardia-fondo-di-credito-facile-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia finanzia le imprese mediante l’erogazione di credito complementare a quello garantito dal tradizionale sistema di credito bancario, per far fronte al fabbisogno di liquidità nel periodo successivo al COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o operativa in Lombardia, nonchè i professionisti, iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal MISE ed operanti in Lombardia.

INTERVENTI

I beneficiari potranno richiedere una linea di credito di importo non superiore ad € 150.000,00 e con una durata massima di 72 mesi per il finanziamento di investimenti o di capitale circolante.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

I finanziamenti saranno concessi a condizioni di mercato e pertanto sono qualificabili come non rilevanti per l’applicazione della disciplina europea in materia di Aiuti di Stato.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del Bando da parte di Finlombarda Spa.


Dicembre 29, 2020
lombardia-credito-ora-valore-consuting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia previene la crisi di liquidità delle imprese causata dall’emergenza sanitaria ed economica COVID 19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro e piccole imprese, con sede legale o unità operativa in Lombardia e che esercitano la loro attività economica in uno dei seguenti settori:

  • 56.10.1 – Ristorazione con somministrazione;
  • 56.10.2 – Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto;
  • 56.10.3 – Gelaterie e pasticcerie;
  • 56.30 – Bar e altri esercizi simili senza cucina.

Rientrano tra i beneficiari anche le attività storiche e di tradizione quali negozi e botteghe riconosciute dalla Regione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la stipula di un contratto di finanziamento con un istituto di credito o un Confidi per operazioni di liquidità con le seguenti caratteristiche:

  • importo minimo di € 10.000,00 e massimo di € 30.000,00;
  • durata da 12 a 72 mesi, di cui massimo 24 mesi di preammortamento;
  • stipulato a decorrere dal 16/10/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo per l’abbattimento degli interessi fino al 3% fino ad un valore massimo di € 2.500,00, riconoscendo altresì una copertura del 50% degli eventuali costi di garanzia nel limite di € 300,00.

L’agevolazione potrà essere cumulata con aiuti concessi sul Quadro Temporaneo, con aiuti concessi ai sensi del Regolamento de minimis, nonché con aiuti concessi sul Regolamento GBER, a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme sul cumulo.

TERMINE

Le domande possono essere presentate dalle ore 10:00 del 12/01/2021 alle ore 17:00 del 03/05/2021 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

 


Dicembre 16, 2020
cciaa-cremona-finanzia-fiere-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Cremona sostiene gli interventi in digitalizzazione delle manifestazioni fieristiche e gli adeguamenti dei quartieri fieristici alle vigenti normative e agli standard di prevenzione e contenimento del contagio.

BENEFICIARI

I beneficiari sono soggetti organizzatori nel territorio della provincia di Cremona di manifestazioni fieristiche che abbiano realizzato almeno un evento di livello internazionale, nazionale o regionale, incluso nel calendario fieristico regionale approvato da Regione Lombardia, per gli anni 2019 e/o 2020 o che si impegnino a realizzare eventi con caratteristiche tali da essere inseriti nel calendario fieristico regionale nel 2021.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto una delle seguenti attività:

  • interventi di digitalizzazione fieristica destinati al rafforzamento digitale di quartieri e manifestazioni fisiche, nonchè all’organizzazione di eventi virtuali;
  • interventi di promozione delle manifestazioni anche in vista di un futuro rilancio;
  • interventi per l’adeguamento dei quartieri fieristici agli standard di prevenzione e sicurezza previsti dalle attuali normative.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse le spese sostenute dallo 01/02/2020 al 28/02/2021 quali:

  • Spese in conto capitale:
  1. realizzazione o acquisizione di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone e siti web;
  2. server e altre attrezzature informatiche per la digitalizzazione;
  3. macchinari, attrezzature ed apparecchi;
  4. opere edili;
  5. installazione o ammodernamento di impianti;
  6. arredi e strutture temporanee;
  • Spese di parte corrente:
  1. canoni per software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone e siti web;
  2. spese di comunicazione e promozione connesse alle tecnologie digitali, comprese le manutenzioni;
  3. materiali di consumo per l’igiene e dispositivi di protezione individuale;
  4. cartellonistica e segnaletica;
  5. spese di promozione e consulenza;
  6. pulizia, sanificazione e disinfezione degli ambienti;
  7. consulenza in materia di sicurezza sul lavoro per aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi e protocollo per misure anti-contagio e relativa formazione ai dipendenti;
  8. spese per beni, servizi e consulenze esterne per l’organizzazione di manifestazioni;
  9. potenziamento dell’infrastruttura digitale e delle connessioni;
  10. organizzazione di interventi specifici di formazione del personale;
  11. progettazione, sviluppo o manutenzione di sistemi proprietari, anche per quanto riguarda la sincronizzazione con canali forniti da soggetti terzi;
  12. spese per beni, servizi e consulenze esterne per l’analisi di fattibilità del progetto di sviluppo delle fiere prodotte;
  13. personale coinvolto nell’organizzazione delle manifestazioni fieristiche anche digitali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo a fondo perduto, parametrato alle spese ammissibili, come di seguito:

  • contributo del 90% per spese in conto capitale;
  • contributo dell’80% per spese di parte corrente.

L’agevolazione è cumulabile con aiuti concessi sul Quadro Temporaneo, con aiuti concessi ai sensi del regime de minimis, nonché con aiuti concessi sul Regolamento GBER.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro il 29/12/2020 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


Dicembre 14, 2020
lombardia-linea-internazionalizzazione-plus-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia supporta la realizzazione di progetti di internazionalizzazione complessi da parte di PMI tramite la realizzazione di programmi integrati atti a sviluppare o consolidare la presenza e la capacità di azione nei mercati esteri.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese iscritte al Registro delle Imprese da almeno 2 anni ed aventi una sede operativa in Lombardia.

Non rientrano tra i beneficiari le imprese con codice ATECO 2007 primario di cui alle sezioni A, L e K.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto programmi integrati di sviluppo internazionale per la promozione dell’export in Paesi esteri attraverso lo sviluppo e il consolidamento della presenza e della capacità d’azione delle PMI.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi a collegati quali workshop, eventi B2B e seminari, nonchè le spese per la partecipazione a fiere virtuali e per l’utilizzo di piattaforme di matching;
  2. istituzione temporanea all’estero per un massimo di 6 mesi di showroom o spazi espositivi per la promozione dei prodotti e brand sui mercati esteri. Sono inoltre ammissibili le spese per vetrine ed esposizioni virtuali;
  3. azioni di comunicazione e advertising per la promozione di prodotti o brand su mercati esteri;
  4. spese relative allo sviluppo o adeguamento di siti web o l’accesso a piattaforme cross border (B2B e B2C) per consolidare la propria posizione sui mercati esteri;
  5. consulenze in relazione al progetto e al programma di internazionalizzazione;
  6. spese per il conseguimento di certificazioni estere per prodotti da promuovere nei Paesi target;
  7. commissioni per eventuali garanzie fidejussorie;
  8. spese per il personale dipendente impiegato nel progetto di internazionalizzazione;
  9. spese generali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, a copertura fino al 100% delle spese ammissibili, assumerà la duplice veste di:

  • un finanziamento a tasso agevolato, per l’80% delle spese ammissibili, compreso tra i 3 e i 6 anni, con un periodo di preammortamento massimo pari a 24 mesi;
  • un contributo a fondo perduto, per il 20% delle spese ammissibili.

L’agevolazione andrà da un minimo di € 40.000,00 ad un massimo di € 500.000,00 ed è cumulabile con altre agevolazioni concesse per le medesime spese, qualificabili come aiuti di Stato.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del Bando da parte di Finlombarda Spa.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 24, 2020
lombardia-si-lombardia-sostegno-impresa-lombardia-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’intervento sostiene le imprese lombarde e i lavoratori autonomi con partita iva individuale colpiti dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19.

BENEFICIARI

Avviso 1

I beneficiari sono le micro imprese con sede legale o unità operativa in Lombardia le quali hanno subito un calo di fatturato di almeno un terzo nel periodo marzo-ottobre 2020, rispetto al medesimo periodo del 2019 o, in alternativa, essere state costituite dallo 01/01/2019.

Rientrano tra i beneficiari dell’Avviso 1 anche le start up e le imprese in difficoltà al 31/12/2019.

Le imprese infine dovranno trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:

  1. esercitare la propria attività economica in uno dei settori individuati dai seguenti codici ATECO: 47.71, 47.72, 96.09.05, 56.21.00, 47.76.10, 74.20.11, 74.20.19, 47.78.35, 82.30.00, 77.39.94, 90.02.01, 47.8, 56.10.4, 49.32.10, 49.32.20, 49.39.09, 47.3, 47.99.20, 96.02.02, 79.11, 79.12, 79.90.20, 85.51.00, 85.52.01, 93.13.00, 93.29.90, 59.13.00, 59.14.00, 90.01.09, 90.01.01.
  2. essere un esercizio commerciale al dettaglio in sede fissa, qualificato come esercizio di vicinato, operante nel settore non alimentare, con sede all’interno di un centro commerciale;
  3. svolgere attività di commercio al dettaglio su area pubblica, operando prevalentemente in fiere e sagre o in aree dedicate ad eventi e manifestazioni, incluse anche gelaterie ambulanti (ATECO 56.10.41) e pasticcerie ambulanti (ATECO 56.10.42).

Avviso 2

I beneficiari sono lavoratori autonomi con partite iva individuali attive, non iscritti al Registro delle Imprese, che hanno eletto a luogo di esercizio prevalente dell’attività professionale uno dei Comuni della Lombardia e che svolgono l’attività nei medesimi settori sopra individuati, ovvero: 47.71, 47.72, gli esercizi commerciali al dettaglio in sede fissa, del settore non alimentare, con sede all’interno di centri commerciali, 96.09.05, 56.21.00, 47.76.10, 74.20.11, 74.20.19, 47.78.35, 82.30.00, 77.39.94, 90.02.01, 47.8, 56.10.4, 49.32.10, 49.32.20, 49.39.09, 47.3, 47.99.20, 96.02.02, 79.11, 79.12, 79.90.20, 85.51.00, 85.52.01, 93.13.00, 93.29.90, 59.13.00, 59.14.00, 90.01.09, 90.01.01.

Anche i beneficiari dell’Avviso 2 dovranno aver registrato un calo di fatturato di almeno 1/3 da misurare sul periodo marzo-ottobre 2020, confrontato con il medesimo periodo del 2019; tale requisito non è richiesto ai lavoratori autonomi con partita iva individuale non iscritti al Registro delle Imprese che hanno avviato la propria attività dal 01/01/2019.

INTERVENTI

Il beneficiario dovrà dimostrare di aver subito un calo del fatturato di almeno 1/3 nei mesi da marzo ad ottobre del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019, oppure di aver avviato la propria attività dal 01/01/2019.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda a valere o sull’Avviso 1 o sull’Avviso 2.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà per entrambi gli Avvisi la veste di un contributo a fondo perduto una tantum a titolo di indennizzo.

L’entità del contributo per i lavoratori autonomi con partita iva non iscritti al Registro delle Imprese oggetto dell’Avviso 2 è pari ad € 1.000,00.

L’agevolazione potrà essere cumulata con aiuti concessi sul Quadro Temporaneo, con aiuti concessi ai sensi del Regolamento de minimis, nonché con aiuti concessi sul Regolamento GBER a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme sul cumulo degli aiuti inquadrati nei predetti regimi.

ATECO SETTORI/FILIERE BENEFICIARI ENTITA’ DEL CONTRIBUTO AVVISO 1 (€)
47.71 Commercio al dettaglio di articoli di abbigliamento in esercizi specializzati 1.500,00
47.72 Commercio al dettaglio di calzature e articoli in pelle in esercizi specializzati 1.500,00
Esercizi commerciali al dettaglio in sede fissa (di dimensioni non superiori agli esercizi di vicinato di cui al d.lgs 114/1998), del settore non alimentare, con sede all’interno di centri commerciali 1.500,00
96.09.05 Organizzazione di feste e cerimonie 1.000,00
56.21.00 Catering per eventi, banqueting 1.000,00
47.76.10 Commercio al dettaglio di fiori e piante 1.500,00
74.20.11 Attività di fotoreporter 1.500,00
74.20.19 Altre attività di riprese fotografiche 1.500,00
47.78.35 Commercio al dettaglio di bomboniere 1.500,00
82.30.00 Organizzazione di convegni e fiere 1.000,00
77.39.94 Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi 1.000,00
90.02.01 Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli 1.000,00
47.8 Commercio al dettaglio su area pubblica svolto da operatori che operino prevalentemente in fiere, sagre o in aree dedicate ad eventi e manifestazioni (es. eventi sportivi, concerti). Sono inclusi in questa categoria anche gelaterie ambulanti (ateco 56.10.41) e pasticcerie ambulanti (ateco 56.10.42) alle medesime condizioni 1.500,00
56.10.4 Commercio al dettaglio su area pubblica svolto da operatori che operino prevalentemente in fiere, sagre o in aree dedicate ad eventi e manifestazioni (es. eventi sportivi, concerti). Sono inclusi in questa categoria anche gelaterie ambulanti (ateco 56.10.41) e pasticcerie ambulanti (ateco 56.10.42) alle medesime condizioni 1.500,00
49.32.10 Trasporto con taxi 1.500,00
49.32.20 Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente 1.500,00
49.39.09 Altre attività di trasporto terresti di passeggeri nca (Bus turistici) 2.000,00
47.3 Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati 1.000,00
47.99.20 Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici 2.000,00
96.02.02 Servizi degli istituti di bellezza 1.500,00
79.11 Attività delle agenzie di viaggio 2.000,00
79.12 Attività dei tour operator 2.000,00
79.90.20 Attività delle guide e degli accompagnatori turistici 1.000,00
85.51.00 Corsi sportivi e ricreativi 1.000,00
85.52.01 Corsi di danza 1.000,00
93.13.00 Gestione di palestre 1.500,00
93.29.90 Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca 1.000,00
59.13.00 Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi 1.000,00
59.14.00 Attività di proiezione cinematografica 1.000,00
90.01.09 Altre rappresentazioni artistiche 1.000,00
90.01.01 Attività nel campo della recitazione 1.000,00

TERMINE

La domanda potrà essere presentata, a seconda del codice ATECO di appartenenza, nelle seguenti date:

  • Commercio al dettaglio in sede fissa di abbigliamento e calzature e negozi non alimentari in centri commerciali: dalle ore 15:00 del 23/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie): dalle ore 11:00 del 24/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi, concerti: dalle ore 11:00 del 26/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Filiera trasporti persone: dalle ore 11:00 del 23/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici: dalle ore 11:00 del 25/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Artigiani servizi alla persona: dalle ore 15:00 del 24/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Operatori settore turistico: dalle ore 11:00 del 25/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Filiera sport e intrattenimento bambini: dalle ore 11:00 del 25/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Filiera attività culturali: dalle ore 11:00 del 25/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020.
  • Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

In attesa di pubblicazione della determinazione esecutiva da parte di Regione Lombardia.


Novembre 24, 2020
comune-di-bergamo-spese-inderogabili-flash-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Comune di Bergamo tramite il “Programma Rinascimento” concede agevolazioni a favore delle attività d’impresa.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro imprese con sede operativa nel Comune di Bergamo.

INTERVENTI

Il beneficiario deve rientrare nel novero delle attività chiuse dal DPCM del 03/11/2020 e sostenere le spese inderogabili per la propria attività economica.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese maturate tra lo 03/11/2020 e lo 03/12/2020 e sostenute per:

  • affitto o rate di mutuo;
  • telefonia, internet, canoni di assistenza ICT, noleggio hardware;
  • spese condominiali;
  • energia, acqua e riscaldamento;
  • imposte e tasse locali;
  • servizi e quote associative;
  • assicurazioni su immobili, attrezzature, mezzi, responsabilità civile;
  • contratti continuativi di servizi o forniture;
  • pulizia e sanificazione locali, se funzionale alla riapertura dell’impresa;
  • automezzi utilizzati nell’impresa.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di € 1.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 30/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 20, 2020
cciaa-brescia-formazione-professionale-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Brescia favorisce lo sviluppo economico, sociale e produttivo disponendo contributi a sostegno della formazione e dell’aggiornamento professionale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, con sede legale o unità operativa in Provincia di Brescia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la partecipazione a corsi di formazione o di aggiornamento professionale, tenutisi dal 02/01/2020 al 31/12/2020.

Tali corsi devono essere attinenti all’attività e all’oggetto sociale dell’impresa e devono essere stati seguiti dal titolare dell’azienda, dal legale rappresentante, dall’amministratore, dal socio lavorante d’impresa artigiana, dai dirigenti d’azienda, dai quadri, dai dipendenti e dai collaboratori familiari aziendali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo, la cui massima intensità sarà pari al 50% delle spese ammissibili, entro il limite di € 5.000,00.

Ai beneficiari in possesso del rating di legalità sarà riconosciuta una seguenti premialità fino ad € 500,00.

TERMINE

Le domande possono essere presentate dalle ore 09:00 del 09/02/2021 alle ore 16:00 del 16/02/2021 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 20, 2020
lombardia-voucher-smart-working-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia promuove modelli innovativi di organizzazione del lavoro per incrementare la produttività aziendale e il benessere dei lavoratori.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità operativa in Lombardia, aventi un numero di dipendenti almeno pari a 3.

Rientrano tra i beneficiari anche le imprese che hanno introdotto il lavoro agile per i propri dipendenti nel periodo dell’emergenza da COVID-19, a partire dal 25 febbraio 2020 per la durata dello stato di emergenza, ovvero fino al 30/06/2020.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’adozione e l’attuazione di piani di smart working, articolati come segue:

A. Supporto all’adozione del Piano di smart working:

B. Supporto all’attuazione del Piano di smart working:

Ai fini del riconoscimento della spesa tutti gli interventi di cui all’azione A devono essere realizzati obbligatoriamente.

Azione A – Supporto all’adozione del Piano di smart working

1. Attività preliminari all’adozione del piano di smart working

L’obiettivo è supportare il beneficiario nella definizione della policy aziendale sullo smart working e delle procedure idonee a introdurre la modalità di lavoro smart. L’attività deve essere realizzata ad hoc, considerando le caratteristiche del beneficiario: categoria produttiva, dimensione, strumenti organizzativi e tecnologici, cultura dell’organizzazione e stili di leadership

2. Attività di formazione rivolta al management e agli smart worker

L’obiettivo è accompagnare il management al cambiamento organizzativo dei modelli manageriali tradizionali basati su concetti come il luogo e l’orario di lavoro, promuovendo nuovi stili di leadership che privilegino l’autonomia e la responsabilità dei lavoratori, dando loro maggior fiducia e flessibilità

3. Avvio e monitoraggio di un progetto pilota

L’obiettivo è supportare il beneficiario nella sperimentazione del piano di smart working. L’attività di monitoraggio ha l’obiettivo di verificare l’andamento del piano di smart working, valutandone l’opportunità di perfezionamento e d’implementazione a regime

Azione B – Supporto all’attuazione del Piano di smart working

1. Acquisto di strumentazione tecnologica

L’obiettivo è sostenere il beneficiario nell’acquisto di nuova strumentazione tecnologica funzionale all’attuazione del piano.

Le spese ammissibili dovranno essere inerenti a componenti hardware quali notebook, smartphone e accessori nonchè componenti software funzionali allo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità smart working.

NUMERO DI DIPENDENTI NUMERO MASSIMO DI ORE DI FORMAZIONE AMMISSIBILI AL FINANZIAMENTO
da 3 a 10 24
da 11 a 20 32
da 21 a 30 48
oltre 30 64

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili al contributo le spese sostenute per l’acquisto e l’attuazione delle attività realizzate sul territorio lombardo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un finanziamento a fondo perduto (voucher) per la fruizione dei servizi di cui alle azioni A e B.

Il valore del voucher è pari agli importi indicati nella sottostante tabella.

Nel conteggio dei dipendenti si devono ricomprendere le seguenti tipologie contrattuali:

  • contratto di lavoro di diritto privato a tempo indeterminato o a tempo determinato sia a tempo pieno che a tempo parziale;
  • contratto di apprendistato, soci-lavoratori di cooperative.
NUMERO DI DIPENDENTI IMPORTO TOTALE DEL VOUCHER PER AZIONE A – ADOZIONE DEL PIANO PER AZIONE B – ATTUAZIONE DEL PIANO
da 3 a 10 € 7.500,00 € 5.000,00 € 2.500,00
da 11 a 20 € 10.500,00 € 7.000,00 € 3.500,00
da 21 a 30 € 15.000,00 € 10.000,00 € 5.000,00
oltre 30 € 22.500,00 € 15.000,00 € 7.500,00

TERMINE

Le domande possono essere presentate dalle ore 12:00 del 16/12/2021 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 18, 2020
cciaa-sondrio-export-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Sondrio sostiene le imprese che operano sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business su nuovi o primi mercati di sbocco.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o operativa in provincia di Sondrio.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, quali ad esempio:

  • progetti di sviluppo della presenza sui mercati esteri e inserimento in azienda di un temporary export manager (TEM) in affiancamento al personale aziendale;
  • piani aziendali volti a rafforzare la presenza all’estero dell’impresa, individuando nuove opportunità di business nei mercati già serviti o in nuovi mercati di sbocco;
  • servizi di analisi e orientamento per facilitare l’accesso sui mercati esteri e individuare nuovi canali;
  • analisi e ricerche di mercato per la predisposizione di studi di fattibilità inerenti a specifici mercati di sbocco;
  • ricerca di clienti e partner, per stipulare contratti commerciali, accordi di collaborazione, programmare attività di outgoing o incoming;
  • formazione imprenditoriale e del personale addetto;
  • potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera, compresa la predisposizione e traduzione dei contenuti di brochure e presentazioni;
  • ottenimento o rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri;
  • protezione del marchio dell’impresa all’estero;
  • servizi di assistenza specialistica sul versante legale, organizzativo, contrattuale o fiscale legato all’estero, con specifico riferimento alle necessità legate all’emergenza da Covid-19.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per servizi di consulenza o assistenza tecnica nonchè quelle di formazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo la cui intensità massima è pari al 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 3.500,00. L’importo minimo è di € 1.400,00.

L’agevolazione è cumulabile, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti di cui al “Quadro Temporaneo” e con aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento GBER a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme relative al cumulo.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro le ore 12:00 del 18/12/2020 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 10, 2020
lombardia-ocm-vino-promozione-mercati-paesi-terzi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia sostiene la promozione sui mercati dei Paesi terzi delle produzioni vinicole regionali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  1. organizzazioni professionali, purché abbiano tra i loro scopi la promozione dei prodotti agricoli;
  2. organizzazioni di produttori di vino;
  3. associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  4. organizzazioni interprofessionali;
  5. consorzi di tutela riconosciuti e loro associazioni e federazioni;
  6. produttori di vino;
  7. soggetti pubblici con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli;
  8. associazioni temporanee di impresa e di scopo;
  9. consorzi, associazioni, federazioni e società cooperative;
  10. reti d’impresa.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. relazioni pubbliche, promozione e pubblicità che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in termini di qualità, sicurezza alimentare o ambiente;
  2. partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale;
  3. campagna d’informazione delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell’Unione;
  4. studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono rientrare nella seguente elencazione:

  1. consulenza di marketing;
  2. organizzazione di degustazioni promozionali;
  3. materiale promozionale;
  4. incontri con operatori B2B e incoming;
  5. media advertising;
  6. partecipazione a fiere;
  7. degustazioni guidate e partecipazioni ad eventi di degustazione organizzati da terzi;
  8. materiale promozionale da distribuire ad eventi;
  9. incontri operatori B2B in ambito fieristico;
  10. gala dinner;
  11. wine tasting;
  12. promozione presso punti vendita, GDO, HO.RE.CA;
  13. comunicazione e promozione svolte attraverso la rete internet o di digital marketing.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo fino al 60% delle spese ammissibili.

Il contributo minimo ammissibile per intervento non può essere inferiore a € 30.000,00 per Paese terzo o mercato del Paese terzo anche qualora il progetto sia destinato a un solo Paese terzo o mercato del Paese terzo. Il contributo massimo per progetto regionale e multiregionale è pari a € 600.000,00 per i progetti presentati dai consorzi di tutela riconosciuti e le loro associazioni e federazioni, e pari a € 400.000,00 per i progetti presentati dalle altre tipologie di beneficiari.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 30/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification