Notizie e Bandi

Marzo 2, 2021
cciaa-genova-investimenti-produttivi-zona-franca-urbana-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Genova sostiene gli investimenti produttivi realizzati nella Zona Franca Urbana di Genova.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole, medie e grandi imprese in forma singola o associata, ubicate o insediate entro il 31/10/2020 nell’ambito territoriale della Zona Franca Urbana di Genova, ovvero nel territorio dei seguenti Comuni: Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant’Olcese e Serra Riccò, Val Polcevera, Centro Ovest, Centro Est, Medio Ponente e Ponente.

I beneficiari devono esercitare la propria attività economica nei settori C ed H (solo divisione 52) della classificazione Ateco, ad esclusione delle seguenti attività: siderurgia, costruzione navale, fibre sintetiche e lavorazione del pesce.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto le seguenti tipologie di investimenti:

  • investimenti delle micro, piccole e medie imprese diretti a:
  1. realizzazione di nuove unità produttive;
  2. ampliamento di unità produttive;
  3. diversificazione della produzione di unità produttive per ottenere nuovi prodotti aggiuntivi;
  4. cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di unità produttive;
  5. acquisizione di attivi appartenenti ad uno stabilimento che sia stato chiuso o che sarebbe stato chiuso senza tale acquisizione.
  • investimenti delle grandi imprese diretti a:
  1. realizzazione di nuove unità produttive;
  2. ampliamento o riqualificazione di unità produttive esistenti tramite diversificazione della produzione in nuovi prodotti aggiuntivi;
  3. acquisizione di attivi appartenenti ad uno stabilimento che sia stato chiuso o che sarebbe stato chiuso senza tale acquisizione.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • acquisto del suolo aziendale e sue sistemazioni;
  • acquisto di fabbricati già costruiti;
  • opere edili ed impiantistiche;
  • acquisto di macchinari, impianti produttivi ed attrezzature varie nuovi di fabbrica e di programmi informatici dedicati all’utilizzo degli stessi;
  • diritti di brevetti, licenze, know-how.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto che non può superare € 1.000.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/03/2021.

Le domande presentate verranno ordinate, per l’istruttoria, sulla base del rapporto tra la nuova occupazione generata ed il contributo a fondo perduto richiesto.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Aprile 29, 2020
sardegna-zona-franca-valore-consulting-e1581429381161-1280x819.jpg

FINALITÀ

Il MISE sostiene le imprese della Sardegna colpite dall’alluvione del novembre del 2013 disponendo in loro favore agevolazioni per 5 milioni di euro.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro e Piccole Imprese con sede legale e/o unità operativa nella Zona Franca e che hanno subito danni nell’alluvione del novembre del 2013.

Inoltre, i beneficiari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere costituite e regolarmente iscritte nel Registro delle imprese;
  • esercitare la propria attività economica in tutti i settori, ad eccezione del settore della pesca e dell’acquacoltura, nonché della produzione primaria dei prodotti agricoli;
  • essere attive;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti civili;
  • non essere state sottoposte a sanzioni interdittive.

Di seguito si elencano i Comuni che rientrano nella Zona Franca:

  • Provincia del Sud Sardegna: Armungia, Ballao, Decimoputzu, Escalaplano, Esterzili, Ortacesus, Sadali, Seulo, Siliqua, Vallermosa, Villaputzu, Villasalto, Villasor, Villaspeciosa, Collinas, Gonnosfanadiga, Pabillonis, Samassi, San Gavino Monreale, Sanluri, Sardara, Serramanna, Villacidro, Villanovafranca, Seui;
  • Provincia di Nuoro: Bitti, Desulo, Dorgali, Galtellì, Irgoli, Loculi, Lodè, Lula, Macomer, Nuoro, Oliena, Onanì, Onifai, Orgosolo, Orosei, Orune, Osidda, Posada, Siniscola, Torpè, Arzana, Gairo, Jerzu, Talana, Urzulei, Ussassai, Villagrande Strisaili;
  • Provincia di Oristano: Arborea, Bauladu, Gonnoscodina, Gonnostramatza, Marrubiu, Masullas, Mogoro, Morgongiori, Ollastra, Oristano, Palmas Arborea, S. Nicolò d’Arcidano, Simaxis, Siris, Solarussa, Terralba, Uras, Usellus, Villaurbana;
  • Provincia di Sassari: Alà dei Sardi, Arzachena, Berchidda, Buddusò, Budoni, Loiri Porto San Paolo, Monti, Olbia, Padru, Sant’Antonio di Gallura, Telti.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili consistono nella richiesta del contributo, rispettando i requisiti indicati nella circolare del MISE.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni assumeranno la veste di un contributo in conto esercizio pari all’ammontare complessivo dei ricavi riportato nell’ultima dichiarazione dei redditi presentata dal beneficiario alla data dell’istanza di cui alla presente Misura.

Il predetto contributo potrà essere fruito entro 5 anni a decorrere dalla data del provvedimento di concessione.

L’agevolazione è fruibile esclusivamente in compensazione.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino alle ore 12:00 del 16/06/2020.


Giugno 11, 2019
zona-franca-urbana-abruzzo-lazio-umbria-marche-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il MISE fornisce indicazioni sulle modalità ed i termini di presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni in favore delle imprese e dei titolari di reddito di lavoro autonomo localizzati nella zona franca urbana delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpite dagli eventi sismici che si sono susseguiti dal 24 agosto 2016.

BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni i seguenti soggetti:

  1. imprese e titolari di reddito di lavoro autonomo, già beneficiari delle agevolazioni di cui alla legge istitutiva della ZFU del sisma;
  2. imprese e titolari di reddito di lavoro autonomo, di qualsiasi dimensione che, all’interno della zona franca urbana, hanno avviato una nuova iniziativa economica successivamente al 31 dicembre 2017, ovvero che si impegnano ad avviarla entro il 31 dicembre 2019.

I beneficiari di cui al punto 1. devono possedere i seguenti requisiti:

  1. avere la sede legale e/o l’unità operativa in uno dei seguenti Comuni: Accumoli (RI); Acquacanina (MC); Acquasanta Terme (AP); Amandola (FM); Amatrice (RI); Antrodoco (RI); Apiro (MC); Appignano del Tronto (AP); Arquata del Tronto (AP); Arrone (TR); Ascoli Piceno; Barete (AQ); Belforte del Chienti (MC); Belmonte Piceno (FM); Bolognola (MC); Borbona (RI); Borgo Velino (RI); Cagnano Amiterno (AQ); Caldarola (MC); Camerino (MC); Campli (TE); Camporotondo di Fiastrone (MC); Campotosto (AQ); Cantalice (RI); Capitignano (AQ); Cascia (PG); Castel di Lama (AP); Castel Sant’Angelo (RI); Castelcastagna (TE); Castelli (TE); Castelraimondo (MC); Castelsantangelo sul Nera (MC); Castignano (AP); Castorano (AP); Cerreto D’esi (AN); Cerreto di Spoleto (PG); Cessapalombo (MC); Cingoli (MC); Cittaducale (RI); Cittareale (RI); Civitella del Tronto (TE); Colledara (TE); Colli del Tronto (AP); Colmurano (MC); Comunanza (AP); Corridonia (MC); Cortino (TE); Cossignano (AP); Crognaleto (TE); Esanatoglia (MC); Fabriano (AN); Falerone (FM); Fano Adriano (TE); Farindola (PE); Ferentillo (TR); Fiastra (MC); Fiordimonte (MC); Fiuminata (MC); Folignano (AP); Force (AP); Gagliole (MC); Gualdo (MC); Isola del Gran Sasso (TE); Leonessa (RI); Loro Piceno (MC); Macerata; Maltignano (AP); Massa Fermana (FM); Matelica (MC); Micigliano (RI); Mogliano (MC); Monsapietro Morico (FM); Montalto delle Marche (AP); Montappone (FM); Monte Rinaldo (FM); Monte San Martino (MC); Monte Vidon Corrado (FM); Montecavallo (MC); Montedinove (AP); Montefalcone Appennino (FM); Montefortino (FM); Montefranco (TR); Montegallo (AP); Montegiorgio (FM); Monteleone (FM); Monteleone di Spoleto (PG); Montelparo (FM); Montemonaco (AP); Montereale (AQ); Montorio al Vomano (TE); Muccia (MC); Norcia (PG); Offida (AP); Ortezzano (FM); Palmiano (AP); Penna San Giovanni (MC); Petriolo (MC); Pietracamela (TE); Pieve Torina (MC); Pievebovigliana (MC); Pioraco (MC); Pizzoli (AQ); Poggio Bustone (RI); Poggio San Vicino (MC); Poggiodomo (PG); Polino (TR); Pollenza (MC); Posta (RI); Preci (PG); Rieti; Ripe San Ginesio (MC); Rivodutri (RI); Rocca Santa Maria (TE); Roccafluvione (AP); Rotella (AP); San Ginesio (MC); San Severino Marche (MC); Sant’Anatolia di Narco (PG); Sant’Angelo in Pontano (MC); Santa Vittoria in Matenano (FM); Sarnano (MC); Sefro (MC); Scheggino (PG); Sellano (PG); Serrapetrona (MC); Serravalle del Chienti (MC); Servigliano (FM); Smerillo (FM); Spoleto (PG); Teramo; Torricella Sicura (TE); Tolentino (MC); Tossicia (TE); Treia (MC); Urbisaglia (MC); Ussita (MC); Valle Castellana (TE); Vallo di Nera (PG); Venarotta (AP); Visso (MC);
  2. le imprese ed i titolari di reddito da lavoro autonomo devono dimostrare di aver subito una riduzione del fatturato almeno pari al 25%;
  3. le imprese devono essere costituite entro il 28/02/2016;
  4. i titolari di reddito da lavoro autonomo devono aver presentato al 28/02/2016 la comunicazione di inizio attività;
  5. devono operare in tutti i settori di attività economica, con esclusione della pesca e dell’acquacoltura.

I beneficiari di cui al punto 2. devono possedere i seguenti requisiti:

  1. tutte le imprese devono essere costituite e regolarmente iscritte nel Registro delle imprese.
  2. i titolari di reddito di lavoro autonomo devono aver presentato la comunicazione d’inizio attività;
  3. tutti devono disporre della sede legale od operativa ubicata all’interno della zona franca urbana.
  4. devono aver avviato l’attività successivamente al 31 dicembre 2017, ovvero che, si impegnano ad avviarla entro il 31 dicembre 2019.
  5. devono operare in tutti i settori di attività economica, con esclusione del settore della pesca e dell’acquacoltura.

I soggetti già beneficiari delle esenzioni fiscali e contributive previste per la zona franca urbana possono fruire delle somme residue già concesse e non fruite per i periodi d’imposta 2017 e 2018 ed anche per i periodi d’imposta 2019 e 2020.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili consistono nel presentare la domanda per ottenere le esenzioni fiscali e contributive.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni concedibili sono rappresentate dalle esenzioni fiscali e contributive previste dalla legge che ha istituito la ZFU del sisma, ovvero:

  • esenzione dalle imposte sui redditi;
  • esenzione dall’imposta regionale sulle attività produttive;
  • esenzione dall’imposta municipale propria;
  • esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

Per i beneficiari di cui al punto 1. le predette agevolazioni sono riconosciute per i periodi di imposta 2019 e 2020. I titolari di reddito di lavoro autonomo possono beneficiarie esclusivamente dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali.

Per i soggetti di cui al punto 2. che hanno avviato l’attività in zona franca urbana in data successiva al 31 dicembre 2017, le agevolazioni sono riconosciute per il periodo d’imposta relativo all’avvio dell’attività nella medesima zona franca urbana e per i periodi successivi, che non potranno eccedere l’annualità del 2020. Ai titolari di reddito di lavoro autonomo è riconosciuto il solo esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 12:00 del 18/06 alle ore 12:00 del 18/07/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification