Notizie e Bandi

Novembre 20, 2020
decreto-rilancio-rafforzamento-ecosistema-start-up-innovative-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Governo rafforza sul territorio nazionale gli interventi in favore delle Start-up innovative.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Start-up nonchè le Piccole e Medie Imprese innovative.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. azioni volte a facilitare l’incontro tra le start-up e gli ecosistemi per l’innovazione, attraverso l’acquisizione di servizi prestati da parte di incubatori, acceleratori, innovation hub, business angels e altri soggetti pubblici o privati operanti per lo sviluppo di imprese innovative;
  2. investimenti nelle startup ed imprese innovative.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Relativamente al punto 1. del precedente paragrafo, l’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto.

Relativamente al punto 2. del precedente paragrafo, l’agevolazione assumerà la veste di investimenti nel capitale, anche tramite la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi, nonché mediante l’erogazione di finanziamenti agevolati, la sottoscrizione di obbligazioni convertibili, o altri strumenti finanziari di debito che prevedano la possibilità del rimborso dell’apporto effettuato.

La misura massima dei finanziamenti agevolati, che ciascun beneficiario potrà ottenere, non potrà superare l’importo di € 1.000.000,00.

TERMINE

La domanda relativa al finanziamento può essere presentata in qualsiasi momento poiché la Misura è sempre aperta.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Luglio 17, 2020
decreto-rilancio-cessione-crediti-di-imposta-emergenza-covid-19-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato sostiene i beneficiari dei crediti d’imposta emanati per fronteggiare l’emergenza Covid-19, mediante la possibilità di cessione, anche parziale, di questi ad altri soggetti.

BENEFICIARI

I beneficiari sono coloro che godono dei seguenti crediti d’imposta:

  • per botteghe e negozi;
  • per locazione di immobili ad uso non abitativo ed affitto d’azienda;
  • per adeguamento degli ambienti di lavoro;
  • per l’adeguamento degli ambienti di lavoro e l’acquisto di dispositivi di protezione.

Il provvedimento attuativo dell’Agenzia delle Entrate riguarda solo i crediti d’imposta evidenziati in grassetto.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la cessione, anche parziale, da parte dei beneficiari (cedenti) dei crediti d’imposta ad altri soggetti (cessionari), compresi gli istituti di credito e altri intermediari finanziari.

I cessionari possono utilizzare il credito anche in compensazione e la quota di credito non utilizzata nell’anno può essere utilizzata negli anni successivi, ma non può essere richiesta a rimborso.

I predetti interventi devono essere realizzati tra il 19/05/2020 ed il 31/12/2021.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di una cessione dei crediti d’imposta sopra menzionati.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/12/2021.

Nello specifico:

  • la domanda per i crediti d’imposta indicati nei primi due punti dell’elencazione nel paragrafo “Beneficiari” deve essere effettuata dal 13/07/2020 al 31/12/2021;
  • la domanda inerente il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro deve essere effettuata dal 01/10/2020 ed entro il 31/12/2021;
  • la domanda per il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro e l’acquisto di dispositivi di protezione deve essere presentata entro il 31/12/2020.

LEGGI IL TESTO COMPLETO SU LEXPLORER

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti.

Oppure visita https://www.vconsulting.it/lexplorer/ per ulteriori informazioni.


Luglio 17, 2020
decreto-rilancio-fondo-intrattenimento-digitale-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Governo sostiene lo sviluppo dell’industria dell’intrattenimento digitale a livello nazionale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede legale nello Spazio Economico Europeo, ovvero in uno dei seguenti Paesi: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Repubblica d’Irlanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia;
  • soggette a tassazione in Italia per effetto della loro residenza fiscale, o per la presenza di una sede operativa in Italia, cui sia riconducibile il prototipo;
  • capitale sociale minimo interamente versato e patrimonio netto non inferiori ad € 10.000,00;
  • esercitano la propria attività economica in uno dei seguenti settori: 58.2 e 62.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la concezione e pre-produzione di videogames, necessarie alla realizzazione di prototipi.

Il videogioco deve essere destinato alla distribuzione commerciale.

Il beneficiario deve realizzare l’intervento entro il termine di 18 mesi dal riconoscimento dell’ammissibilità della domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono costituite da:

  • prestazioni lavorative svolte dal personale dell’impresa nelle attività di realizzazione di prototipi;
  • prestazioni professionali commissionate a liberi professionisti e/o altre imprese finalizzate alla realizzazione di prototipi;
  • attrezzature tecniche (hardware) acquistate per la realizzazione dei prototipi;
  • licenze di software acquistate per la realizzazione dei prototipi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili, per un importo compreso tra € 10.000,00 ed € 200.000,00 per ogni singolo prototipo.

TERMINE

Il provvedimento attuativo della Misura verrà emanato con decreto del MISE.

LEGGI IL TESTO COMPLETO SU LEXPLORER

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti.

Oppure visita https://www.vconsulting.it/lexplorer/ per ulteriori informazioni.


Luglio 13, 2020
decreto-rilancio-credito-di-imposta-adeguamento-luoghi-di-lavoro-aperti-al-pubblico-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato intende sostenere i soggetti che esercitano attività d’impresa in luoghi aperti al pubblico, con la necessità di adeguare i processi produttivi e gli ambienti di lavoro alle prescrizioni sanitarie per il contenimento dell’epidemia da Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono i titolari di reddito d’impresa che esercitano la loro attività in luoghi aperti al pubblico (ad es. bar, ristoranti, teatri, alberghi, cinema…), tra cui anche associazioni, fondazioni e altri enti privati, compresi gli enti del Terzo settore.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’adeguamento dei locali aperti al pubblico al rispetto delle prescrizioni sanitarie e delle misure di contenimento contro la diffusione del virus COVID-19, ivi comprese le attività edilizie necessarie per il rifacimento di spogliatoi e mense, per la realizzazione di spazi medici, ingressi e spazi comuni, per l’acquisto di arredi di sicurezza, nonché in relazione agli investimenti in attività innovative, per lo sviluppo o l’acquisto di strumenti e tecnologie necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa e per l’acquisto di apparecchiature per il controllo della temperatura dei dipendenti e degli utenti.

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’adeguamento dei locali aperti al pubblico al rispetto delle prescrizioni sanitarie e delle misure di contenimento contro la diffusione del virus COVID-19.

Gli interventi ammissibili si distinguono in due gruppi:

  • interventi necessari al rispetto delle prescrizioni sanitarie e delle misure finalizzate al contenimento della diffusione del virus SARS- Co V-2
  • investimenti connessi ad attività innovative relativi allo sviluppo o l’acquisto di strumenti e tecnologie necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa e per l’acquisto di apparecchiature per il controllo della temperatura; oltre ai programmi software, i sistemi di videoconferenza, quelli per la sicurezza della connessione, nonché gli investimenti necessari per consentire lo svolgimento dell’attività lavorativa in smart working.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un credito d’imposta pari al 60% per le spese sostenute nel 2020 per gli adeguamenti sopra menzionati, fino ad un massimo di € 80.000,00 di spese complessive ammissibili.
Pertanto, l’ammontare del credito non può eccedere € 48.000,00.

L’agevolazione è cumulabile con altre per le medesime spese, comunque nel limite dei costi sostenuti, ed è utilizzabile nel periodo compreso tra il 01/01/2021 ed il 30/06/2021 esclusivamente in compensazione.

TERMINE

La domanda può essere inviata dal 20/07/2020 al 30/11/2021.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti: > attivalo adesso! <.


Giugno 17, 2020
decreto-rilancio-contributo-a-fondo-perduto-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato sostiene le imprese, i lavoratori autonomi ed i titolari di reddito agrario, colpiti dall’emergenza epidemiologica Covid-19 mediante la concessione di un contributo a fondo perduto.

BENEFICIARI

I beneficiari sono gli esercenti attività d’impresa, arte o professione e titolari di reddito agrario, titolari di partita IVA, ovvero:

  • imprenditori individuali e società in nome collettivo e in accomandita semplice che producono reddito d’impresa, indipendentemente dal regime contabile adottato;
  • soggetti che producono reddito agrario, sia che determinino per regime naturale il reddito su base catastale, sia che producono reddito d’impresa;
  • società per azioni e in accomandita per azioni, società a responsabilità limitata, società cooperative e società di mutua assicurazione, società europee e società cooperative europee residenti nel territorio dello Stato;
  • enti pubblici e privati diversi dalle società, nonché i trust, residenti nel territorio dello Stato, che hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali;
  • società ed enti di ogni tipo, compresi i trust, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato;
  • enti non commerciali, ovvero enti pubblici e privati diversi dalle società, i trust che non hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciale nonché gli organismi di investimento collettivo del risparmio, residenti nel territorio dello Stato, che esercitano, in via non prevalente o esclusiva, un’attività in regime di impresa, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti;
  • persone fisiche e le associazioni, ovvero le associazioni senza personalità giuridica costituite fra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni (equiparate alle società semplici), che esercitano arti e professioni, producendo reddito di lavoro autonomo;
  • imprese esercenti attività agricola o commerciale, anche se svolte in forma di impresa cooperativa;
  • società tra professionisti.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di sostegno da parte dei beneficiari colpiti dall’emergenza epidemiologica Covid-19.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo a fondo perduto, il cui importo sarà determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019, come segue:

  • 20% per i beneficiari con ricavi fino a € 400.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso (2020);
  • 15% per i beneficiari con ricavi da € 400.000,00 a € 1.000.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso (2020);
  • 10% per i beneficiari con ricavi da € 1.000.000,00 a € 5.000.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso (2020).

L’agevolazione è riconosciuta per un importo complessivo pari o superiore ad € 1.000,00 per le persone fisiche e pari o superiore ad € 2.000,00 per le imprese.

Tutti i beneficiari che hanno iniziato l’attività a partire dal 01/01/2019 hanno diritto alla fruizione del contributo per un importo almeno pari alla soglia minima di € 1.000,00 per le persone fisiche e di € 2.000,00 per le imprese.

Il contributo non concorre alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi e non concorre alla formazione del valore della produzione netta.

La presente agevolazione può essere cumulata con gli aiuti previsti dai regolamenti de minimis o dal regolamento GBER.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino al 13/08/2020.

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti.

CLICCA QUI E PROVA SUBITO LEXPLORER

Oppure visita https://www.vconsulting.it/lexplorer/ per ulteriori informazioni.


Maggio 19, 2020
decreto-rilancio-trasferimento-tecnologico-misure-per-innovazione-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Governo accelera i processi di innovazione, crescita e ripartenza duratura del sistema produttivo nazionale, rafforzando i legami e le sinergie con il sistema della tecnologia e della ricerca applicata.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole e Medie Imprese innovative e le Start-up innovative.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la collaborazione di soggetti pubblici e privati nella realizzazione di progetti di innovazione e spin-off.

Possono prevedere lo svolgimento di attività di progettazione, coordinamento, promozione, stimolo alla ricerca e allo sviluppo, attraverso l’offerta di soluzioni tecnologicamente avanzate, processi o prodotti innovativi, attività di rafforzamento delle strutture e diffusione dei risultati della ricerca, di consulenza tecnico-scientifica e formazione, nonché attività di supporto alla crescita delle start-up e PMI ad alto potenziale innovativo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo in conto capitale, nel rispetto della disciplina europea.

TERMINE

Il provvedimento attuativo della Misura verrà emanato con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico.


Maggio 19, 2020
decreto-rilancio-investimenti-imprese-danneggiate-dal-covid-19-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato sostiene gli investimenti sostenuti da persone fisiche o da persone giuridiche, a favore delle imprese danneggiate dall’epidemia COVID-19, con incentivi fiscali di natura temporanea sul reddito.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese o le stabili organizzazioni di imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede legale in Italia o in uno degli Stati membri dell’UE o nello Spazio Economico Europeo, ovvero in uno dei seguenti Paesi: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Repubblica d’Irlanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia;
  • fatturato compreso tra € 5.000.000,00 e € 50.000.000,00;
  • danneggiate dall’epidemia COVID-19, verificabile attraverso una diminuzione del fatturato nel periodo tra lo 01/03 e il 30/04/2020, di oltre il 33% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili, per l’anno 2020, devono avere ad oggetto investimenti a favore delle imprese danneggiate dall’epidemia COVID-19 e assumono le seguenti forme:

  • investimenti sostenuti da persone fisiche, il cui importo massimo detraibile deve avere un valore complessivo minore o pari a € 1.000.000,00;
  • investimenti sostenuti da persone giuridiche, il cui importo massimo deducibile deve avere un valore complessivo minore o pari a € 1.800.000,00.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà le seguenti forme:

  • per le persone fisiche, attraverso una detrazione dell’IRPEF pari al 30% della somma investita nel capitale sociale delle imprese danneggiate;
  • per le persone giuridiche, attraverso una deduzione dell’IRES pari al 30% della somma investita nel capitale sociale delle imprese danneggiate.

TERMINE

La Misura è aperta.

LEGGI IL TESTO COMPLETO SU LEXPLORER

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti.

Oppure visita https://www.vconsulting.it/lexplorer/ per ulteriori informazioni.


Maggio 19, 2020
decreto-rilancio-trasformazione-detrazioni-fiscali-in-sconto-valore-consulting.jpeg

FINALITÀ

Lo Stato sostiene i beneficiari di detrazioni dovute a interventi di natura edilizia e/o ecologica effettuati negli anni 2020 e 2021, al fine di supportare la ripresa dell’economia a seguito della crisi collegata all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono coloro che godono di detrazioni dovute ai seguenti interventi effettuati negli anni 2020 e 2021:

  • il recupero del patrimonio edilizio;
  • l’efficienza energetica;
  • l’adozione di misure antisismiche;
  • il recupero o il restauro della facciata degli edifici esistenti;
  • l’installazione di impianti solari fotovoltaici;
  • l’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto spese inerenti attività di natura edilizia e/o ecologica.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, invece di assumere la forma consueta e diretta della detrazione, per gli anni 2020 e 2021, potrà assumere, alternativamente, una delle seguenti vesti:

  • contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e da quest’ultimo recuperato sotto forma di credito d’imposta, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari;
  • credito d’imposta, con facoltà di successive cessioni ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

I menzionati crediti d’imposta sono utilizzabili anche in compensazione e sono usufruiti con la stessa ripartizione in quote annuali con la quale sarebbe stata utilizzata la detrazione.

La quota di credito d’imposta non utilizzata nell’anno può essere usufruita negli anni successivi, ma non può essere richiesta a rimborso.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del provvedimento attuativo da parte del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.


Maggio 18, 2020
decreto-rilancio-fondo-tutela-filiere-in-crisi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato ha creato, presso il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, un Fondo per ristorare dai danni subiti a causa dell’emergenza Covid-19 le imprese del settore agricolo, della pesca e dell’acquacoltura.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese che operano nei settori dell’agricoltura, della pesca e dell’acquacoltura.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili dovranno avere ad oggetto la richiesta di danni da parte dei beneficiari che fanno parte delle filiere sopra menzionate, pregiudicate dall’emergenza Covid-19.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione potrà essere concessa anche secondo il regime de minimis.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del provvedimento attuativo da parte del MIPAAF.

LEGGI IL TESTO COMPLETO SU LEXPLORER

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti.

Oppure visita https://www.vconsulting.it/lexplorer/ per ulteriori informazioni.


Maggio 18, 2020
decreto-rilancio-vendemmia-verde-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato sostiene le imprese vitivinicole colpite dalla crisi economica generata dalla pandemia Covid-19 attribuendo loro un contributo per la vendemmia verde del 2020.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese viticole obbligate alla tenuta del registro telematico.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la riduzione della produzione di uve destinate a vini a denominazione di origine ed a indicazione geografica attraverso la pratica della vendemmia verde da realizzare nella campagna 2020.

La riduzione di produzione di uve destinate alla vinificazione non può essere inferiore al 20% rispetto al valore medio delle quantità prodotte negli ultimi 5 anni, escludendo le campagne con produzione massima e minima, come risultanti dalle dichiarazioni di raccolta e di produzione presentate, da riscontrare con i dati relativi alla campagna vendemmiale 2020/21 presenti nel Registro telematico.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del provvedimento attuativo da parte del MIPAAF.

LEGGI IL TESTO COMPLETO SU LEXPLORER

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti.

Oppure visita https://www.vconsulting.it/lexplorer/ per ulteriori informazioni.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification