Notizie e Bandi

Regione Piemonte | Attività Collaborative di Ricerca e Sviluppo

Regione: Piemonte
Tipologia: ricerca e sviluppo
piemonte-ricerca-e-sviluppo-valore-consulting

FINALITÀ

Il Bando sostiene la realizzazione, da parte di PMI e Grandi Imprese, di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale negli ambiti individuati dalla Strategia regionale di Specializzazione Intelligente e, in particolare, nelle tematiche inerenti Agrifood, Energy and Clean Technologies, Green Chemistry, ICT, Life Sciences, Smart Products and Manufacturing, Textile.

E’ prevista l’attivazione di due linee di intervento aventi eguale dotazione finanziaria complessiva:

  • Linea I riservata a progetti per i quali vige l’obbligo di effettuare l’assunzione di almeno una risorsa nell’ambito del contratto di Apprendistato di alta formazione e ricerca;
  • Linea II riservata a progetti per i quali non vige il suddetto obbligo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  • Micro Imprese;
  • Piccole Imprese;
  • Medie Imprese;
  • Grandi Imprese – a condizione che collaborino con almeno una MPMI;
  • End User, pubblici o privati, senza scopo di lucro, nei limiti del 10% massimo dei costi ammissibili e limitatamente alle sole spese di personale.

I beneficiari devono avere la sede o l’unità locale ove verranno svolte le attività di Ricerca e Sviluppo (R&S) sita e operativa in Piemonte, o in Valle d’Aosta per le sole imprese valdostane, e provvista di carattere attivo e produttivo, nonché essere in regola con la normativa vigente e rientrare in uno dei codici ATECO 2007 di seguito elencati: C, D, E, F (escluso il 41.10), H (solamente i codici: 52.21.4 e 52.29.22), J, M (solamente i codici 71 e 72), Q, S (solamente i codici 96.01).

Devono inoltre essere iscritte nel registro delle imprese da almeno due anni ed avere almeno due bilanci chiusi ed approvati. I beneficiari possono raggrupparsi anche in ATI/ATS.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono incentrarsi su progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, caratterizzati dai seguenti elementi:

  • Livello di innovatività: il livello di maturità tecnologica del progetto (Technology readiness level, “TRL”) deve essere pari almeno a 4 e raggiungere, al termine delle attività, un livello pari almeno a 7. I progetti non devono giungere alla fase di produzione e devono essere caratterizzati da un elevato livello di innovatività. Tale requisito di innovatività si ritiene soddisfatto laddove, tra le spese di consulenza riferite all’intero progetto, risultino uno o più contratti di ricerca stipulati con uno o più Organismi Di Ricerca (ODR) (pubblici o privati), i cui importi raggiungano, anche cumulativamente, almeno il 20% del totale degli investimenti dell’intero progetto.
  • Composizione partnership: ogni impresa deve sostenere un ammontare di costi pari almeno al 15% del costo totale ammissibile di progetto. I soggetti qualificati come “End User”, invece, potranno sostenere esclusivamente costi riferibili alla tipologia “spese di personale” e per un ammontare non superiore al 10% del costo totale ammissibile del progetto. Della partnership possono far parte imprese valdostane con concessione delle agevolazioni da parte della Regione Valle d’Aosta. La partecipazione di soggetti al di fuori del Piemonte e della Valle d’Aosta è ammissibile entro il limite massimo del 15% delle spese totali ammissibili del progetto. Nel caso in cui all’interno del raggruppamento fossero presenti delle Grandi imprese, queste non potranno sostenere complessivamente e cumulativamente più del 70% dei costi totali ammissibili del progetto.
  • Dimensione progetto: qualora il raggruppamento sia composto da sole MPMI, il progetto deve avere un importo minimo di investimento ammissibile pari ad € 300.000, che si eleva ad € 600.000 nel caso in cui partecipi almeno una Grande Impresa.
  • Collaborazione: il progetto di ricerca industriale e/o di sviluppo sperimentale può essere svolto singolarmente o in collaborazione tra i partner. Nel caso di progetti realizzati in collaborazione tra più imprese, non saranno ritenuti ammissibili i soggetti che partecipino al progetto apportando unicamente attività di consulenza o di costruzione della partnership, di coordinamento progettuale o a queste assimilabili. Inoltre, per i soli progetti in collaborazione, nessun partner potrà sostenere da solo più del 70% dei costi. La collaborazione non potrà essere riconosciuta se la partnership è composta unicamente da aziende appartenenti allo stesso gruppo.
  • Durata del progetto e ricadute dei risultati: i progetti finanziati dovranno essere realizzati entro 24 mesi dalla data di concessione delle agevolazioni, prorogabili fino a un massimo di 30 mesi.

Ciascun soggetto potrà presentare non più di 3 domande. Per quanto riguarda la Valle d’Aosta, ciascun soggetto potrà presentare una sola domanda di finanziamento.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili potranno essere sostenute solo successivamente alla presentazione della/e domanda/e.

Le spese ammissibili non potranno superare il 75% del costo totale ammesso riferito al singolo beneficiario, per:

  • spese di personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario nella misura in cui sono impiegati nel progetto di ricerca); per i soli soggetti Capofila possono rientrare tra le spese di personale le spese sostenute per attività di management di progetto;
  • spese per apporti in natura, da intendersi come prestazioni rese da soci, titolari e amministratori per le quali non è possibile esibire documentazione dei costi sostenuti per personale; queste sono assimilabili alle prestazioni volontarie non retribuite (che non comportino quindi il riconoscimento di compensi diretti);
  • spese generali: il riconoscimento di tali costi avviene su base forfettaria nella misura del 15% dei costi diretti per il personale, di cui alla prima voce.

L’ammontare delle spese ammissibili che rientrano all’interno del finanziamento agevolato, dovranno rappresentare almeno il 25% del costo totale di progetto ammesso riferito al singolo beneficiario, per:

  • spese per strumenti e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca;
  • spese per servizi di consulenza, ivi incluse le spese per servizi di ricerca contrattuale affidati a ODR, e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini dell’attività di ricerca;
  • competenze tecniche e brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne a prezzi di mercato, nel limite massimo del 40% delle spese ammissibili totali. costi totali ammessi per ciascun partner;
  • spese per materiali, forniture e prodotti analoghi, direttamente imputabili all’attività di ricerca; g) spese di viaggio strettamente legate alla partecipazione al progetto congiunto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione è suddivisa nel seguente modo:

  • contributo a fondo perduto a sostegno delle spese di personale, spese per apporti in natura e spese generali;
  • finanziamento agevolato a sostegno delle spese per consulenze, strumenti e attrezzature, materiali e viaggi;
  • fondi bancari alle condizioni previste da apposite convenzioni stipulate dagli istituti bancari con Finpiemonte S.p.A. Il prestito sarà rimborsato con rate trimestrali posticipate e avrà la durata di 54 mesi, di cui 6 mesi di preammortamento obbligatorio.

L’intensità dell’aiuto è calcolata sul totale delle spese ammissibili del progetto come da tabella seguente:

LINEA I BASE AIUTO MAGGIORAZIONE PER DIMENSIONE D’IMPRESA PREMIALITA’ PER PROGETTI IN COLLABORAZIONE INTENSITA’ MASSIMA
PI 25% +20% +15% +60%
MI 25% +10% +15% +50%
GI 25% +15% +40%
LINEA II
PI 25% +20% +10% +55%
MI 25% +10% +10% +45%
GI 25% +10% +35%

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 17:00 dell’08/04/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

siamo qui a tua disposizione

Contattaci










Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter









Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification