Notizie e Bandi

Regione Marche | Contributi Imprese Cratere Sismico 2016-2017

Regione: Marche
Tipologia: Investimenti produttivi
contributi-imprese-sisma-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Marche sostiene lo sviluppo del tessuto produttivo delle aree colpite dagli eventi sismici dell’agosto e ottobre 2016, nonché del gennaio 2017, tramite la concessione di aiuti alle imprese che realizzino o abbiamo realizzato, dal 24/08/2016, investimenti produttivi e che abbiano sede operativa nei comuni del cratere sismico.

BENEFICIARI

I beneficiari sono costituiti dalle Micro, Piccole, Medie e Grandi Imprese con sede legale o unità operativa nei comuni del cratere sismico, attive, iscritte presso il Registro delle Imprese ed esercenti la propria attività economica in tutti i settori indicati dal Codice ATECO 2007 ad eccezione delle attività connesse all’esportazione.

I Comuni ove i beneficiari devono essere posti sono i seguenti: Amandola (FM); Acquasanta Terme (AP); Arquata del Tronto (AP); Comunanza (AP); Cossignano (AP); Force (AP); Montalto delle Marche (AP); Montedinove (AP); Montefortino (FM); Montegallo (AP); Montemonaco (AP); Palmiano (AP); Roccafluvione (AP); Rotella (AP); Venarotta (AP); Acquacanina (MC); Bolognola (MC); Castelsantangelo sul Nera (MC); Cessapalombo (MC); Fiastra (MC); Fiordimonte (MC); Gualdo (MC); Penna San Giovanni (MC); Pievebovigliana (MC); Pieve Torina (MC); San Ginesio (MC); Sant’Angelo in Pontano (MC); Sarnano (MC); Ussita (MC); Visso (MC); Apiro (MC); Appignano del Tronto (AP); Ascoli Piceno; Belforte del Chienti (MC); Belmonte Piceno (FM); Caldarola (MC); Camerino (MC); Camporotondo di Fiastrone (MC); Castel di Lama (AP); Castelraimondo (MC); Castignano (AP); Castorano (AP); Cerreto D’esi (AN); Cingoli (MC); Colli del Tronto (AP); Colmurano (MC); Corridonia (MC); Esanatoglia (MC); Fabriano (AN); Falerone (FM); Fiuminata (MC); Folignano (AP); Gagliole (MC); Loro Piceno (MC); Macerata; Maltignano (AP); Massa Fermana (FM); Matelica (MC); Mogliano (MC); Monsapietro Morico (FM); Montappone (FM); Monte Rinaldo (FM); Monte San Martino (MC); Monte Vidon Corrado (FM); Montecavallo (MC); Montefalcone Appennino (FM); Montegiorgio (FM); Monteleone (FM); Montelparo (FM); Muccia (MC); Offida (AP); Ortezzano (FM); Petriolo (MC); Pioraco (MC); Poggio San Vicino (MC); Pollenza (MC); Ripe San Ginesio (MC); San Severino Marche (MC); Santa Vittoria in Matenano (FM); Sefro (MC); Serrapetrona (MC); Serravalle del Chienti (MC); Servigliano (FM); Smerillo (FM); Tolentino (MC); Treia (MC); Urbisaglia (MC).

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono:

  • avere ad oggetto nuovi investimenti produttivi, anche finalizzati alla realizzazione di nuove unità produttive o all’ampliamento di unità produttive esistenti sulla base di una proposta di programma d’investimento, ubicate in uno dei Comuni del cratere;
  • essere realizzati entro 18 mesi dalla data di adozione del provvedimento regionale di concessione dell’agevolazione.

I predetti interventi devono riferirsi all’acquisto e alla realizzazione di attivi materiali o immateriali, nella misura necessaria alla realizzazione del programma d’investimento proposto.

L’intervento deve rientrare, per quanto riguarda le spese ammissibili, tra un minimo di € 20.000,00 ed un massimo di € 1.500.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono costituite dalle seguenti voci:

  • (a) suolo aziendale e sue sistemazioni (limite del 10% delle spese complessive ammissibili);
  • (b) opere murarie ed assimilate nonché le infrastrutture specifiche aziendali, inclusi l’acquisto o la realizzazione di nuovi immobili o l’ampliamento di immobili esistenti;
  • (c) beni materiali ammortizzabili di qualsiasi specie;
  • (d) brevetti e gli altri diritti di proprietà industriali;
  • (e) programmi informatici (limite del 10% delle spese totali ammissibili e comunque non oltre € 50.000,00);
  • (f) costi relativi all’acquisizione di servizi di consulenza per le sole PMI.

Sono ammissibili le spese sostenute a decorrere, in caso di opzione dei Regolamenti “de minimis”, dal giorno successivo al 24 agosto 2016; mentre in caso di opzione di Regolamento GBER, a partire dalla data di avvio del progetto, che deve essere successiva alla data di presentazione della domanda di contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Alle imprese beneficiarie può essere concesso un contributo a fondo perduto (in conto capitale) commisurato alle spese ammissibili secondo una delle seguenti opzioni:

  • ai sensi del Regolamento GBER, a seconda della dimensione di impresa e della localizzazione dell’investimento per le singole tipologie di costi ammissibili;
  • pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili secondo il Regolamento “de minimis”;

Le intensità delle agevolazioni sono indicate nella tabella che segue:

REGIME DI AIUTO APPLICABILE TIPOLOGIA DELLE SPESE MASSIMALE MICRO E  PICCOLE IMPRESE (INTENSITA’ AIUTO %) MEDIE IMPRESE (INTENSITA’ AIUTO %) GRANDI IMPRESE (INTENSITA’ AIUTO %)
Regime de minimis tutte € 200.000,00 50% 50% 50%
Regime GBER
Aiuti agli investimenti delle

PMI

Spese dalla (a) alla (d) 20% 10%
Aiuti ai Comuni

maggiormente colpiti

Spese dalla (a) alla (d) 30% 20% 10%
Aiuti all’innovazione a

favore delle PMI

Spese lettere (d)-(e) € 50.000,00 50% 50%
Aiuti alle PMI per servizi di

consulenza

Spese lettera (f) 50% 50%

TERMINE

La domanda deve essere inviata dalle ore 09:00 del 25/03 alle ore 12:00 dello 01/07/2019.

Le domande verranno valutate sulla base dell’ordine cronologico di ricevimento.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

Vieni a trovarci a MECSPE, Sabato 30 Marzo, Ore 10.00!

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification